Emicrania in gravidanza: come sbarazzarsi dell'emicrania

Ivan Drozdov 12/12/2017 0 commenti

L'emicrania è un intenso dolore unilaterale della testa, la cui causa principale sono i disturbi vascolari. Durante un attacco, una forte pulsazione nelle tempie, nei lobi frontali o nella parte posteriore della testa è accompagnata da sintomi spiacevoli - nausea, vertigini, debolezza, disturbi visivi, tattili e uditivi. I medici hanno identificato una lista specifica di cause comuni di emicrania, che è integrata durante la gravidanza e aggrava la condizione della donna.

Cause comuni di emicrania durante la gravidanza

In diverse fasi della gravidanza, si verificano cambiamenti nel corpo femminile che possono causare dolori di emicrania. Durante questo periodo, manifestazioni più frequenti e intense di attacchi contribuiscono a:

  1. Nelle prime fasi della gravidanza - cambiamenti nel livello di ormoni (estrogeno e progesterone) e lo stato delle navi arteriose come risultato, un doppio carico sul cuore e sul sistema nervoso.
  2. In tarda gravidanza, sensibilità emotiva, insorgenza di dipendenza meteorologica, carico sulla colonna vertebrale e arterie vertebrali.

Spesso, in una donna si osserva un'emicrania prima della gravidanza, e durante il periodo in cui il bambino nasce, le crisi diventano semplicemente più intense. In questo caso, le cause dell'emicrania durante la gravidanza possono essere molto diverse:

  • esposizione allo stress;
  • stanchezza cronica;
  • malattie del sistema nervoso;
  • ipertensione;
  • distonia vascolare;
  • lesioni alla testa con conseguente alterazione della funzione vascolare o lo sviluppo di tumori;
  • ereditarietà;
  • instabilità ormonale;
  • insonnia o sonno prolungato;
  • fattori presenti nella vita di tutti i giorni (aria inquinata, lavorare al computer, fumare, guardare la TV, frequenti liti, scandali, vivere o lavorare in luoghi rumorosi, un odore sgradevole pronunciato).

In alcuni casi, gli attacchi di emicrania con l'inizio della gravidanza regrediscono e le donne durante il periodo di gestazione dimenticano il disagio doloroso e i sintomi associati. Ciò si verifica se lo sviluppo della sindrome del dolore era associato al ciclo mestruale, che dopo la fecondazione dell'uovo scompare per i successivi 9 mesi.

Se durante la gravidanza una donna è preoccupata per gli attacchi di emicrania, è necessario collaborare con il ginecologo per sviluppare una scheda di trattamento in cui descrivere prodotti medicinali e non medicinali sicuri, i dosaggi ottimali e il metodo di somministrazione.

Farmaci durante la gravidanza

Durante la gravidanza, è necessario limitare l'assunzione di qualsiasi farmaco e utilizzare metodi alternativi. Se i dolori di emicrania aggravano la condizione di una donna incinta con la loro intensità e l'uso di sostanze chimiche è inevitabile, quindi, in accordo con il ginecologo, puoi prendere uno degli antidolorifici:

  1. L'ibuprofene ei suoi derivati ​​(Nurofen, Imet) sono prescritti una volta nei primi due trimestri e non è consigliabile prenderlo in un periodo tardivo per evitare complicazioni del travaglio e la chiusura del dotto arterioso in un bambino prima del tempo.
  2. Il paracetamolo e i suoi derivati ​​(Efferalgan, Panadol) sono prescritti alla fine del secondo trimestre e negli ultimi mesi. Nonostante la presenza di molti sintomi avversi quando viene assunto, il farmaco viene indicato come antidolorifici sicuri per le donne in gravidanza.
  3. Gli antidepressivi leggeri (Fluoxetine, Fitoed) sono indicati per le donne in gravidanza la cui emicrania è provocata da instabilità emotiva, paura del parto, sospettosità. In questo caso, prendere il farmaco è una misura precauzionale.
  4. I beta-bloccanti (Atenololo, Propranololo) riducono la pressione arteriosa durante ipertensione a livelli normali e quindi prevengono lo sviluppo di dolore emicranico.
  5. I preparati di magnesio (Magne B6) impediscono lo sviluppo dell'emicrania.

Il ricevimento dei preparati descritti durante il periodo di trasporto del bambino deve essere coordinato con il ginecologo, il quale, quando prescrive il dosaggio, deve confrontare le condizioni della donna incinta e i rischi di influenza degli agenti chimici sullo sviluppo del feto.

Se sei sopraffatto da un'emicrania durante la gravidanza, durante questo periodo non puoi assumere triptani, così come i farmaci in cui la sostanza principale è analgin, aspirina, alcaloide della segale cornuta, sostanze narcotiche. In casi eccezionali, con attacchi gravi, possono essere prescritti da un medico se la scelta tra il feto e la donna incinta è fatta a favore della salute e della vita di quest'ultimo.

Descrivi il tuo problema con noi, o condividi la tua esperienza di vita nel curare una malattia, o chiedi consiglio! Parlaci di te proprio qui sul sito. Il tuo problema non verrà ignorato e la tua esperienza aiuterà qualcuno! Scrivi >>

Trattamento dell'emicrania durante i rimedi popolari della gravidanza

Con moderati attacchi di dolore, i farmaci possono essere sostituiti con rimedi popolari disponibili:

  • Al momento del mal di testa, applicare un impacco freddo sulla parte frontale.
  • Prendi una foglia di cavolo fresco, schiacciatela un po 'con le mani, attaccala alla parte dolorosa della testa e avvolgila sopra con un panno. Comprimere dovrebbe essere tenuto sulla testa fino a quando il mal di testa scompare.
  • Con una pressione ridotta, è necessario bere tè caldo con aggiunta di zucchero, in caso di ipertensione, aggiungere il limone alla bevanda.
  • Usa il balsamo "Star", strofinandolo delicatamente sulle tempie, sulla zona della fronte.
  • Prendi un uovo crudo e freddo, attaccalo all'area della sezione superiore delle vertebre cervicali e tienilo premuto finché non diventa caldo.
  • Durante l'attacco, inalare gli oli essenziali di arancia, limone, lavanda, melissa.
  • Fai un leggero massaggio del cuoio capelluto con un pettine. Per fare questo, è necessario pettinare i capelli prima in una direzione, poi nell'altra.
  • Utilizzare una cipolla cruda per l'impacco, che deve essere pretagliato a metà e quindi applicato al sito del dolore.

Le donne incinte devono fare attenzione con l'uso di infusioni di erbe medicinali, poiché alcune di esse possono causare aborto o influire negativamente sulle condizioni del feto. In questo caso, un ginecologo deve prescrivere un tipo specifico di erba, come un farmaco.

Prevenzione dell'emicrania nelle donne in gravidanza

Le misure preventive svolgono un ruolo significativo nel ridurre la frequenza degli attacchi di emicrania durante la gravidanza e la loro intensità, che è molto importante per le donne che portano un bambino. Prima di tutto, è necessario rivedere la solita routine quotidiana, per escludere da essa i fattori che provocano un'emicrania. Per fare ciò, è consigliabile tenere un diario in cui registrare il tempo e la durata degli attacchi, la loro intensità e gli eventi che hanno preceduto lo sviluppo del dolore.

