Comportamento deviante

Il comportamento deviante è, da un lato, un atto, le azioni di una persona che non corrispondono alle norme o agli standard ufficialmente stabiliti o effettivamente stabiliti in una data società, e, dall'altro, un fenomeno sociale espresso in forme di massa di attività umana che non corrispondono a quello ufficialmente stabilito o effettivamente stabilito Questa società norme o standard. Il controllo sociale è un meccanismo di regolazione sociale, un insieme di strumenti e metodi di influenza sociale, nonché la pratica sociale del loro uso.

Il concetto di comportamento deviante

Per comportamento deviante (dal latino Deviatio - deviazione) nella sociologia moderna si intende, da un lato, un atto, le azioni di una persona che non corrispondono agli standard o agli standard effettivamente stabiliti in una determinata società o standard e, dall'altro, un fenomeno sociale espresso in massa forme di attività umana che non rispettano le norme o gli standard ufficialmente stabiliti o effettivamente stabiliti in una data società.

Il punto di partenza per comprendere il comportamento deviante è il concetto di norma sociale, intesa come limite, misura del lecito (ammissibile o obbligatorio) nel comportamento o nelle attività delle persone che assicurano la conservazione del sistema sociale. Le deviazioni dalle norme sociali possono essere:

  • positivo, finalizzato al superamento di norme o standard obsoleti e associato alla creatività sociale, contribuendo a cambiamenti qualitativi nel sistema sociale;
  • negativo - disfunzionale, disorganizzando il sistema sociale e portandolo alla distruzione, portando a comportamenti devianti.

Il comportamento deviante è una specie di scelta sociale: quando gli obiettivi del comportamento sociale sono incommensurabili con le reali possibilità di raggiungerli, gli individui possono usare altri mezzi per raggiungere i propri obiettivi. Ad esempio, alcuni individui, alla ricerca del successo illusorio, della ricchezza o del potere, scelgono mezzi socialmente proibiti, e talvolta illegali, e diventano sia criminali che criminali. Un altro tipo di deviazione dalle norme è la disobbedienza e la protesta aperte, un rifiuto dimostrativo dei valori e degli standard accettati nella società, caratteristici di rivoluzionari, terroristi, estremisti religiosi e altri gruppi simili di persone che stanno attivamente combattendo contro la società in cui sono.

In tutti questi casi, la deviazione è il risultato dell'incapacità o della mancanza di volontà degli individui di adattarsi alla società e alle sue esigenze, in altre parole, indica un fallimento completo o relativo della socializzazione.

Forme di comportamento deviante

Il comportamento deviante è relativo, perché è misurato solo con le norme culturali di questo gruppo. Ad esempio, i criminali considerano l'estorsione come un normale tipo di guadagno, ma la maggioranza della popolazione considera tale comportamento deviante. Ciò vale anche per alcuni tipi di comportamento sociale: in alcune società sono considerati devianti, in altri non lo sono. In generale, le forme di comportamento deviante di solito includono criminalità criminale, alcolismo, tossicodipendenza, prostituzione, gioco d'azzardo, disturbo mentale, suicidio.

Una delle riconosciute nella sociologia moderna è una tipologia di comportamento deviante, sviluppata da R. Merton in linea con le idee di deviazione come risultato dell'anomalia, vale a dire. il processo di distruzione degli elementi di base della cultura, principalmente nell'aspetto degli standard etici.

La tipologia del comportamento deviante di Merton si basa sulle nozioni di deviazione come un divario tra obiettivi culturali e modi socialmente approvati per raggiungerli. In base a ciò, identifica quattro possibili tipi di deviazione:

  • innovazione, che implica un accordo con gli obiettivi della società e il rifiuto dei metodi generalmente accettati per raggiungerli (gli "innovatori" includono prostitute, ricattatori, creatori di "piramidi finanziarie", grandi scienziati);
  • Il ritualismo associato alla negazione degli obiettivi di una data società e l'assurda esagerazione del valore dei modi per raggiungerli, ad esempio, il burocrate richiede che ogni documento sia accuratamente compilato, ricontrollato, archiviato in quattro copie, ma la cosa principale è dimenticata: l'obiettivo;
  • retretismo (o fuga dalla realtà), che si esprime nell'abbandono sia degli obiettivi socialmente approvati che delle modalità per raggiungerli (ubriaconi, tossicodipendenti, senzatetto, ecc.);
  • una ribellione che nega sia gli obiettivi che i metodi, ma sforzandosi di sostituirli con nuovi (rivoluzionari che si battono per una rottura radicale di tutte le relazioni sociali).

