Cosa fare se si perde una madre morta

Mi chiamo Masha, ho 18 anni.
Mi manca davvero mamma. È morta quasi 5 anni fa.
Ma mi sembra ancora che non sia successo a me. Non metto nemmeno la lingua per dire che è morta, non posso nemmeno pensarci. E ogni giorno mi sento sempre peggio. Sono invidioso di quelli che possono semplicemente chiamare la loro mamma e chiedere come sta. Non ho nessuno con cui parlare, nessuno da dirmi. Praticamente non comunico con mio padre, ha subito trovato un'altra donna per se stesso e mi ha segnato, grosso modo. Ora studio in un'altra città. e non comunichiamo nemmeno con lui per telefono. Solo se hai bisogno di qualcosa, lui mi chiama. Ma questo succede raramente.
Ricordo costantemente il tempo in cui la mamma era viva. L'ultima volta è particolarmente frequente, e ogni giorno sto peggiorando. A volte non voglio più vivere, voglio andare lì, da lei. Superare il pensiero che non ci riuscirò, che non realizzerò nulla, perché non ce l'ho. Non ho supporto e ne ho davvero bisogno. Sono follemente stanco, e salta il pensiero che dobbiamo fermare tutto. Ma sono terribilmente spaventato, e non credo che a mia madre piacerà. A volte dimentico e ne parlo al tempo presente, come se nulla fosse accaduto. Non riesco ancora ad accettarlo. Sono terribilmente duro, non so cosa fare. Capisco che devo vivere, perché la mamma vuole questo. Ma l'apatia entra e io non voglio. Mi sembra che più non ci sarà nulla di buono, non mi piace il mio istituto, la mia futura professione, e non posso dirlo. Non vivo più nel presente, non ho nulla di interessante qui. Tutto il tempo penso al passato, ricordo tutto ciò che sembra essere stato a lungo dimenticato. So che non tornerà, ma continuo ad aspettare qualcosa, anche se è inutile. All'inizio, mi sembrava che fosse ancora nell'ospedale in cui era morta e che sarebbe tornata. Penso tutto e cosa succederebbe se non accadesse nulla allora? Difficilmente ero lì adesso. dove sono Arriva al fatto che mi invento una nuova vita, dove c'è. Quindi vivo. ma a volte mi annoio e non voglio nient'altro, non ho bisogno di nulla, e niente mi fa piacere di nuovo. Non posso più tollerarlo, ma onestamente, non voglio. Sono stanco e non ho forza.

Masha, età: 18/10/2014

Masha, che bel nome hai! Condivido sinceramente con te, ma resisti! Non pensare nemmeno alla morte, passa attraverso la tua vita fino alla fine, non importa quanto sia difficile e difficile. E chiedi anche l'aiuto di un'altra mamma. Vergine Maria. Sii forte, non arrenderti, cose belle accadranno nella tua vita!

Luce, età: 33/29/10/2014

Masha, mia cara, ti capisco perfettamente, mia madre è morta circa 7 anni fa, ma io, come te, mi fa ancora male e anch'io, come te, penso anche a come vivremmo adesso se lei A volte penso che tipo di persone felici siano quelle che hanno una madre, sai quando mi fa veramente male, prego sempre Dio o i santi e la verità diventa più facile e tu provi anche a chiedere a Dio di Ho ridotto il tuo dolore e credo anche che ci sia ancora vita dopo la morte, e incontreremo sicuramente i nostri parenti e amici e penso che ci sentano sono, tutto ciò che accade a noi zdes.Derzhis, Mash, e non mollare! Yaver che tutti voi sarà necessariamente buono!

Ksandra, età: 19/19/10/2014

Mash, ciao. Ti compatisco con il cuore. Hai un grande dolore, hai un momento difficile. Sei rimasto solo. Ma dobbiamo vivere con tutti i mezzi. Dobbiamo superare tutto questo. Tutto ciò che non ci uccide ci rende più forti. Hai tutta una vita davanti a te. Credi che tua madre sia molto preoccupata per te, semplicemente non la vedi. L'hai ferita con i tuoi pensieri. Hai bisogno di una persona vicina nelle vicinanze... prova a trovare una ragazza. Per tutto il tempo non puoi essere in tali pensieri. Mash, difficile, ma devi uscire. Dobbiamo vivere Lo sarai ancora.

Margarita, età: 10/22/10/2014

Mashunya, caro ciao!
Io, sfortunatamente, non conoscevo tua madre, ma so per certo che era una brava persona, da quando ho allevato una tale figlia che la ama con tutto il suo cuore e non può dimenticare. Credo che ti rivedrai.
Oggi ho trovato questo articolo su un sito amico http://www.memoriam.ru/nastoyashhaya-lyubov-otpuskaet-lyubimogo. Onestamente, ha colpito tutto. Quando il marito di questa ragazza è morto, la prima cosa che pensava era: COME AVERLO ORA. Sfoglia questo sito, leggi gli articoli, dai un'occhiata al forum. Penso che questo ti aiuterà.
Beh, riguardo ai dubbi sulla professione scelta, non essere triste, ma pensa, c'è una cosa che vorresti fare in futuro? Se è così, allora puoi considerare l'idea del trasferimento in un'altra università. Nei primi corsi, le materie in molte specialità sono simili e non ci sono molti argomenti che devono essere consegnati.
Mashun, sai come suonare uno strumento musicale? Forse provi a prendere lezioni?
Ti abbraccio forte, tesoro!

Seema, età: 25/10/2014

Sostengo Svetlana. Cara Maria, prendi il Vangelo e leggi, hai bisogno di fede, prega la Madre di Dio, il tuo tempo è arrivato. Esci.