Durante la gravidanza, per prevenire lo sviluppo del dolore emicranico, una donna deve seguire misure semplici ma efficaci:

  • Garantire un sonno sano per 8-9 ore in una stanza ben ventilata;
  • Fare passeggiate regolari nell'area del parco, se non ci sono controindicazioni al ginecologo per camminare;
  • Elimina la disidratazione. Per fare questo, utilizzare fino a 2 litri di liquidi al giorno, a condizione che la donna non abbia patologie dei reni;
  • Escludere visitando luoghi pubblici rumorosi durante la gravidanza;
  • Rifiutarsi di viaggiare in paesi con un clima diverso;
  • Sviluppare un "menu sano", abbandonando noci, spezie piccanti, formaggi duri e lavorati, cioccolato fondente, bevande alcoliche;
  • Mangi i piccoli pasti, ma spesso;
  • In consultazione con il ginecologo per impegnarsi in terapia fisica;
  • Eliminare il surriscaldamento al sole o, al contrario, il raffreddamento eccessivo;
  • Periodicamente, in consultazione con il medico, effettuare un leggero massaggio rilassante della zona del collo e del collo, della testa;
  • Per prevenire lo sviluppo di emicrania sullo sfondo di disordini e paure inerenti alle donne in gravidanza, con l'aiuto di tè e decotti lenitivi.

Sentiti libero di porre le tue domande proprio qui sul sito. Ti risponderemo! Fai una domanda >>

Le misure preventive, così come il trattamento dell'emicrania, devono essere coordinati e aggiustati con il ginecologo, a seconda dello stato della donna incinta. Solo un approccio individuale aiuterà a ridurre il numero di attacchi e faciliterà il corso della gravidanza.

Cosa fare se si soffre di emicrania durante la gravidanza. Trattamento non farmacologico e farmacologico

Esiste una chiara relazione tra i cambiamenti nel background ormonale di una donna e la frequenza del mal di testa in lei. Le donne incinte ne soffrono più di altre: un aumento dei carichi sul corpo e cambiamenti significativi nei livelli ormonali possono aumentare significativamente la frequenza e l'intensità degli attacchi di emicrania.

La situazione è complicata dal fatto che la maggior parte dei farmaci che possono efficacemente fermare l'emicrania durante la gravidanza sono banditi. Cosa fare in questa situazione? Esistono modi non farmacologici per ridurre il mal di testa, che dovrebbe essere ricondotto in primo luogo.

  1. I mezzi efficaci, accessibili e sicuri per ridurre l'aspetto dell'emicrania sono bevande calde contenenti caffeina (tè, caffè). È dimostrato che la caffeina con il suo uso moderato non influisce negativamente sul feto, quindi questo metodo può essere utilizzato in qualsiasi periodo della gravidanza senza restrizioni. Il glucosio contenente zucchero è il principale substrato nutritivo per il cervello che supporta le cellule cerebrali in condizioni di insufficiente afflusso di sangue a causa del vasospasmo.
  2. Un altro modo efficace per affrontare il dolore è freddo. È possibile utilizzare uno speciale impacco di ghiaccio o una normale bottiglia di plastica con acqua ghiacciata, anche solo cubetti di ghiaccio per le bevande. Ci sono anche speciali "accumulatori di freddo": una busta con contenuti gelatinosi, che prende la forma di un corpo e mantiene la sua temperatura per lungo tempo. L'unica avvertenza è che prima di applicare, è necessario avvolgere il ghiaccio in un panno o un asciugamano per evitare il congelamento della pelle.
  3. Lo stesso effetto ha una doccia fredda. Sarà sufficiente anche semplicemente lavare o bagnare la testa con acqua fredda.
  4. Il massaggio della zona del collo aiuterà anche a ridurre il mal di testa. Se non ci sono persone nelle vicinanze che possono darti un massaggio, massaggia le tempie, il collo e il cuoio capelluto. Il massaggio dovrebbe iniziare con leggeri movimenti di carezza, passando gradualmente a quelli più intensi. La forza d'impatto deve essere selezionata in modo che le sensazioni siano piacevoli, ma non troppo deboli.
  5. L'esercizio leggero, come camminare, contribuirà ad aumentare il flusso di sangue dal cervello ai muscoli, riducendo così la pressione nei vasi cerebrali e le manifestazioni di emicrania.

Trattamento farmacologico dell'emicrania durante la gravidanza

La gamma di farmaci che possono essere prescritti durante la gravidanza è gravemente limitata a causa del loro possibile effetto sul feto. Non sono stati condotti studi di sicurezza su vasta scala di vari farmaci antifungini. Ci sono solo osservazioni cliniche separate di donne che hanno trattato l'emicrania durante la gravidanza con farmaci. Che cosa succede se i metodi di assistenza non aiutano ad affrontare un attacco di mal di testa? Empiricamente, sono state formulate diverse regole per l'uso di farmaci in donne in gravidanza con emicrania.

  • È necessario trattare con cura la fitoterapia. Nonostante l'apparente sicurezza di questo metodo, alcune erbe possono provocare un aborto spontaneo.
  • La maggior parte dei farmaci antinfiammatori non steroidei può essere utilizzata durante la gravidanza senza danni al nascituro. Le forme solubili di questi farmaci sono particolarmente convenienti: vengono assorbite rapidamente e iniziano immediatamente ad agire. È molto importante assumere antinfiammatori non steroidei nelle prime 2 ore dall'insorgenza di un attacco di emicrania. Solo in questo caso saranno in grado di agire pienamente. Le combinazioni di FANS con caffeina sono molto efficaci. Sfortunatamente, i prodotti finiti prodotti dall'industria farmaceutica contengono antidolorifici che sono proibiti per l'uso da parte delle donne incinte. La sostituzione adeguata sarà FANS in combinazione con tè o caffè.
  • Sali di magnesio - farmaco abbastanza efficace e sicuro per le donne incinte.
  • In casi estremi, possono essere prescritti i triptani. Questo è il modo più moderno ed efficace per trattare l'emicrania. Al momento, i dati raccolti in modo retrospettivo ci consentono di dire con certezza che la maggior parte dei preparati triptani non influenzano lo sviluppo del feto. La ricezione accidentale di triptani da parte di una donna che non sa della sua gravidanza non peggiorerà la salute del futuro bambino. Inoltre, a causa della scarsa consapevolezza degli effetti dei triptani, è impossibile raccomandarne l'uso sistematico da parte delle donne in gravidanza. Nel caso di emicrania in una madre che allatta, i triptani non dovrebbero essere presi se non assolutamente necessario. Se è impossibile gestirli senza assumerli, è consigliabile bere la pillola immediatamente dopo l'alimentazione, in modo che dalla successiva alimentazione la concentrazione del farmaco nel latte diminuisca.

Prevenzione dell'emicrania

A causa delle possibilità estremamente limitate di trattamento farmacologico dell'emicrania durante la gravidanza, le possibilità di prevenzione vengono alla ribalta.