L'unico tipo di comportamento non comportamentale che Merton considera conforme, espresso in accordo con gli obiettivi e i mezzi per raggiungerli. Nella tipologia di Merton, l'attenzione è focalizzata sul fatto che la deviazione non è un prodotto di un atteggiamento assolutamente negativo nei confronti di norme e standard generalmente accettati. Ad esempio, un ladro non rifiuta un obiettivo socialmente approvato - il benessere materiale, può lottare per esso con lo stesso zelo di un giovane, ansioso per la sua carriera di servizio. Il burocrate non rifiuta le regole di lavoro generalmente accettate, ma le esegue anche alla lettera, raggiungendo il punto di assurdità. Allo stesso tempo, sia il ladro che il burocrate sono devianti.

Alcune cause di comportamento deviante non sono sociali, ma biopsichiche. Ad esempio, la tendenza all'alcolismo, alla tossicodipendenza, ai disturbi mentali può essere trasmessa dai genitori ai bambini. Nella sociologia del comportamento deviante ci sono diverse direzioni che spiegano le ragioni del suo verificarsi. Quindi, Merton, usando il concetto di "anomie" (lo stato della società in cui le vecchie norme e valori non corrispondono più a relazioni reali, ma i nuovi non sono ancora stati stabiliti), considera l'incoerenza degli obiettivi proposti dalla società e i mezzi che offre per il loro comportamento deviante. realizzazioni. Nell'ambito della teoria basata sulla teoria del conflitto, si sostiene che i modelli di comportamento sociale sono devianti se si basano sulle norme di un'altra cultura. Ad esempio, un criminale è considerato come portatore di una certa sottocultura, conflitto rispetto al tipo di cultura prevalente in una data società. Un certo numero di moderni sociologi russi ritiene che le fonti di deviazione siano la disuguaglianza sociale nella società, le differenze nelle possibilità di soddisfare i bisogni di diversi gruppi sociali.

Vi sono interrelazioni tra varie forme di comportamento deviante e un fenomeno negativo rinforza l'altro. Ad esempio, l'alcolismo contribuisce a un aumento del teppismo.

L'emarginazione è una delle cause delle deviazioni. Il principale segno dell'emarginazione è la rottura dei legami sociali, e nella versione "classica", i legami economici e sociali sono lacerati prima, e poi quelli spirituali. Come caratteristica caratteristica del comportamento sociale degli emarginati può essere chiamato un declino delle aspettative sociali e dei bisogni sociali. La conseguenza dell'emarginazione è la primitivizzazione dei singoli segmenti della società, che si manifestano nella produzione, nella vita quotidiana, nella vita spirituale.

Un altro gruppo di cause di comportamento deviante è associato alla diffusione di varie patologie sociali, in particolare la crescita di malattie mentali, l'alcolismo, la tossicodipendenza e il deterioramento dello stock genetico della popolazione.

La vaghezza e l'accattonaggio, che sono uno stile di vita speciale (rifiuto di partecipare a lavori socialmente utili, concentrandosi solo sul reddito non guadagnato), si sono recentemente diffusi tra vari tipi di deviazioni sociali. Il pericolo sociale delle deviazioni sociali di questo tipo risiede nel fatto che vagabondi e mendicanti spesso fungono da mediatori nella distribuzione di droghe, commettono furti e altri crimini.