Anton, età: 24/30/2014

http://www.memoriam.ru/ Masha, assicuratevi di leggere, studiare questo sito. Articoli di scienziati, psicologi, sacerdoti su come sopravvivere alla morte dei propri cari. Scrivi lì sul forum. Tua madre ha bisogno delle tue preghiere, delle tue buone azioni nel suo nome, diventa qualcosa di meglio per lei. Sì, non è nella veste in cui siamo abituati a vedere parenti stretti, amici, ma esiste! In un'altra "forma", per così dire. Leggi il libro del professore dell'Accademia teologica di Mosca A.I. Osipova "Vita postuma"
http://www.memoriam.ru/kak-perezhit-smert-blizkogo

Tu stesso capisci che alla mamma piacerebbe avere tutto bene, quindi prova per questo! Pregate Dio per forza, come potete, con le vostre stesse parole.
Raccomando il sito http://azbyka.ru/ molte risposte alle domande.
L'aiuto di Dio, Masha!

Elena, età: 37/30/10/2014

Sunny, anche se ti senti meglio. Tu sei la continuazione della madre, della sua carne, del suo sangue. Vivi il sole, prova, il dolore passerà. Quando hai un bambino - guarderai e vedrai che c'è una parte della mamma in essa, questa è sua nipote o nipote, la madre continua a vivere. Anch'io non posso crederci fino ad ora, non tira dentro il cimitero, in qualche modo indifferente. Apparentemente non accetto ancora le cure di mia madre. Inoltre non posso dire "morto", dico "andato". Non può essere tale che una persona se ne sia andata e basta - non lo è. Ma che dire dell'anima, perché fa male e sente tutto? Quindi c'è una continuazione della vita, solo noi non vediamo questa continuazione. Perciò, ama e prenditi cura di te stesso, come se tu amassi e ti prendessi cura della tua mamma. Prova a sole, tutto andrà bene necessariamente.

Natalia, età: 39 / 2015/11/25

Masha! Non so chi sei, ma ti capisco un dolore !! Ho mia madre morta un mese e mezzo fa! Proprio di recente. Anche io mi sento male, molto, molto. Sappi che non sei l'unico e non pensare alla morte, portare la morte è un dolore per i tuoi parenti, capisci? "Lo senti da te stesso, quindi non fare questo alla tua famiglia. Ad essere onesti, avrai una persona nella tua vita in cui trova la salvezza. sarà il tuo ragazzo preferito che sposerai e dal quale avrai figli, la tua felicità, quindi, c'è un grande obiettivo nella tua vita! creare una famiglia! e tuo marito ti sosterrà, e soprattutto, la protezione che tua madre ha dato.

La mamma è morta: mi manca molto

La mamma è morta un anno e mezzo fa, mi manca molto. Dal minimo ricordo del suo cuore si stringe, le lacrime riempiono i miei occhi. Non posso dimenticarla, lasciami andare. E di notte, la madre sogna spesso, come se stesse morendo di nuovo. Capisco con la mente che non dovresti perdere così tanto la tua madre morta - mia madre aveva 86 anni, è ora di andarsene, moriremo tutti, ma tutti questi pensieri non mi aiutano affatto... E se mi mancasse mia madre morta? Come calmarsi?

Il dolore di perdere una persona cara, in particolare, le madri possono essere molto forti e questo è normale. È anormale, quando letteralmente "si attacca" a una madre morta, la noia su di essa è tale da interferire con la vita. Se il dolore acuto della perdita non scompare anche dopo un anno di morte, allora non diventa più noioso, ma, al contrario, si intensifica. Le immagini visive, gli odori aumentano solo la sofferenza.

Mi manca la mia mamma morta: cosa fare?

L'attaccamento emotivo alla mamma è una sensazione meravigliosa mentre è viva, ma può trasformarsi in una vera tragedia quando muore. Anche a causa della morte naturale in età molto avanzata. L'affetto emotivo può diventare una dipendenza emotiva, o meglio un cappio emotivo. Tale transizione è innaturale, perché normalmente dopo la morte della madre, il dolore dovrebbe gradualmente svanire e trasformarsi in ricordi luminosi e ringraziamenti caldi per tutto ciò che la madre ha dato nella vita.

La dipendenza emotiva di una madre morta sorge a causa di diversi fattori: primo, la paura della morte, che si manifesta come risultato dello stress della morte della persona più vicina. In secondo luogo, l'assenza di altri oggetti per l'espressione emotiva di se stessi. Ci sono altri fattori che esacerbano la situazione, ad esempio, il vino di fronte alla madre deceduta, la sensazione che potrebbe essere curata, salvata. Tutto ciò si sviluppa in un unico mosaico, quando la vita senza una madre sembra insopportabile.

In questo stato, né le cospirazioni né l'autotraining aiuteranno. Una persona diventa molto emotivamente vulnerabile, letteralmente - fragile. L'unica cosa che ti aiuterà è capire come continuare a vivere quando mamma se ne sarà andata. È nella vita dopo la sua partenza che c'è una soluzione alla sofferenza.

E se ti mancasse davvero il morto?

Buona giornata a te!