  • È estremamente importante osservare la modalità razionale del giorno. Un sonno completo, sufficiente riposo durante il giorno aiutano a ridurre la frequenza degli attacchi di emicrania. Un sonno troppo lungo può anche influire negativamente sulla condizione della donna incinta. Non è auspicabile dormire meno di 7 e più di 9 ore al giorno.
  • Una corretta alimentazione è molto importante. Mangiare come alimenti naturali possibile, evitare sottaceti, sottaceti, cibi piccanti, grassi e fritti. Rompere la quantità giornaliera di cibo in piccole porzioni - preferibilmente 5-6 piccoli pasti durante il giorno.
  • Bevi molta acqua. Il bisogno di donne in gravidanza per aumentare i liquidi, e la sua carenza provoca ispessimento del sangue e può provocare attacchi di emicrania.
  • Durante la gravidanza, non è auspicabile fare lunghi viaggi o muovere - un brusco cambiamento climatico, una situazione può essere provocata da un attacco di emicrania.
  • Non dimenticare di regolare esercizio fisico. Ogni giorno, la futura mamma dovrebbe camminare per almeno un'ora. È anche auspicabile eseguire esercizi speciali per donne in gravidanza, esercizi di respirazione. Ci sono tipi di yoga progettati specificamente per le donne incinte. Questi metodi sono garantiti per non danneggiare il bambino. Gli esercizi regolari di yoga e respirazione ti aiuteranno anche a imparare come affrontare lo stress e le situazioni quotidiane difficili, per reagire meno emotivamente a loro. Quindi riduci significativamente il numero di fattori emicranici che provocano.
  • Le sessioni di terapia riflessiva possono entrambe aiutare a combattere l'attuale attacco di emicrania e ridurre la loro frequenza in futuro.
  • Il massaggio è un ottimo strumento per la prevenzione dell'emicrania. È possibile visitare un massaggiatore professionista o insegnare a qualcuno dei parenti le basi del massaggio. Quando l'emicrania è importante per evitare tecniche troppo intense, il massaggio dovrebbe essere rilassante. A seconda della situazione, è possibile ricevere contemporaneamente il massaggio dell'area del collo, della testa, della schiena o di tutte queste aree.
  • Puoi fare autonomamente un massaggio a punti del viso e della testa. Presta attenzione all'area tra le sopracciglia, la parte superiore del collo e gli angoli degli occhi: si tratta di zone riflesse che aiutano a ridurre il mal di testa. Ci sono punti simili sui palmi e sui piedi tra il primo e il secondo dito.
  • È estremamente importante nella prevenzione degli attacchi di emicrania è quello di creare un regime protettivo per la futura madre. È necessario evitare ogni tipo di stress, stress mentale. L'atmosfera nella casa dovrebbe essere il più confortevole possibile. Il supporto dei propri cari è importante.

Un altro modo importante per ridurre la frequenza degli attacchi di emicrania è la psicoterapia. Insegnare a una donna tecniche di rilassamento, reazione allo stress, contribuirà a ridurre la frequenza degli attacchi di emicrania.

Va ricordato che con la maggior parte delle donne, gli attacchi di emicrania diventano meno comuni con la maggior parte delle donne. Ciò è dovuto alla quantità crescente di estrogeni nel corpo e alla preparazione per il parto. Se nel primo trimestre meno della metà delle donne registra una diminuzione delle crisi, nel terzo quasi il 90% delle donne smette di preoccuparsi dell'emicrania. Pertanto, è estremamente importante osservare le misure preventive massime nella prima metà della gravidanza. Nella seconda parte, il corpo stesso contribuirà a far fronte alla malattia. Tuttavia, non puoi lasciare un'emicrania senza trattamento. In questo caso, il corpo è costretto a collegare le proprie riserve per combattere il mal di testa. Ovviamente, faranno fronte all'attacco. Ma gli attacchi ripetuti porteranno all'esaurimento delle riserve compensative del corpo. Gli attacchi procederanno sempre più difficile. Inoltre, ripetuti attacchi di emicrania non trattati causano l'esaurimento dei meccanismi antidolorifici del corpo, che sono estremamente importanti durante la gravidanza e il parto.

Emicrania e gravidanza: come pianificare, come trattare in modo sicuro

Molte donne con emicrania hanno paura di pianificare una gravidanza. Queste paure sono giustificate - a giudicare dalle istruzioni, il 99% dei farmaci non può essere assunto nella posizione. Tuttavia, una revisione degli studi sull'emicrania durante la gravidanza ha mostrato che le opzioni di trattamento sono disponibili.

La buona notizia è che fino all'80% delle donne sperimentano sollievo dagli attacchi nel primo trimestre (specialmente nel gruppo con emicrania mestruale), fino al 60% se ne dimentica fino alla fine dell'allattamento al seno. Nel 4-8% delle future mamme il miracolo non accade, è stato per loro che ho condotto la mia ricerca.

Informazioni su fonti e letteratura alla fine dell'articolo con un commento dettagliato.

L'emicrania influisce sulla gravidanza?

Potenziali problemi sono possibili e devi conoscerli in anticipo. Ma se siamo attenti a noi stessi e raccogliamo un piccolo bagaglio di conoscenze, sarà più facile sopravvivere a questo periodo.

L'ansia può causare gravi attacchi con aura, che durano più a lungo di un giorno e continuano nel secondo e terzo trimestre. Tali condizioni possono provocare preeclampsia e alcune altre complicazioni (nell'articolo non voglio scrivere dati statistici spaventosi, ma la fonte per l'autoapprendimento dovrebbe indicare 1).

L'emicrania non ha effetti diretti sul feto. Tuttavia, il bambino viene indirettamente danneggiato dalla cattiva salute della mamma, dalla mancanza di sonno e dal digiuno durante gli attacchi gravi. Il basso peso del bambino è l'effetto negativo più frequente della malattia. Pertanto, nei casi più gravi, devi cercare di fermare l'attacco e non provare a sopportarlo.

Quali sintomi dovrebbero allertare la futura mamma

Alcuni sintomi di emicrania, soprattutto manifestati per la prima volta, possono essere un motivo per vedere un medico (urgente):

  • In primo luogo hai sperimentato un'aura o dura più di un'ora;
  • Alta pressione (misura sempre, anche quando si presume che sia arrivato un tipico attacco);
  • Il dolore è venuto improvvisamente e ha raggiunto la massima intensità in 1 minuto;
  • La temperatura è aumentata, i muscoli del collo sono in spasmo (si deve chiamare una joint venture);
  • Luce simultanea e paura del suono;
  • Il mal di testa non è unilaterale, ma altrettanto forte e pulsante;
  • Cambiare la natura del dolore;
  • Il primo attacco arriva alla fine del secondo o terzo trimestre.

Il medico valuterà attentamente le manifestazioni atipiche ed escluderà altre malattie, potrebbe pre-esaminare.

Come rimuovere un attacco di emicrania nelle donne in gravidanza

Per ragioni etiche, le donne nella posizione non sono autorizzate a partecipare a nessuna ricerca sui farmaci controllati. Pertanto, nelle istruzioni della stragrande maggioranza dei farmaci, la gravidanza è una controindicazione da ricevere - non possiamo provare direttamente la sicurezza. Ma questo non significa che "tutto è impossibile".

Le tavole sono adattate da Nature Reviews Neurology 11, 209-219 (2015). L'originale e la traduzione sono nell'appendice alla fine dell'articolo.

Abbiamo accesso a osservazioni terapeutiche e cliniche fatte in registri speciali in tutti i paesi sviluppati. In base ai risultati delle revisioni sistematiche dei dati di tali registri, i medici traggono conclusioni sulla sicurezza dei farmaci.

Questo articolo è il risultato di alcune dozzine di recensioni recenti.

Inizierò con l'artiglieria pesante. Un atteggiamento cauto è ancora conservato nei confronti degli agonisti della serotonina 5-HT1 - i triptani. Tuttavia, l'esperienza dell'applicazione si sta accumulando e appaiono sempre più dati incoraggianti.

triptani

Questa è una classe relativamente giovane di farmaci, ma tutte le emicranie hanno familiarità con loro, in quanto questo è il "gold standard" del trattamento. Il più studiato è il Sumatriptan, approvato per l'uso nel 1995 - una storia clinica di una sostanza di 20 anni.

Degli otto triptani attualmente utilizzati, ha l'effetto vasocostrittore meno pronunciato e non causa la contrazione uterina. Il sumatriptan può essere considerato un'alternativa terapeuticamente sicura per le donne incinte che manifestano un peggioramento dell'emicrania nel primo trimestre.