Il comportamento deviante nella società moderna ha alcune peculiarità. Questo comportamento sta diventando sempre più rischioso e razionale. La differenza principale tra i devianti, consapevolmente prendendo rischi, dagli avventurieri è la fiducia nella professionalità, la fede non nel destino e nel caso, ma nella conoscenza e nella scelta informata. Il comportamento di rischio deviante contribuisce all'autorealizzazione, all'autorealizzazione e all'autoaffermazione dell'individuo.

Spesso, il comportamento deviante è associato alla dipendenza, ad es. con il desiderio di evitare il disagio socio-psicologico interno, cambiare il loro stato socio-mentale, caratterizzato da lotte interne, conflitti intrapersonali. Pertanto, il percorso deviante è scelto principalmente da coloro che non hanno un'opportunità legale per l'autorealizzazione nelle condizioni della gerarchia sociale stabilita, la cui individualità è soppressa, le aspirazioni personali sono bloccate. Queste persone non possono fare carriera, cambiare il loro status sociale, utilizzando canali legittimi di mobilità sociale, motivo per cui le norme di ordine generalmente accettate sono considerate innaturali e ingiuste.

Se l'uno o l'altro tipo di deviazione diventa stabile, diventa la norma per molte persone, la società è obbligata a rivedere i principi che stimolano il comportamento deviante o riesaminano le norme sociali. Altrimenti, il comportamento considerato deviante potrebbe diventare normale. Alla deviazione distruttiva non è diffusa, è necessario:

  • ampliare l'accesso a modi legittimi per raggiungere il successo e risalire la scala sociale;
  • osservare l'uguaglianza sociale davanti alla legge;
  • migliorare la legislazione, allineandola alle nuove realtà sociali;
  • lottare per l'adeguatezza del crimine e della punizione.

Comportamento deviante e delinquente

Nella vita sociale, come nel traffico stradale reale, le persone spesso si discostano dalle regole che devono seguire.

Il comportamento che non soddisfa i requisiti delle norme sociali è chiamato deviante (o deviante).

Atti illegali, reati e reati sono chiamati comportamenti delinquenziali. Ad esempio, il comportamento delinquente include teppismo, linguaggio volgare in un luogo pubblico, partecipazione a una rissa e altre azioni che violano le norme legali ma non sono ancora un reato grave. Il comportamento delinquenziale è un tipo di deviante.

Deviazioni positive e negative

Le deviazioni (deviazioni), di regola, sono negative. Ad esempio, criminalità, alcolismo, tossicodipendenza, suicidio, prostituzione, terrorismo, ecc. Tuttavia, in alcuni casi, sono possibili anche deviazioni positive, ad esempio, comportamenti altamente individualizzati caratteristici del pensiero creativo originale, che possono essere valutati dalla società come "eccentricità", deviazione dalla norma, ma allo stesso tempo socialmente utili. Ascetismo, santità, genialità, innovazione - segni di deviazioni positive.

Le deviazioni negative sono divise in due tipi:

  • deviazioni che mirano a causare danni agli altri (una varietà di atti criminali aggressivi, illegali);
  • deviazioni che danneggiano la personalità stessa (alcolismo, suicidio, tossicodipendenza, ecc.).

Cause di comportamento deviante

Le cause del comportamento deviante sono state precedentemente tentate di essere spiegate sulla base delle caratteristiche biologiche dei trasgressori delle norme - caratteristiche fisiche specifiche, anomalie genetiche; sulla base di caratteristiche psicologiche - ritardo mentale, vari problemi mentali. In questo meccanismo psicologico della formazione della maggior parte delle deviazioni annunciato comportamenti di dipendenza (addiction - dipendenza), quando una persona cerca di sfuggire alle complessità della vita reale, utilizzando l'alcool, le droghe, e il gioco d'azzardo. Il risultato della dipendenza è la distruzione dell'individuo.

Le interpretazioni biologiche e psicologiche delle cause della deviazione non hanno trovato prove inequivocabili nella scienza. Più affidabili sono le conclusioni delle teorie sociologiche che considerano l'origine della deviazione in un ampio contesto pubblico.