Prima di tutto, voglio dire che con tutto il mio cuore provo simpatia per il tuo dolore. In realtà è così difficile, il nostro test più difficile. Sfortunatamente, quasi ogni persona vivente deve attraversarla. A chi non si rivolgerebbe, infatti, sarete persuasi ad accettare, resistere o guardare diversamente alla situazione. "Se non puoi cambiare la situazione, cambia il tuo atteggiamento verso di essa." Nel tuo caso, ci sono tre opzioni. Per alleviare la sofferenza. Questo aiuta il tempo. E personalmente voglio dirti che posso fare le uscite dell'anima dal corpo. Posso dirti in dettaglio come. E puoi approfondire le mie risposte precedenti e trovare molto. Ti do la garanzia che con la morte non scompariremo. Quando lasciamo il corpo, scopriamo che siamo diversi, che semplicemente ci siamo seduti saldati nel corpo materiale durante la nostra vita. Il nostro cervello non è un apparato mentale. La sua funzione è di infondere in noi paure e fuorviarci, oltre a privarci per la vita della memoria, della conoscenza, di varie abilità soprannaturali secondo i nostri standard. Non appena abbiamo lasciato il corpo, tutto torna a noi e siamo semplicemente terrorizzati dalla vita nel mondo materiale, che è paragonabile al completo degrado del nostro "io". Il tuo corpo ha una forma identica a quella della vita, ma il suo "materiale" è come l'aria che rimane in forma. Puoi salire, spostarti immediatamente ovunque. Il tempo che ci hai messo. Pertanto, i tuoi parenti, che sono nell'altro mondo, sentono che ti incontreranno domani, e per te possono essere molti anni di vita. Una volta lì, ottieni l'accesso a tutta la conoscenza, alla divulgazione di tutti i segreti. Ti senti onnipotente. senza paura, pronti a fare solo del bene (anche quelli che erano vili personalità durante la loro vita) improvvisamente si rendono conto che la paura li ha fatti tali. Credimi, nessuno brama qui, per tornare al nostro mondo tra un minuto o due. Da lì si vede il ritorno cento volte più tragedia delle nostre esperienze. Cosa ti sentiresti se ti venisse detto che ora devi trasformarti in una pianta, dal momento che anche le tue piante native saranno inconsapevolmente consapevoli delle tue nuove capacità di presumere che sei morto, scomparso? I nostri parenti morti hanno solo un problema: noi che ci preoccupiamo di loro. Questa è l'unica cosa che li fa soffrire. Lasciali andare e fare una buona azione per loro. E quando verrai in quel mondo, che è la nostra vera casa, ti rivedrai. Ridi, oltre le tue esperienze attuali, poiché ti sembreranno un bambino malvagio. La seconda opzione, che alcune persone usano per connettersi con i loro parenti, è il suicidio. C'è una frase: "Con i nostri cari defunti, siamo sempre lì, in un sospiro che non abbiamo fatto". In un minuto possiamo essere lì in qualsiasi momento e incontrarli. Perché non farlo? Primo, la vita è come un sogno. Ora stai avendo un incubo e poi una dolce fiaba. Ma tutto questo è un sogno. Hai bisogno di dormire per 8 ore (80 anni). Sveglia presto per non vedere un incubo? Non dormire abbastanza e poi devi dormire fino alle 8. Menterai e ti ritroverai in un posto bellissimo con i tuoi cari, ti farai sentire completamente felice e improvvisamente la tua vita sarà tragicamente interrotta all'età di 20 anni, all'età di 30 anni. Hai bisogno di questo? E c'è l'ultima, così come la terza opzione. Perché siamo nati nel corpo materiale? Imparare, anche in un corpo materiale, a possedere le stesse abilità che senza di esso. Ci muoviamo tutti verso l'alto per unirci a Dio, ad es. per diventare Dio te stesso, per unire in amore in un unico insieme. Ma Dio può essere considerato Dio se lo infili in un corpo materiale e. Dio è già un piagnucolone. Ecco perché hai bisogno, nonostante il desiderio di stare con i tuoi cari, di realizzare il tuo scopo qui. Porterai molto bene, aiuti molte persone e altri esseri viventi, sperimenterai l'amore, ci sarà gioia, ci sarà felicità. E i nativi che sono lì ti guarderanno e saranno orgogliosi. Ma verrà il momento, e anche tu andrai là un uomo degno. E ci sarà un incontro tanto atteso. Sii forte! Nel mio cuore sono con te.

Domanda difficile in termini di aiuto. Questo desiderio, che non si appaga e l'anima fa male, non esprimerlo a parole. Ma dicono che è necessario lasciare andare i morti, quando sono desiderosi di loro - soffrono. Dobbiamo andare in chiesa - mettere le candele per il resto. E se queste persone ti amano, vogliono vederti felice. Inoltre, se quel mondo è migliore, allora forse sono più felici di noi.

Mi manca la mia mamma morta

Domanda allo psicologo

Chiede: ASAN

Categoria di domande: sulla morte

Problemi correlati

La psicologia risponde

Uysimbekov Daulet Toleubekovich

Risposte sul sito: 187 Corsi di formazione: 0 Pubblicazioni: 4

Buona giornata, Asan.

Sì, perdere una persona cara è sempre molto doloroso. Ma la morte è una parte della vita, è un processo naturale. Prima o poi, perderemo tutti i nostri genitori e non importa quale sia l'età e da cosa, ma li perderemo. Tale è la vita e nulla può essere fatto al riguardo. Dobbiamo sopravvivere.

Asan, pensa a questa domanda, cosa vorrebbe tua madre per te? Immagina se le piacerebbe che tu la uccida? Quindi sentiva di vedere la tua sofferenza?

Perché? Per cosa? Asan!

Si ritiene che le anime dei morti non possano trovare pace finché i loro parenti non le lasceranno andare. Tua madre soffre del fatto che non puoi lasciarla andare e su quanto dolore ti abbia causato, la sua morte.

Asan, non pensi di essere egoista? Non la piangi, ma i tuoi sentimenti e le tue aspettative verso di lei. Asan, se hai davvero amato tua madre e se non sei un egoista, allora rilasciala. Possa lei riposare alla fine. Tutti quelli che hai perso fisicamente, spiritualmente sono sempre con te, nel tuo cuore. Rimaneva il loro amore per te. Eccolo, tienilo e passalo ai nipoti. Con te rimarrai sempre quei meravigliosi momenti che hai trascorso con tua madre. Questo è il più importante e inestimabile.