I dati clinici sono sempre più numerosi e non mostrano l'impatto negativo del sumatriptan sul corso della gravidanza e sulla salute del bambino. Tuttavia, per le donne con una storia di emicrania, c'è sempre un numero statisticamente significativo di neonati che pesano meno di 2500 g (e quelli che hanno preso il medicinale e non).

Letteralmente prima della pubblicazione dell'articolo, ho trovato il più recente manuale di addestramento medico britannico, in cui c'è un sumatriptan nelle raccomandazioni con un poscritto: "non sono stati identificati esiti avversi, è possibile raccomandare".

Non molto tempo fa ha iniziato a condurre ricerche sulla placenta vivente: non più del 15% di una singola dose minima supera la barriera. Questa quantità di sostanza non ha alcun effetto sul feto 2. La ricezione nel periodo prenatale deve essere interrotta, poiché la sostanza può aumentare il rischio di emorragia postpartum. Questo è direttamente correlato al suo meccanismo d'azione.

I più grandi studi di AC5-NT1 sono condotti da norvegesi, svedesi e danesi. Hanno registri medici fenomenali in cui tutto è documentato. Raccomando di fare conoscenza con la recensione norvegese, in quanto contiene una serie di informazioni preziose che l'articolo non è adatto 3.

Farmaci antiinfiammatori non steroidei (FANS)

L'ibuprofene, il naprossene e il diclofenac sono considerati una scelta relativamente sicura nel secondo trimestre, ma non sono raccomandati in I e III. L'ibuprofene deve essere evitato dopo 30 settimane a causa dell'aumentato rischio di chiusura prematura del dotto arterioso e acqua bassa. Alcuni studi basati sulla popolazione confermano problemi con i FANS nel primo trimestre, altri no.

Una meta-revisione di tutti gli studi su ibuprofene per l'emicrania indica che è più efficace del placebo in media del 45%.

L'ammissione di FANS impedisce la concezione e aumenta seriamente il rischio di aborto spontaneo.

L'aspirina in dosi minime può essere somministrata fino al terzo trimestre, non più tardi di 30 settimane (non più di 75 mg al giorno), se ha portato ad alleviare l'emicrania prima della gravidanza. Se l'aspirina non ha aiutato, non ha senso prendere rischi, poiché influenza la funzione delle piastrine del bambino.

analgesici

Il paracetamolo (acetaminofene) è il farmaco di scelta per alleviare il dolore durante un attacco. Più efficace in combinazione con aspirina e caffeina (il nostro Citramon o Citrapack). La caffeina in questo caso agisce come un trasporto, aiuta l'assorbimento delle sostanze e la sua quantità nella compressa non reca alcuna azione eccitante. È necessario ricordare le restrizioni sull'assunzione di acido acetilsalicilico.

Il Journal of Headache and Pain (2017) 18: 106 pagina 11 afferma: "Sulla base dei dati sopra riportati, paracetamolo 500 mg o in combinazione con aspirina 100 mg, metoclopramide 10 mg o 50 mg tramadolo è raccomandato come prima scelta di trattamento sintomatico di grave attacchi. "

Alcune donne interrompono un attacco con paracetamolo, se hanno il tempo di prenderlo nei primi minuti dopo aver acceso l'aura.

Acetaminofene o paracetamolo

Un ampio studio danese ha mostrato un aumento statisticamente significativo dell'iperattività nei bambini la cui madre ha assunto almeno 2 dosi di paracetamolo a settimana durante la gravidanza. Altre recensioni non trovano correlazioni simili. Certamente, il dosaggio e la frequenza di somministrazione sono cruciali.

caffeina

Ci sono ragazze fortunate che possono moderare il dolore emicranico con una tazza di caffè. A volte questo trucco si ottiene anche da me. Il caffè è il modo più semplice e sicuro per aiutare te stesso durante un attacco. Non ci sono prove dell'impatto negativo delle dosi di caffeina per uso domestico sulla gravidanza e sul feto (2 tazze al giorno). Se la caffeina ha aiutato prima, non abbandonarla in posizione.

Oppioidi e oppioidi

Solo debole, come tramadol e codeina. Una dose singola o doppia è consentita per l'intero periodo prenatale, se nessuno dei risultati sopra descritti. Gli oppioidi vegetali sono rari, ma il tè con salvia deve essere scartato (in aggiunta agli oppiacei nella composizione, si ritiene che causi contrazioni uterine).

Anche se il tramadolo era efficace per alleviare il dolore prima della gravidanza, provare altre opzioni. Molto probabilmente, durante questo periodo, gli oppiacei aumenteranno la nausea e non ci sarà alcun punto nella loro ammissione. Anche se capisco molto bene l'emicrania, tenendomi stretto per quello che ha aiutato per la prima volta. Il problema principale è il dolore cronico, che diventa rapidamente fisso durante l'assunzione di oppiacei. Nel corso del tempo, non ci sarà nulla per arrestare gli attacchi.

antiemetico

La metoclopramide e la ciclizina sono talvolta prescritte per tossicosi grave e non meno efficace domperidone non è ben compreso. L'antiemetico allevia significativamente i sintomi dell'emicrania e aumenta la probabilità di lavorare direttamente sul farmaco (consigliato in associazione con sumatriptan) 4.

La cloropromazina e la proclorperazina sono rigorosamente fino al terzo trimestre. Doxilamina, antagonisti del recettore H1 dell'istamina, piridossina, diciclomina e fenotiazine non sono stati osservati in effetti avversi sul feto e sulla gravidanza, ma sono prescritti molto meno frequentemente rispetto alla metoclopramide. Il problema dell'antiemetico - effetti collaterali, evitare la ricezione sistematica.

Trattamento preventivo dell'emicrania nelle donne in gravidanza

Il gruppo di misure preventive comprende farmaci, integratori alimentari (integratori alimentari) e parte della fisioterapia: massaggi e agopuntura. Non giurerò sull'agopuntura qui, inoltre, nell'ambito della psicoterapia placebo, aiuta con i disturbi del dolore e dell'ansia (agopuntura per l'emicrania episodica). Ho esaminato alcuni manuali inglesi - non una parola sull'agopuntura, è già bello.

farmaci

Quasi tutto ciò che di solito è raccomandato per la prevenzione dell'emicrania, non è adatto per le future mamme: beta-bloccanti, antiepilettici, antidepressivi, ACE, ARB, calcio antagonisti e tossina botulinica A (BTX-A) finora poco studiata.

Tutto questo è usato per trattare l'ipertensione, la depressione e l'epilessia. Non prescriviamo tali farmaci a noi stessi, pertanto, quando si pianifica una gravidanza, è necessario chiedere al medico la riduzione della dose o la possibilità di ritiro temporaneo di determinati farmaci da questi gruppi.

Beta-bloccanti

Con farmaci antipertensivi come metoprololo e propranololo, tutto è complicato. La maggior parte dei dati converge al fatto che è necessario smettere gradualmente di prenderli prima del concepimento.

Il propranololo ha una solida base di evidenze per la prevenzione dell'emicrania e in alcuni casi è necessario per i pazienti ipertesi, compresa la situazione. Allora il suo ricevimento continua alla dose più bassa possibile rigorosamente fino al secondo trimestre.

Lisinopril, enalapril e altri adiuvanti sono strettamente impossibili. Verapamil rimane il farmaco di scelta nella dose minima (1). Tutti i beta bloccanti vengono cancellati prima del terzo trimestre.