Rilasciala finalmente, non tormentarla di più. Come lasciar andare? Vai alla sua tomba, parla con lei. E dimmi che l'hai lasciata andare. Allora non solo lei, ma arricchirai anche il mondo. Non puoi fare nulla per salvarlo, come la vita, Asan.

Tutto passerà e tutto andrà bene.

Buona risposta 5 Cattiva risposta 6

Matveyev Valery Anatolevich

Psicologo Tolyatti Ultimo accesso: 1 giorno fa

Risposte sul sito: 2770 Conduce corsi di formazione: 2 Pubblicazioni: 23

Desiderio di una mamma morta

Ciao 4 mesi fa mia madre è morta, abbiamo vissuto con lei tutta la nostra vita insieme, sia dai miei figli, sia dalla nascita dei nipoti, fin dalla mia nascita. 2 settimane dopo la sua morte, ho provato a suicidarmi (le vene), e ora non ci vogliono 2-3 ore, in modo che non me ne ricordi.

A volte penso, vai nei ricordi. Questo può succedere ovunque. E per tutto il tempo tira verso la tomba di sua madre - lì mi sento molto tranquillo. Il fatto che le lacrime siano sempre vicine e dicono di no.

Cosa dovrei fare in questa situazione? Nessuno dei miei conoscenti può aiutarti, lo psicologo ha semplicemente prescritto un sedativo, ma non agisce.

Grazie per la lettura fino alla fine, grazie in anticipo per il consiglio.

Consultazione online Tosca sulla madre deceduta

Ciao Elena!
La cosa principale che ti dirò, non commettere peccato (apertura delle vene), tu sei un cristiano, e ti piace davvero la fede, è un peccato grave.

Sai, Lena, ogni cosa va in questo mondo, noi viviamo qui e tutti noi ce ne andiamo ognuno nel suo tempo e tu lo sai bene come me. Tu sei già da anni e, come immagino, capisci che tua madre ha vissuto la sua vita, non se n'è andata prematuramente, non è giovane, ma ha vissuto male la sua vita, ma è passata, e sai che non è affatto peggiore di quanto non fosse qui.

Penso che fosse molto dispiaciuta che tu l'abbia fatto, puoi farlo e solo peggiorare il fatto che lei sia rimasta lì. Il fatto che tu sia nella tomba è calmo, questo è spiegato. Il primo anno, la connessione della persona defunta con il suo corpo sepolto nella terra, con questo nostro mondo, è molto forte, sottolineando gli eventi di una vita passata, la posizione dell'anima secondo il suo peccato lì.

Pertanto, il primo anno, due parenti spesso defunti sono molto attivi con noi, nei nostri sogni, perché spesso non capiamo cosa vogliono da noi lì, non prendiamo alcuna misura per il primo anno, due.

Secondo le tradizioni cristiane, sarebbe necessario andare al tempio per almeno un anno, dopo la morte, ogni sabato, mettere una candela in gioco, impacchettare e presentare liste di nomi di parenti defunti, e ovviamente con il nome del neo nominato (il nome di tua madre) per servire il prete, e non impegnarsi in un tale disonore ciò che crei.

A cosa serve
Infatti, in qualsiasi credo religioso, per prendersi cura del mondo di un'altra persona, l'intero anno secondo la nostra dimensione mondiale, è determinato da lui (lei), un luogo degno in conformità con la correttezza dei giorni vissuti qui. (per riferimento, un anno qui, questo è un giorno lì).

Pertanto, possiamo influenzare notevolmente per circa un anno la loro posizione è migliore o peggiore dalle loro azioni qui, è quello che ti ho detto, commemorazione del defunto, e così in questo contesto. Il fatto che tu sia stata uccisa da mia madre così tanto, la beneficia qui, piccola, ascoltami Elena.

Credo che tu abbia bisogno immediatamente, per l'ultima volta, prima del tempo passato, di aiutare tua madre lì, con le sue azioni qui.

Prima di tutto, ti porterà la pace della mente, e il dolore nella tua mente si calmerà, ma la cosa più importante è Elena, il tempo guarisce, col passare del tempo ti sentirai meglio, forse un anno, forse due, ma non fare azioni più male considerate, non prendere un peccato contro l'anima tua madre, penso, ha vissuto una vita decente, e tu l'hai delusa così con la tua azione.

Probabilmente, suppongo che dovresti guardare gli eventi in modo diverso ora, metterti insieme e aiutare tua madre, attraverso il tempio, attraverso la sua commemorazione. Lei vede tutto, e ogni volta che fa la cosa giusta, sai, tua madre è felice solo per te.

In memoria della poesia di mia madre morta

Guardo il cielo senza fermarmi e vedo lì il mio sguardo doloroso.
L'anima fa male e crede, soffrendo che là sarai caldo nel Giardino dell'Eden.
Leggero e duro allo stesso tempo, per il resto della preghiera nell'immagine.
Voglio credere che l'anima sia imperitura, ma una lacrima sanguina dalla memoria.


Ritornerei mamma per un momento
Dì tutto ciò che non ha avuto il tempo di dirglielo
Abbracci come prima delicatamente - delicatamente
E accarezzando le spalle, baciando le mani...
E dimmi come non abbastanza
E chiedi perdono per tutto...
Siediti, aggrappati, mani che non ti lasciano andare
E parla e parla con lei di tutto...
Dopotutto, lo so alla porta dell'appartamento
La mamma non sarà mai in grado di accedere
Non baciare, non spremere, come prima
Non chiedere come sono ora i miei affari...
Mamma, tesoro, caro
Rimane solo il ricordo di te
E il dolore che batte e il tempo non ha salvato...
Mi manchi molto mamma,
Mi manca così tanto da dire
Come voglio che tu sia lì.
Ma non c'è modo, non c'è modo di tornare indietro.
Madre, caro, caro...
Dove dovrei mettere il mio dolore...
L'anima urla dentro istericamente,
Mi mancherai sempre...