Farmaci antiepilettici

Valproato e topiramato sono molto efficaci, ma sono proibiti durante la preparazione per il concepimento e la gravidanza. Non vi è alcun dubbio sulla teratogenicità di questi farmaci. La lamotrigina per il trattamento del disturbo bipolare a volte viene prescritta per l'emicrania e sebbene il farmaco abbia un buon profilo di sicurezza durante la gravidanza, la sua efficacia non è migliore del placebo (antiepilettici per la profilassi dell'emicrania episodica negli adulti).

antidepressivi

L'uso dell'antitriptilina triciclica più corretta è considerato sicuro (10-25 mg al giorno 6). Il suo effetto negativo sulla gravidanza e sul feto non è stato dimostrato, ma vi è evidenza di un aumento del rischio di preeclampsia nelle donne con depressione che la prendono sistematicamente.

Tuttavia, Amitriptilina viene proposta come scelta di seconda linea dopo i beta-bloccanti, come misura preventiva. Entro la trentesima settimana, tutti gli antidepressivi vengono gradualmente cancellati.

Integratori alimentari

La medicina complementare (la stessa alternativa) non è il modo migliore per trovare metodi sicuri per rimuovere un attacco grave. Ma alcune delle solite sostanze sicure che non sono medicinali possono aiutare nella prevenzione.

magnesio

Ha un livello B di provata efficacia per la prevenzione dell'emicrania (letteralmente: livello B: i farmaci sono probabilmente efficaci). È sicuro durante la gravidanza (eccezione: la somministrazione per via endovenosa per più di 5 giorni può influire sulla formazione del tessuto osseo del bambino).

Studiando il materiale per questo articolo, ho trovato l'ultima meta-revisione degli studi sul magnesio nella terapia dell'emicrania (2018). Il citrato di magnesio (citrato) è ancora il più biodisponibile (dosaggio raccomandato 600 mg), il peggiore di tutti è l'ossido. Il sito ha un articolo separato sul trattamento dell'emicrania con il magnesio, che integrerò con gli ultimi dati.

C'è solo una condizione: il magnesio funziona se c'è un deficit nei set. Tuttavia, vale la pena provare, se c'è una scelta tra integratori alimentari e artiglieria pesante.

Piridossina (vitamina B6)

Riduce il numero di attacchi e attenua notevolmente la nausea. La sicurezza della piridossina durante la gravidanza è stata dimostrata a dosi molto elevate negli animali, approvate dalla FDA. L'esatto meccanismo d'azione non è completamente compreso, più su questo nella fonte. Vi sono raccomandazioni specifiche sul dosaggio: 80 mg B6 al giorno o in combinazione con altri supplementi di 25 mg al giorno (ad esempio acido folico / B12 o B9 / B12).

Piretro (tanaceto vergine)

Una nuova sostanza con dati contrastanti sia sull'efficacia che sulla sicurezza. Conosciuto più dalla versione purificata del MIG-99. Esiste il rischio di contrazioni uterine, mentre il Partenio non è nelle raccomandazioni delle recenti recensioni.

Coenzima Q10

Livello C: Efficacia non provata, ma possibile. Ci sono dati sulla prevenzione della pre-eclampsia, quindi è raccomandato come integratore alimentare (per qualche motivo, la società canadese di emicrania raccomanda in particolare).

Riboflavina (Vitamina B2)

Livello B. Tutti lo conoscono come un agente profilattico per l'anemia da carenza di ferro. Esiste un dosaggio raccomandato per il trattamento dell'emicrania con riboflavina: 400 mg al giorno. Per le future mamme, il dosaggio può variare.

melatonina

A giudicare da diversi studi (nessuna recensione ancora), la melatonina è sicura ed efficace per il trattamento delle emicranie nelle donne nella posizione. La biodisponibilità della melatonina dalle droghe è una grande domanda per ora. Tuttavia, diversi piccoli studi controllati con placebo hanno mostrato la significatività statistica dei risultati rispetto al placebo e all'amitriptilina nella prevenzione degli attacchi 8. Se avete problemi con il sonno oi ritmi circadiani, perché non provare la melatonina - questa potrebbe essere un'alternativa agli antidepressivi 9.

Blocco nervoso con iniezioni di anestetico

Il metodo utilizzato in casi senza speranza, con emicrania refrattaria. La procedura è un'alternativa alle combinazioni di anticonvulsivi + antidepressivi + oppioidi. Il blocco dei nervi periferici non è raro ora, ma è evitato dalle donne in posizione. L'occidente accumula sempre più dati sul blocco nelle donne in gravidanza, i risultati sono più che ottimistici 10. In alcuni casi, i sequestri non tornano prima di sei mesi.

Le iniezioni sono date in una o più aree: il grande nervo occipitale, il nervo aurico-temporale, sovraorbitario e supranucleare (lidocaina 1-2%, bupivacaina allo 0,5% o corticosteroidi). Il sollievo dal dolore si verifica immediatamente nell'80% dei casi. Una piccola percentuale di persone non aiuta affatto.

La procedura è meglio nota come blocco del nervo occipitale. La lidocaina è sicura, la bupivacaina è condizionatamente sicura (meno dati) e l'uso topico di steroidi è ancora in discussione. Di tutti i metodi di trattamento per il mal di testa cronico, il blocco della lidocaina è il più promettente nel contesto della gravidanza.

Conclusioni. Un'attenta attenzione alla scelta dei farmaci dovrebbe essere già in fase di progettazione. È particolarmente importante risolvere il problema con i farmaci profilattici, che prendiamo regolarmente - quasi tutta la prevenzione si arresta gradualmente prima ancora del concepimento. Un po 'di conoscenza in più non farà male, anche se sei completamente sicuro del tuo dottore.

Come trattare l'emicrania durante l'allattamento

Il processo di allattamento protegge fino all'80% delle donne dalle emicranie. Se le convulsioni sono tornate, è molto più facile controllare la condizione durante questo periodo rispetto alla gravidanza. È sufficiente conoscere la concentrazione del farmaco nel latte e la sua capacità di essere assorbito dal bambino 12.

Il paracetamolo è considerato il più sicuro durante l'allattamento. La concentrazione nel latte materno è bassa, il metabolismo nei bambini è più o meno lo stesso degli adulti. Nell'intera storia delle osservazioni cliniche, è noto un caso di rash neonatale (2 mesi) dopo esposizione al paracetamolo attraverso il latte materno.

I FANS sono compatibili con HB, l'ibuprofene è raccomandato nel numero di farmaci scelti a causa della sua breve emivita (circa 2 ore). L'escrezione in GM è bassa, non sono stati segnalati effetti collaterali. Diclofenac e naproxen devono essere assunti con cautela, somministrati dopo 4 ore. Questi sono farmaci del secondo gruppo di scelta.

Sono consentite singole dosi di aspirina irregolari, ma in generale le polemiche non si attenuano sull'acido acetilsalicilico. La sostanza ha un alto livello di escrezione, colpisce le piastrine del bambino.

I triptani, anche le iniezioni, quasi non passano nel latte materno. Ma la misura precauzionale conservativa (valida dal 1998) non è stata ancora cancellata - 12 ore di pausa tra alimentazione e alimentazione. Data l'emivita del sumatriptan a circa 1 ora e la biodisponibilità estremamente bassa, 12 ore sono eccessive. La ricerca più moderna raccomanda di riprendere l'alimentazione dopo il recupero da un attacco.

Eletriptan fu poco studiato durante la gravidanza, ma per il periodo dell'allattamento è più preferibile del sumatriptan. Il fatto è che la sostanza è legata dalle proteine ​​del plasma e praticamente nulla viene a GM. È stata valutata la sicurezza complessiva della dose di 80 mg di eletriptan al giorno 11.

Gli oppioidi come cura di emergenza singola sono ammessi, poiché hanno una bassa concentrazione. Parliamo sempre solo di codeina, è il più debole di tutti gli antidolorifici narcotici.

L'ergotamina (alcaloide dell'ergot) è assolutamente impossibile. Questo farmaco è molto debole e i suoi effetti collaterali portano più problemi che sollievo. Accumulo estremamente elevato nel latte, che porta a convulsioni e disidratazione.

L'antiemetico, in particolare la metoclopramide, ha un'escrezione leggermente superiore alla media (è instabile e dipende dal corpo della madre: dal 4,7 al 14,3%), ma è ammessa non sistematicamente durante l'allattamento. Non sono stati riportati effetti avversi sui bambini.

I beta-bloccanti possono essere restituiti dopo la consegna. La maggior parte delle recensioni convergono al metoprololo e al propranololo più studiati. L'escrezione di composti nel latte materno è bassa, fino all'1,4% della dose metabolizzata della madre, che è una quantità trascurabile anche per neonati prematuri e bambini con peso ridotto. Questa è una buona notizia, perché alcuni farmaci devono essere assunti regolarmente.

I farmaci antiepilettici che sono proibiti durante la gravidanza sono consentiti durante l'allattamento. Il valproato non raggiunge quasi GM - 1,7% max., Nel plasma del bambino vengono rilevate solo tracce. Il topiramato dà una concentrazione fino al 23% e, nonostante sia considerato compatibile con l'allattamento al seno, il controllo è necessario nei bambini più piccoli: irritabilità, debole riflesso di suzione, diarrea.

Gli antidepressivi, in particolare l'amitriptilina, possono essere usati come profilassi dell'emicrania nel caso in cui i farmaci di prima scelta non funzionino (beta-bloccanti e integratori alimentari). Compatibile con HB, il livello della sostanza nel latte è basso - fino al 2,5% del tappeto. dose. Il livello nel plasma del bambino è inferiore a quello rilevato o tracciato. Altri antidepressivi non sono considerati, poiché la loro emivita è molto più alta e possono teoricamente accumularsi nel corpo del bambino (non ci sono dati in quanto tali).

Modi, enalapril in particolare, nefrotossico per i neonati. La loro escrezione è estremamente bassa, fino allo 0,2%, ma dato che l'enalapril è assunto quotidianamente, è considerato incompatibile con HB. Alcune fonti parlano di prendere "con cura e controllo".

Magnesio e riboflavina possono anche essere presi. Il loro numero in GM aumenta leggermente.

Conclusioni. Tutti i farmaci efficaci per il trattamento delle emicranie gravi sono compatibili con l'allattamento al seno, in quanto non vengono trasmessi al latte umano in quantità farmacologicamente significative. Dopo aver riletto decine di recensioni e studi, non ho mai ricevuto raccomandazioni sul pompaggio, ma questa scelta rimane sempre con mia madre.

Fonti e letteratura

Voglio attirare l'attenzione sulle fonti di informazione. Tutti gli articoli e le meta-recensioni a cui mi riferisco sono pubblicati su riviste cliniche sottoposte a valutazione inter pares. I materiali più importanti e recenti sono collocati in una cartella separata su Google-Drive con accesso gratuito.

Hai l'opportunità di familiarizzare con la fonte originale, i documenti hanno:

  1. Testi completi nell'originale, scaricati dallo sci-hub (con i numeri delle note a piè di pagina assegnati nell'articolo (1-11) e link ad essi).
  2. Traduzione automatica di ogni articolo originale e recensione a cui mi riferisco (ma senza tabelle, sono molto difficili da tradurre e formattare).

I materiali originali contengono molte informazioni utili sui diversi tipi di mal di testa nelle donne in gravidanza, non tutto può essere inserito nel quadro di un articolo. Consiglio sempre di contattare la fonte, anche se ti fidi dell'autore del testo in lingua russa. Potresti trovare utili istruzioni per trovare informazioni mediche.

Spero che il lavoro svolto sia utile a qualcuno.

Qual è l'emicrania durante la gravidanza e con l'aiuto di cosa trattare la malattia?

La gravidanza per una donna è un periodo speciale. Diventare madre è un sogno di molte donne, ma uno stato d'animo positivo in pochi minuti può essere rovinato da un'emicrania. Forte mal di testa; in tale stato, l'unico desiderio è che tutto si fermi.

E come fare questo, se i farmaci sono vietati? Con questo, abbiamo cercato di capirlo. Cosa fare con l'emicrania durante la gravidanza, continua a leggere.

Cos'è?

Questa malattia è uno dei fenomeni più non completamente studiati dagli specialisti. La ragione della sua comparsa sta ancora cercando di scoprire i medici, ma finora sono arrivati ​​alla conclusione che la malattia è dovuta a un fattore genetico e al massimo le donne ne soffrono.

Quindi, l'emicrania è una malattia cronica caratterizzata da ricorrenti mal di testa e da tutta una serie di sintomi, compresa l'ipersensibilità alla luce, ai suoni e agli odori.

Guarda un video su cos'è un'emicrania:

Caratteristiche dell'emicrania nelle donne in gravidanza

Dopo l'inizio della gravidanza, gli attacchi di emicrania scompaiono del tutto o si indeboliscono in modo significativo a causa di complessi processi ormonali nel corpo di una giovane madre. Ma ci sono quelli che sono fortunati in misura minore e il mal di testa non li lascia, anche durante questo periodo della loro vita. Ogni ragazza incinta porta l'emicrania a modo suo. Qualche dolore appena percettibile, qualcuno non è affatto suscettibile alla malattia, ma principalmente a causa di cambiamenti ormonali nel corpo, il mal di testa travolge le future mamme.

Secondo i medici, l'emicrania non è pericolosa per il bambino, ma disturba la donna, che a causa delle sue condizioni è controindicata in qualsiasi medicinale. Allo stesso tempo, a seconda del flusso di sensazioni dolorose, il mal di testa può essere accompagnato da oscuramento degli occhi, nausea e salti improvvisi della pressione sanguigna.

Allora, qual è l'emicrania pericolosa durante la gravidanza?

  1. Mal di testa selvaggi, causando una condizione nervosa nella madre, che viene trasmessa al bambino.
  2. Contrazioni acute dei vasi sanguigni che influenzano l'apporto completo delle briciole in crescita con ossigeno e sostanze nutritive.
  3. Una donna potrebbe erroneamente identificare i suoi sintomi, decidere che questo è, ad esempio, una forte tossicosi e iniziare il trattamento sbagliato, danneggiando così se stessa e il suo bambino.
  4. Il vomito frequente e l'esaurimento grave della futura mamma possono provocare un arresto dello sviluppo fetale e persino aborto.

Per quanto riguarda le complicazioni gravi, vale la pena temere lo sviluppo dell'ictus emicranico. È accompagnato da periodi prolungati di dolore e in manifestazioni particolarmente forti da disturbi neurologici che portano alla paralisi facciale.

Cause durante la gravidanza

I medici, non pienamente consapevoli delle cause di mal di testa prolungato in donne in gravidanza, tendono a due principali:

  1. Un certo numero di cambiamenti si verificano nell'organismo della futura madre, tra i quali i cambiamenti nel background ormonale assumono un ruolo significativo. Il sistema nervoso diventa più vulnerabile a qualsiasi irritante e reagisce a loro con un mal di testa.
  2. Aumenta il carico sui reni e sul sistema cardiovascolare.