Mamma, quanto male senza te
Quanto a volte ti manca
Alzo gli occhi al cielo
Ma, Signore, il tuo sguardo non invia.
Chiedo, LUI, bene, almeno una volta,
Dammi Mamma, una faccia viva da vedere,
Ma dai cieli solo una goccia di pioggia
Sussurra silenziosamente, mamma, ti vede.


Mi manchi, mamma...
Ancora fresco nel cuore della ferita,
E il dolore della perdita non è passato,
Mi manchi mamma
Voglio che tu sia vivo.
Nessun giorno, quindi non ricordavo
Non posso venire da te
L'appartamento è vuoto,
E il ritratto è appeso al muro.
So che non sei morto.
Sei sempre da qualche parte nelle vicinanze.
Fa male, la mia anima urla
Io non ti vedo Dove sei mamma?
Ti chiamo, come nell'infanzia I,
Ma tu non mi senti,
Quanto mi manchi,
Mi sento molto male...
Mamma, mi senti?


Sai, mamma, la vita si è fermata,
Da quando te ne sei andato, non andando avanti,
E potrei vivere in un modo diverso,
Sì, solo il cuore dall'interno si restringe e brucia.
Dimmi, mamma, perché è successo?
Dopotutto, non ci aspettavamo di andarcene.
E non c'è gioia. tutto è cambiato così tanto
A volte il dolore non si addormenta nemmeno.
Perdonami, mamma, che a volte ero arrabbiato,
Oh, se sapessi che non vivi per sempre,
Pregherei per te giorno e notte,
Che peccato che tu non abbia restituito nulla.


Accendo una candela per il resto, ricordo la tua voce, madre!
E il cielo è occhi blu, non puoi guardarli dentro.
Ti sei preso cura della tua famiglia, ci hai dato il tuo amore.
Vnuchat si incontrò alla porta, invitò sempre gli ospiti al tavolo.
Si è preso cura della casa. Oh! Quanto potere hai dato.
Già non ti lascerai per accompagnarti, ti auguro la felicità sulla strada!
La tristezza nella mia anima non è placata. Accendo una candela per il resto.
RICORDO LA VOCE DELLA MAMMA!


La mamma non muore mai
Smette semplicemente di essere vicino.
A volte cerco di immaginare..
Come se vivessi lontano.
Se puoi scrivere le sue lettere,
Per dire come amo l'alba..
Solo aspettare una risposta è purtroppo inutile..
Dove le lettere della madre non ci sono più.
La mamma non muore mai
Smette semplicemente di essere vicino.
Un angelo ti accompagna, ma il suo amore vive sempre.


MAMA! Quanto mi manchi.
Il mio unico, caro, unico.
Così difficile a volte
Senza il tuo calore, senza gentilezza e forza silenziosa.


Entra tranquillamente nella stanza di mia madre.
Così vuoto. È difficile sopportare!
Ritratto sul tavolo. "Ciao, mamma, - dirò.-
Sai quanto spesso sogno,
Che cosa siamo di nuovo insieme... con il nostro sorriso
La pioggia dal mio cuore viene lavata via,
Domanda seria per non risolverlo - piuttosto
Corro da te Sai
Come, il modo migliore per trovare una via d'uscita
Sempre la tua saggezza salva
Così mi sono perso, ho tolto di mezzo
Sei vicino E la paura scompare!
Mi ricordo come hai pianto, lasciando, -
Dopotutto, questa vita l'amava avidamente.
Il successo ha visto e gloria
A volte - il destino non ha risparmiato. "
Come vuoi portare a spalla -
Non hai abbastanza calore!
Perdonami! "Sussurro a mia madre in un sussurro.
Ma la mamma del ritratto era silenziosa.


Mamma! Memoria eterna per te
Te ne sei andato, ti abbiamo separato per sempre.
Mamma! Ancora lacrime verso in silenzio
Non ti vedrò mai.
Mamma! Come coccolarti da te, voglio
E abbracciare sentirsi calorosamente.
Mamma! E dal dolore piango di nuovo
Mamma! Il mio cuore ripete testardamente.
Mamma! Vedo i tuoi occhi in un sogno
E non voglio incontrare la mattina.
Mamma! Sussurro di nuovo in silenzio
Mamma! Voglio ripetere di nuovo.
Mamma! La tua pace è il nostro dolore eterno
Ancora una volta, ho versato lacrime in silenzio.
Mamma! Te ne sei andato, ti abbiamo lasciato,
Mamma! Eterno ricordo per te...


Oh, mamma-mamma, caro,
Per coccolarti ora,
Mi ricordo spesso di te
E le lacrime gocciolano dagli occhi.
Mi manchi, mamma,
Consigli saggi e calorosi.
La ferita non guarisce dal dolore
All'improvviso, in un altro mondo andato.
L'anima si addolora e il cuore piange,
Davanti ai tuoi occhi, la tua immagine.
Quanta mamma nella vita significa
Lei è amore, conforto, pace.
Mi sento alle mie spalle
Tu, tesoro, ogni giorno,
Angelo custode, lo so -
Hai protetto la mia, mia ombra.
Oh, mamma-mamma, caro,
Quindi vuoi abbracciarti.
Sussurro a me stesso, lasciando cadere le lacrime,
Come mamma difficile da perdere.


Mi manchi molto mamma,
Mi manca così tanto da dire
Come voglio che tu sia lì.
Ma non c'è modo, non c'è modo di tornare indietro.
Madre, caro, caro...
Dove dovrei mettere il mio dolore...
L'anima urla dentro istericamente,
Mi mancherai sempre...