Inoltre, una serie di fattori avversi si distinguono, che insieme influenzano la salute della donna incinta:

  • grave stress, mancanza di riposo durante la notte, stanchezza generale del corpo;
  • stress fisico o psicologico;
  • diminuzione della glicemia;
  • mancanza di acqua nel corpo (specialmente i primi tre mesi);
  • meteosensitivity;
  • abuso di un certo numero di alimenti (cioccolato, carni affumicate, formaggi, pesce, frutta a guscio) e bevande contenenti caffeina;
  • odori sgradevoli, fastidio nella stanza, luce intensa, musica ad alto volume;
  • trasferito ARVI o avvelenamento influenzano l'aumento nel corpo delle tossine, che comportano un mal di testa;
  • la pancreatite o il danno al fegato possono anche causare attacchi di emicrania;
  • il diabete.

È importante ricordare che le ragazze sono inclini alle emicranie nelle prime fasi della situazione, ma ci sono eccezioni e le convulsioni compaiono nell'ultimo trimestre. La ragione di questo è più spesso preeclampsia, ipertensione, eccesso di peso e carico sulla colonna vertebrale.

Sintomi principali

  • Grave dolore pulsante in una parte della testa (più spesso nel lobo temporale o nella regione della fronte, sopra le sopracciglia). Ma è anche possibile che durante l'attacco il dolore possa "spostarsi" fino al collo.
  • Qualsiasi attività fisica risponde al dolore selvaggio.
  • La sensibilità a qualsiasi suono, luce, odori aumenta.
  • Nausea e vomito.
  • Prima di un attacco, la visione può essere disturbata (i punti iniziano a saltare davanti agli occhi, compare una sensazione dell'effetto ZD, compare la nebbia e persino le allucinazioni lampeggiano), l'udito (la percezione del suono cambia) Questo fenomeno viene rilevato sia 5 minuti prima dell'inizio di un mal di testa che un'ora. Il sintomo ha l'aura di nome scientifico.
  • L'emicrania può durare per diverse ore o diversi giorni (di norma non più di 3).
  • La pressione sanguigna aumenta

Più lontano diremo in modo più dettagliato come rimuovere un'emicrania durante gravidanza.

Il trattamento con la pillola è accettabile?

Come trattare l'emicrania durante la gravidanza? Preparandosi a diventare madre, la ragazza studia prima cosa le sarà permesso nel suo futuro nuovo stato. E, naturalmente, tutti sono consapevoli che l'uso del principale strato di sostanze chimiche medicinali è proibito. Ma cosa fare se una donna è in una posizione e il mal di testa è così sopraffatto che non può farcela senza pillole?

Gli esperti hanno condotto a lungo una serie di esperimenti e hanno rivelato un elenco di quei medicinali che, a una certa dose minima, non causano molti danni al bambino e aiutano la mamma. Il paracetamolo e i farmaci a base di esso sono riferiti a tali compresse a coppa del mal di testa: efferalgan, panadol, acetaminofene. Questi farmaci sono autorizzati a prendere in tutte le fasi della gravidanza.

Per quanto riguarda altri farmaci, dovrebbero essere affrontati con molta attenzione, previa consultazione con il medico in anticipo! Quindi, le compresse di aspirina, ibuprofene, naprossene, che sono popolari per il mal di testa, possono essere utilizzate solo nel secondo trimestre! La mancata osservanza di questa avvertenza può comportare il rischio di una serie di difetti nel feto (se si prendono questi medicinali nel primo trimestre) o anche in caso di parto prematuro (nel terzo trimestre).

Analgin, baralgin, spazmalgon, tsitramon, tempalgin: l'assunzione di una gravidanza è severamente vietata!

Il sumatriptan, un farmaco antimicrobico stesso, può essere bevuto solo su indicazione del medico curante e solo se il beneficio di utilizzarlo per la madre supera il possibile rischio per il feto. È possibile che il medico, osservando le condizioni del paziente, scriva i beta-bloccanti per lei. Qui vale la pena fare molta attenzione. Di questa categoria di farmaci, solo il metoprololo e l'atenololo sono consentiti per il trattamento di donne in gravidanza.

Sulla base di questo, è chiaro che con i farmaci durante la gravidanza è necessario essere estremamente attenti e non si dovrebbe rischiare ancora una volta.

Come sbarazzarsi dei rimedi popolari della malattia?

I rimedi popolari sono particolarmente buoni all'inizio della gravidanza. Un'ottima alternativa alle pillole è l'agopuntura. Sicuro e, non ultimo, un vero aiuto per l'emicrania. Tutto questo grazie agli aghi che bloccano il passaggio degli impulsi nervosi lungo percorsi dolorosi. Alcune sedute aiuteranno a ripristinare il sistema vascolare compromesso e a rimuovere il mal di testa per un lungo periodo di tempo. Consentito nel primo trimestre.

Se gli aghi spaventano la futura mamma, le buone e vecchie ricette delle "nonne" saranno utili.

  1. Tè caldo e molto dolce. Una tazza solleva il glucosio al livello desiderato. (Nota: non usare questo metodo in presenza di diabete).
  2. Foglia di cavolo Metodo provato Attacca al punto dolente. Correggi un fazzoletto e attendi il risultato.
  3. Balsamo "Stella". Ha un effetto rinfrescante. Uno meno - un odore specifico.
  4. Decotto di semi di aneto. Ha un effetto anestetico. 1,5 cucchiaini i semi fermentano in 250 ml di acqua bollente, lasciano fermentare per 2 ore e poi bevono.
  5. Massaggi. Lo strumento perfetto Puoi massaggiarti intorno alla testa, al collo o alle tempie, o chiedere ai tuoi parenti. La regola principale, tutti i movimenti dovrebbero essere delicati e circolari.
  6. Tè alla lavanda 10 g di infiorescenze versare un bicchiere di acqua bollente, lasciare fermentare per 15 minuti e può essere consumato.
  7. Ginnastica respiratoria. Preferibilmente in un'area ventilata.

Questo è come si può trattare l'emicrania nelle prime fasi.

prevenzione

L'emicrania può essere prevenuta. Per fare questo, è necessario rimuovere i fattori provocatori e rendere più sano il regime giornaliero:

  • niente stress, comunicazione spiacevole e attività non amate;
  • camminare all'aria aperta;
  • buon sonno per almeno 7 ore;
  • yoga;
  • una buona alimentazione ad eccezione dei prodotti che causano mal di testa (agrumi, cioccolato).

Le donne che sono afflitte da emicrania sono preoccupate per la domanda: la malattia andrà via con il parto? I medici rassicurano: più si avvicina l'ora di nascita del bambino, meno sequestri. Ciò è spiegato dalla ristrutturazione dell'organismo, che entro la seconda metà del termine si abitua ai cambiamenti che hanno avuto inizio con la nascita di una vita minuscola in una ragazza, e ora sta imparando come affrontare il problema. Quindi la cosa principale è resistere al primo trimestre, sarà più facile.

L'emicrania durante la gravidanza causa una serie di inconvenienti. Il divieto di un certo numero di farmaci sembra mettere la donna incinta in una posizione difficile, ma esiste un'alternativa alle pillole. Questo e ricette popolari e massaggi e, medicina alternativa. Ma la cosa principale: la prevenzione. Sapendo tutto questo, puoi rendere la tua gravidanza facile e aspettare la nascita del bambino in buona salute e umore positivo. Ora sai cosa fare se hai un'emicrania.

Attenzione! Le informazioni di questo articolo sono state verificate dai nostri esperti, professionisti con molti anni di esperienza.

Se si desidera consultare esperti o porre la domanda, è possibile farlo completamente gratuitamente nei commenti.

Se hai una domanda al di fuori dell'ambito di questo argomento, lasciala in questa pagina.

Emicrania in gravidanza: trattamento senza rischi per il bambino

Durante la gravidanza, l'emicrania a volte appare anche in quelle donne che non hanno mai avuto problemi simili prima.

Le statistiche dicono che circa ¼ di tutte le donne in gravidanza sperimentano questa spiacevole malattia in combinazione con il cosiddetto. l'aura è un precursore del mal di testa.

Come trattare l'emicrania nelle donne in gravidanza, considerare di seguito.

I sintomi dell'emicrania nelle donne in gravidanza

Quindi, prima del prossimo mal di testa, specialmente durante il giorno, c'è un rifiuto della luce intensa.

L'intolleranza ai suoni forti e ai singoli odori serve anche da precursore del prossimo attacco, oltre che da nausea debilitante.

Si verificano anche cambiamenti nella sfera emotiva, - le emicranie sono accompagnate da reticenza, distacco e depressione.

Questo è un risultato naturale del dolore grave e prolungato. Questi sintomi possono essere classificati dalla donna come segni di tossicosi o malessere generale, di conseguenza, il paziente inizia il trattamento sbagliato, causando danni a se stessa e al feto.

I sintomi dell'aura includono lampi di luce visibile, cambiamenti nella percezione dei suoni, punti luminosi e così via. Le dimensioni visibili degli oggetti possono cambiare, le allucinazioni appaiono sotto forma di punti e punti luminosi in movimento. Tutto questo dura da quindici minuti a un'ora, dopo di che inizia un attacco doloroso.

I farmaci antinfiammatori non steroidei sono usati per alleviare il dolore nel mal di testa. Nurofen per l'emicrania: informazioni sul farmaco e recensioni sul trattamento, nonché sull'interazione con altri farmaci.

Leggi le caratteristiche del corso della sclerosi multipla nell'infanzia qui.

La maggior parte delle persone con emicrania, usa solo antidolorifici per alleviare i sintomi e, dopo tutto, un trattamento complesso può ridurre la ricorrenza della manifestazione di questa malattia. Qui http://neuro-logia.ru/zabolevaniya/migren/kak-izbavitsya.html puoi leggere una recensione dettagliata dei metodi di trattamento di questo disturbo neurologico.

Cause di emicrania

L'emicrania è di solito una malattia ereditaria, ma i meccanismi del suo sviluppo possono essere diversi e non completamente compresi.

L'ipotesi più popolare afferma che il mal di testa e le manifestazioni concomitanti sorgono a causa della rottura dell'afflusso di sangue al cervello, a causa del restringimento del lume dei vasi sanguigni o della loro espansione non uniforme.

Altri esperti ritengono che la ragione risieda nei disordini metabolici, in particolare nella serotonina, che è responsabile della trasmissione degli impulsi nervosi tra i singoli neuroni (cellule del tessuto nervoso).

Eliminazione di fattori provocatori

Per evitare rischi inutili, è necessario escludere, se possibile, i fattori che contribuiscono allo sviluppo della malattia. I fattori provocatori possono essere il cibo: cioccolato, formaggi, agrumi, spezie e alcol.

Inoltre, la comparsa di emicrania può essere associata a stress, mancanza di acqua, mancanza di sonno, sovradosaggio di droghe o carico visivo eccessivo da guardare la TV, lavorando al computer. Succede che l'emicrania inizia dopo l'esposizione ad un suono forte o ad un lampo di luce intensa.

Pertanto, per prevenire gli attacchi di emicrania, tutti i prodotti indesiderati e l'alcol dovrebbero essere esclusi dalla dieta (l'alcol durante la gravidanza è generalmente controindicato), stare attento con i farmaci e osservare il regime giornaliero: dormire almeno otto ore, periodi di riposo alternati con attività fisica, cercare di non essere stressati. situazioni.

Emicrania in gravidanza - come trattare?

Nella lotta contro l'emicrania durante la gravidanza, l'enfasi principale è sulla prevenzione, perché i farmaci possono essere controindicati per l'uso a causa dell'impatto negativo sullo sviluppo del feto.

Trattamento dell'emicrania nelle donne durante la gravidanza e farmaci prescritti.

Sono prescritti preparati di paracetamolo, efferalgan, panadol, citramon, magnesio.

Il magnesio è innocuo per la madre e il feto e aiuta a risolvere i problemi con i vasi sanguigni.

Va ricordato che un'overdose di tsitramon può essere pericolosa e portare all'effetto opposto. L'uso incinto di aspirina è strettamente controindicato in gravidanza, che ha un effetto estremamente negativo sul feto e può causare aborto spontaneo.

Degli antispastici, puoi prendere le pillole No-shpa, alleviare gli spasmi e portare un significativo sollievo dalle emicranie.

Trattamento di rimedi popolari

Rischiare la vita del feto e la propria salute, usando medicine pericolose, non farà ogni donna, perché molti ricorrono ai metodi di trattamento più diffusi.

Inoltre, i rimedi popolari spesso non sono meno efficaci e possono aiutare con il mal di testa e le sue conseguenze, come l'agitazione nervosa o, al contrario, la depressione.

  • Il primo è un tè forte e dolce. Contiene tannini in combinazione con una grande quantità di zucchero, quindi necessario per la nutrizione delle cellule nervose. Il tè dolce è controindicato nelle fasi iniziali e nel diabete mellito.
  • Impacco di cavolo Per questo, viene presa una foglia di cavolo bianco, applicata al sito del dolore e avvolta con una sciarpa. Se il dolore è localizzato nell'area di uno dei templi, è meglio avvolgere due fogli simmetricamente. Invece di cavolo, puoi usare foglie di lillà.
  • Aiuta con emicranie e oli essenziali. Sono presi inalando i vapori di melissa e sfregando l'acqua di lavanda in whisky. Dovresti fare attenzione, perché gli oli essenziali possono causare una reazione allergica ed essere controindicati per l'uso in donne in gravidanza.
  • Una doccia fredda al mattino tonifica perfettamente e "addestra" i vasi, a causa del fatto che la differenza di temperatura influenza il lume dei vasi e la circolazione cerebrale. Può essere usato sia in gravidanza precoce che tardiva come agente profilattico.
  • In alcune fonti è possibile trovare informazioni sull'efficacia dell'agopuntura, o dell'agopuntura, che è ampiamente utilizzata nella medicina tradizionale dell'Estremo Oriente. Tuttavia, la scienza moderna non conferma l'efficacia dell'agopuntura.
  • Un buon rimedio a base di erbe per l'emicrania è il caffè naturale. Birra e bevi, come al solito, con o senza zucchero, ma non più di tre tazze al giorno. Inoltre, le donne incinte dovrebbero diluire la bevanda con latte o crema. Se la pressione sanguigna è elevata, è meglio rifiutare il caffè.

Ma il corniolo, che di solito è raccomandato come rimedio efficace per l'emicrania ed è ampiamente usato in alcune regioni, è controindicato in gravidanza.

risultati

Le cause della malattia possono essere diverse e non completamente comprese.

La probabilità di sviluppare la malattia si riduce se si segue una dieta e un regime di veglia e sonno, esercizio fisico ed evitare lo stress.

La maggior parte dei farmaci, di solito usati per l'emicrania, durante la gravidanza sono controindicati, o le loro dosi dovrebbero essere ridotte in modo da non danneggiare il feto. L'aspirina è particolarmente pericolosa a questo riguardo. In alternativa ai farmaci, vengono utilizzati rimedi popolari e un massaggio assolutamente innocuo.

In violazione della circolazione del sangue del cervello, che viene effettuata attraverso le arterie vertebrali, una persona può sperimentare un forte dolore. Questa diagnosi è chiamata emicrania cervicale. I sintomi e il trattamento di questa malattia saranno discussi nel prossimo articolo.

Quali sono le ragioni per cui la sclerosi laterale amiotrofica può verificarsi e se questa malattia viene trattata, leggere nel prossimo blocco.

Inoltre, Sulla Depressione