Le nostre madri ci lasciano all'infinito,
In cambio, lascia la tua ultima ora
La sua giovinezza, la tenerezza, il calore,
Fede e gentilezza e cura per noi.
Ci hanno dato la vita, si sono presi cura del meglio che potevamo
E hanno insegnato tutto ciò che più tardi è stato utile.
E loro erano severi con noi, anche se non volevano
Tutti avevano paura che qualcosa sarebbe successo a noi.
Era sempre così, ma ora mamma non è...
La sua stanza è silenziosa, desolante e vuota.
Prima di me sono le immagini di quegli anni lontani:
Mentre mia madre e io saliamo il cavolo in cucina,
Pancake al forno e cena cucinata.
Tagliamo e cuciamo vestiti per bambole,
Giocattoli di maestria, croce ricamata.
Mai nella nostra casa respirava la noia.
La mamma ha cercato di rendere accogliente la nostra casa.
Non mi sono mai pentito di niente per me.
Ho condiviso la mia disgrazia infantile con mia madre.
Sospirava spesso quando maturavo
Di notte pregavo per il destino del mio Dio.
E ora mamma non lo è. È difficile da credere
Che lei non è più, che lei era solo...
Guardo sperabilmente alle porte chiuse:
Forse verrà la mamma, ma lei non è venuta...

Ti piace? Condividi le notizie con i tuoi amici! :)

Mia figlia ha detto che mi avrebbe aiutato a perdere la mia mamma morta

Questa primavera mia moglie, Svetlana, se n'è andata. Ha giustificato il suo nome come nessun altro: sempre sorridente, splendente, radiosa. Sai, sorrise anche quando l'uomo in camice bianco disse che avevamo il cancro. "Noi" - perché non esistevo separatamente da lei per dieci anni, dal momento in cui ci siamo incontrati quando è arrivata alla nostra nona "b".

"Niente, Seryozha," mi accarezzò la testa, quando piansi, immaginando come sarei senza di lei. "Niente," disse, come se stessi morendo, come se fosse rimasto per me su questa Terra per un paio di mesi. "Seryozha, Polina si è svegliata" sorrise e cercò di asciugarmi le lacrime così che la nostra figlia di due anni non avrebbe avuto paura di un padre piangente e così impotente.

Ha inventato nuove attività per noi ogni fine settimana. In generale, lo ha fatto prima, ma ora ho notato qualcosa, con quale persistenza, silenzioso tremore, ci ha fatto uscire di casa e andare a pattinare o andare allo zoo. Ha detto che i dottori avevano torto, e ci ho persino creduto. Abbiamo poi dibattuto tra i cumuli di neve, ed ero felice. È stata l'ultima neve quest'anno. E per Sveta, fu l'ultimo. L'ultima neve nella vita. Come ci si sente a fare palle di neve, sapendo che questa è l'ultima volta?

In primavera, abbiamo combattuto contro il suo cancro. E ancora non riesco a perdonare me stesso. Polina poi ha iniziato a vivere con sua nonna, e Sveta ha sofferto e pianto perché voleva andare in barca nel parco. E ho detto che era necessario, che i medici lo avessero deciso. A proposito, il trattamento non mi ha aiutato, e solo ora mi rendo conto di che razza di sciocco ero io che l'ho affilata sulle pareti bianche di un freddo ospedale, le ho fatto perdere i capelli biondi e il delicato colore della pelle. Cosa è cambiato? Ci sono voluti solo i nostri preziosi momenti della vita.

Ho guardato la luce quando l'ho vista nel suo ultimo viaggio e non potevo credere che fosse lei. Pallido, emaciato... Non voglio scrivere di quel giorno, l'ho cancellato dalla mia memoria come inutile. Volevo ricordarmi sempre di lei che era rubicondo e leggero, come quando eravamo distesi nella neve, e credevo che non ci fosse una diagnosi.

Ho portato Polina in un mese, anche se la madre di Sveta mi ha offerto... Comunque, la capisco. Non sapevo cosa parlare con Polina, come dirle della morte di mia madre. Ma la figlia non ha fatto domande, ha appena giocato nella sua stanza o qualche volta le ha chiesto di leggere. Abbiamo cercato di imparare come vivere senza di lei...

È già passato mezzo anno e abbiamo raggiunto livelli notevoli nella nostra comunicazione, in questa nuova vita. Ho persino creduto di esserci riusciti. Ho portato Polina in giardino e per le lezioni extra, abbiamo camminato nel parco e fatto argilla da argilla. Mi sono tenuto in mano ed ero un vero padre - saggio e forte.

La scorsa notte non ho potuto dormire a lungo, guardando fuori dalla finestra. Sospirò e si contorse, asciugandosi rare lacrime di umiltà.

"Papà", una piccola ragazza indifesa stava nella porta della camera da letto, con una lepre rosa nelle sue mani. Mi sono ricordato di come le ho regalato questo lepre lo scorso anno, tre di noi hanno inventato nuovi nomi divertenti per lui e hanno interpretato ruoli da fiaba.

- Che cosa sei, piccola? - Mi sono alzato dal letto.

"Voglio venire con te," sussurrò, strisciando sotto la mia coperta e premendo la sua guancia contro la mia spalla, "Papà, ti manca tua mamma, probabilmente molto triste per essere annoiato, andiamo?"

Poi guardai Polina e il mio cuore si interruppe. Mi dispiaceva per me stesso, pensavo di essere il più infelice del mondo. E accanto a me nella mia vita c'era un tesoro prezioso, che sono riuscito a dare alla mia cara. E questo tesoro era pessimo come me, se non peggio. Abbracciai la mia ragazza e le baciai i capelli biondi e ondulati, esattamente come aveva fatto sua madre.

Fai clic su "Mi piace" e ottieni solo i migliori post su Facebook ↓

In memoria della poesia di mia madre morta

Guardo il cielo senza fermarmi e vedo lì il mio sguardo doloroso.
L'anima fa male e crede, soffrendo che là sarai caldo nel Giardino dell'Eden.
Leggero e duro allo stesso tempo, per il resto della preghiera nell'immagine.
Voglio credere che l'anima sia imperitura, ma una lacrima sanguina dalla memoria.


Ritornerei mamma per un momento
Dì tutto ciò che non ha avuto il tempo di dirglielo
Abbracci come prima delicatamente - delicatamente
E accarezzando le spalle, baciando le mani...
E dimmi come non abbastanza
E chiedi perdono per tutto...
Siediti, aggrappati, mani che non ti lasciano andare
E parla e parla con lei di tutto...
Dopotutto, lo so alla porta dell'appartamento
La mamma non sarà mai in grado di accedere
Non baciare, non spremere, come prima
Non chiedere come sono ora i miei affari...
Mamma, tesoro, caro
Rimane solo il ricordo di te
E il dolore che batte e il tempo non ha salvato...
Mi manchi molto mamma,
Mi manca così tanto da dire
Come voglio che tu sia lì.
Ma non c'è modo, non c'è modo di tornare indietro.
Madre, caro, caro...
Dove dovrei mettere il mio dolore...
L'anima urla dentro istericamente,
Mi mancherai sempre...


Mamma, quanto male senza te
Quanto a volte ti manca
Alzo gli occhi al cielo
Ma, Signore, il tuo sguardo non invia.
Chiedo, LUI, bene, almeno una volta,
Dammi Mamma, una faccia viva da vedere,
Ma dai cieli solo una goccia di pioggia
Sussurra silenziosamente, mamma, ti vede.


Mi manchi, mamma...
Ancora fresco nel cuore della ferita,
E il dolore della perdita non è passato,
Mi manchi mamma
Voglio che tu sia vivo.
Nessun giorno, quindi non ricordavo
Non posso venire da te
L'appartamento è vuoto,
E il ritratto è appeso al muro.
So che non sei morto.
Sei sempre da qualche parte nelle vicinanze.
Fa male, la mia anima urla
Io non ti vedo Dove sei mamma?
Ti chiamo, come nell'infanzia I,
Ma tu non mi senti,
Quanto mi manchi,
Mi sento molto male...
Mamma, mi senti?


Sai, mamma, la vita si è fermata,
Da quando te ne sei andato, non andando avanti,
E potrei vivere in un modo diverso,
Sì, solo il cuore dall'interno si restringe e brucia.
Dimmi, mamma, perché è successo?
Dopotutto, non ci aspettavamo di andarcene.
E non c'è gioia. tutto è cambiato così tanto
A volte il dolore non si addormenta nemmeno.
Perdonami, mamma, che a volte ero arrabbiato,
Oh, se sapessi che non vivi per sempre,
Pregherei per te giorno e notte,
Che peccato che tu non abbia restituito nulla.


Accendo una candela per il resto, ricordo la tua voce, madre!
E il cielo è occhi blu, non puoi guardarli dentro.
Ti sei preso cura della tua famiglia, ci hai dato il tuo amore.
Vnuchat si incontrò alla porta, invitò sempre gli ospiti al tavolo.
Si è preso cura della casa. Oh! Quanto potere hai dato.
Già non ti lascerai per accompagnarti, ti auguro la felicità sulla strada!
La tristezza nella mia anima non è placata. Accendo una candela per il resto.
RICORDO LA VOCE DELLA MAMMA!


La mamma non muore mai
Smette semplicemente di essere vicino.
A volte cerco di immaginare..
Come se vivessi lontano.
Se puoi scrivere le sue lettere,
Per dire come amo l'alba..
Solo aspettare una risposta è purtroppo inutile..
Dove le lettere della madre non ci sono più.
La mamma non muore mai
Smette semplicemente di essere vicino.
Un angelo ti accompagna, ma il suo amore vive sempre.


MAMA! Quanto mi manchi.
Il mio unico, caro, unico.
Così difficile a volte
Senza il tuo calore, senza gentilezza e forza silenziosa.


Entra tranquillamente nella stanza di mia madre.
Così vuoto. È difficile sopportare!
Ritratto sul tavolo. "Ciao, mamma, - dirò.-
Sai quanto spesso sogno,
Che cosa siamo di nuovo insieme... con il nostro sorriso
La pioggia dal mio cuore viene lavata via,
Domanda seria per non risolverlo - piuttosto
Corro da te Sai
Come, il modo migliore per trovare una via d'uscita
Sempre la tua saggezza salva
Così mi sono perso, ho tolto di mezzo
Sei vicino E la paura scompare!
Mi ricordo come hai pianto, lasciando, -
Dopotutto, questa vita l'amava avidamente.
Il successo ha visto e gloria
A volte - il destino non ha risparmiato. "
Come vuoi portare a spalla -
Non hai abbastanza calore!
Perdonami! "Sussurro a mia madre in un sussurro.
Ma la mamma del ritratto era silenziosa.


Mamma! Memoria eterna per te
Te ne sei andato, ti abbiamo separato per sempre.
Mamma! Ancora lacrime verso in silenzio
Non ti vedrò mai.
Mamma! Come coccolarti da te, voglio
E abbracciare sentirsi calorosamente.
Mamma! E dal dolore piango di nuovo
Mamma! Il mio cuore ripete testardamente.
Mamma! Vedo i tuoi occhi in un sogno
E non voglio incontrare la mattina.
Mamma! Sussurro di nuovo in silenzio
Mamma! Voglio ripetere di nuovo.
Mamma! La tua pace è il nostro dolore eterno
Ancora una volta, ho versato lacrime in silenzio.
Mamma! Te ne sei andato, ti abbiamo lasciato,
Mamma! Eterno ricordo per te...


Oh, mamma-mamma, caro,
Per coccolarti ora,
Mi ricordo spesso di te
E le lacrime gocciolano dagli occhi.
Mi manchi, mamma,
Consigli saggi e calorosi.
La ferita non guarisce dal dolore
All'improvviso, in un altro mondo andato.
L'anima si addolora e il cuore piange,
Davanti ai tuoi occhi, la tua immagine.
Quanta mamma nella vita significa
Lei è amore, conforto, pace.
Mi sento alle mie spalle
Tu, tesoro, ogni giorno,
Angelo custode, lo so -
Hai protetto la mia, mia ombra.
Oh, mamma-mamma, caro,
Quindi vuoi abbracciarti.
Sussurro a me stesso, lasciando cadere le lacrime,
Come mamma difficile da perdere.


Mi manchi molto mamma,
Mi manca così tanto da dire
Come voglio che tu sia lì.
Ma non c'è modo, non c'è modo di tornare indietro.
Madre, caro, caro...
Dove dovrei mettere il mio dolore...
L'anima urla dentro istericamente,
Mi mancherai sempre...


Le nostre madri ci lasciano all'infinito,
In cambio, lascia la tua ultima ora
La sua giovinezza, la tenerezza, il calore,
Fede e gentilezza e cura per noi.
Ci hanno dato la vita, si sono presi cura del meglio che potevamo
E hanno insegnato tutto ciò che più tardi è stato utile.
E loro erano severi con noi, anche se non volevano
Tutti avevano paura che qualcosa sarebbe successo a noi.
Era sempre così, ma ora mamma non è...
La sua stanza è silenziosa, desolante e vuota.
Prima di me sono le immagini di quegli anni lontani:
Mentre mia madre e io saliamo il cavolo in cucina,
Pancake al forno e cena cucinata.
Tagliamo e cuciamo vestiti per bambole,
Giocattoli di maestria, croce ricamata.
Mai nella nostra casa respirava la noia.
La mamma ha cercato di rendere accogliente la nostra casa.
Non mi sono mai pentito di niente per me.
Ho condiviso la mia disgrazia infantile con mia madre.
Sospirava spesso quando maturavo
Di notte pregavo per il destino del mio Dio.
E ora mamma non lo è. È difficile da credere
Che lei non è più, che lei era solo...
Guardo sperabilmente alle porte chiuse:
Forse verrà la mamma, ma lei non è venuta...

Ti piace? Condividi le notizie con i tuoi amici! :)

Cosa fare se si perde una madre morta

Durante l'infanzia, sua madre è andata all'ospedale per due settimane. E mise uno dei fratelli più piccoli in un maglione di fronte alla contea, e lasciò tutti i bambini con suo padre.

Due settimane dopo, torna a casa e vede una foto nell'olio - una piccola nello stesso maglione, appena già sporca, ben indossata, con tracce di zuppa essiccata e altro cibo.

Dice immediatamente a suo padre di guidare, oh ohrenel, segui i bambini?

E lui rispose: guarda, guarda. Tu provi a toglierglielo di dosso, lui immediatamente in un ruggito e ripete: "Mamma, indossa e rimuovi mamma. '

Mi manca mamma.

Perdonami, mamma. Queste notti sono diventate più lunghe senza di te, e le giornate sono più brevi,
ma verso la mattina sono completamente silenzioso, il sole non splende per me nei giorni della tua partenza.
Perdonami, mamma, per tutte le liti, le offese, per piangere in un sogno e impedirti di dormire,
per il fatto che il mio letto è quasi come un posto all'ingresso.

Mi dispiace Oggi ho sognato il tuo sorriso, ma ora vedo solo una mano che pende dal pavimento
E all'inferno con l'estate, e il modo in cui ho lasciato casa per essere solo
Perdonami, mamma, per il fatto che le grida e gli eterni psicopatici, scandali
Sai. Solo ora capisco il tuo affetto, gentilezza e cura
nessuna misura per prezzo.

Mamma piangente Sì, piango spesso negli ultimi giorni. Scusa mamma
Sai, ti ascolterei ora, ti stringo forte e non ti metto mai
Spendo tutte le mie forze su questa amarezza per risparmiare denaro per un monumento,
sulle ghirlande con le tue rose preferite,
conosci mamma, io comprimo la tua foto in mano la sera tardi.
Questo è tutto ciò che tempo è trascorso,
sto aspettando che finisca, realizzando mamma
questo è solo l'inizio

Strano così, strano e molto doloroso, mi uccide in tutto con te separazione
Non so come cucire le ferite e quanti giorni per guarire il mio cuore
Perdonami, mamma, che nulla potrebbe alleviare il tuo tormento
Non posso scaldarmi.
Ora essere distratto da qualche parte fuori dalla finestra, nel cielo con tutti gli uccelli
ma. Ricordo come volevi vedere i miei figli
e come il mio figlioletto avrebbe schiaffeggiato le sue ciglia.

So che la mamma non era la figlia perfetta. Non mi è piaciuto molto il tuo consiglio,
e sputato su tutto "Non andare. Stay,"
Mia madre ora capisce
come prendersi cura e apprezzare, come amare hai bisogno e aiuto. Lo so
E tu giace nel terreno e continua a dire addio a me,
E spero, mamma, mi manchi così tanto.


leggi oggi e scoppiò in lacrime... come se tutto fosse sinceramente scritto.
Mi sento così male senza di lei
Piango ogni giorno
So che questo è male, perché una volta mia madre mi ha detto che quando piangiamo su chi è morto... non è calmo in paradiso. perdonami mamul

Inoltre, Sulla Depressione