Secondo il concetto di disorientamento, proposto dal cotsiologom francese Emile Durkheim (1858-1917), un terreno fertile per le deviazioni sono le crisi sociali, quando v'è una mancata corrispondenza norme e la vita accettate l'esperienza della persona e porta uno stato di anomia - la mancanza di standard.

Il sociologo americano Robert Merton (1910-2003) riteneva che la causa delle deviazioni non fosse l'assenza di norme, ma l'impossibilità di seguirle. Anomie è il divario tra obiettivi stabiliti culturalmente e la disponibilità di mezzi socialmente approvati per raggiungerli.

Nella cultura moderna, gli obiettivi principali sono il successo e la ricchezza. Ma la società non fornisce a tutte le persone i mezzi legali per raggiungere questi obiettivi. Pertanto, una persona deve scegliere mezzi illegali o abbandonare un obiettivo, sostituendolo con illusioni di benessere (droghe, alcol, ecc.). Un'altra variante del comportamento deviante in una situazione del genere è la ribellione contro la società, la cultura e gli obiettivi e i mezzi stabiliti.

Secondo la teoria della stigmatizzazione (o dell'etichettatura), tutte le persone sono inclini a infrangere le regole, ma coloro che sono "etichettati" con l'etichetta deviata diventano devianti. Ad esempio, un ex criminale può abbandonare il suo passato criminale, ma chi lo circonda lo percepirà come un criminale, eviterà il contatto con lui, rifiuterà di accettare un impiego, ecc. Di conseguenza, gli rimane solo una possibilità: ritornare sulla via criminale.

Si noti che nel mondo moderno il comportamento deviante è la caratteristica principale dei giovani come gruppo sociale instabile e più vulnerabile. Nel nostro paese, l'alcolismo giovanile, la tossicodipendenza e il crimine sono particolarmente preoccupanti. Per combattere queste e altre deviazioni, sono necessarie misure di controllo sociale complete.

Le ragioni per la spiegazione del comportamento deviante

La devianza sorge già nel processo di socializzazione primaria di una persona. È associato alla formazione della motivazione, dei ruoli sociali e degli stati di una persona nel passato e nel presente, che si contraddicono a vicenda. Ad esempio, il ruolo dello studente non coincide con il ruolo del bambino. La struttura motivazionale di una persona è ambivalente, contiene sia motivi positivi (conformi) che negativi (devianti) per l'azione.

I ruoli sociali cambiano continuamente nel corso della vita di una persona, rafforzando le motivazioni conformali o devianti. La ragione di ciò è lo sviluppo della società, i suoi valori e le sue norme. Ciò che era deviante diventa normale (conforme) e viceversa. Ad esempio, il socialismo, la rivoluzione, i bolscevichi, ecc., I motivi e le norme erano devianti per la Russia zarista, e le loro portatrici furono punite con riferimenti e prigione. Dopo la vittoria dei bolscevichi, le precedenti norme devianti erano considerate normali. Il collasso della società sovietica trasformò di nuovo le sue norme e i suoi valori in deviati, che fu la ragione del nuovo comportamento deviante della gente nella Russia post-sovietica.

Per spiegare il comportamento deviante offrono diverse versioni. Alla fine del XIX secolo sorse la teoria del dott. Lambroso in merito ai prerequisiti genetici del comportamento deviante. "Tipo criminale", secondo lui, è il risultato del degrado delle persone nelle prime fasi dello sviluppo. Segni esterni di una persona deviante: mandibola sporgente, ridotta sensibilità al dolore, ecc. Nel nostro tempo, le cause biologiche di comportamento deviante includono anomalie dei cromosomi sessuali o cromosomi aggiuntivi.

Le cause psicologiche di deviazione sono chiamate "demenza", "degenerazione", "psicopatia", ecc. Ad esempio, Freud ha scoperto un tipo di persona con inclinazione mentale congenita alla distruzione. La deviazione sessuale è presumibilmente associata a una profonda paura della castrazione, ecc.

Anche l'infezione con le "cattive" norme della cultura spirituale dei rappresentanti degli strati centrali e superiori degli strati inferiori è considerata la causa del comportamento deviante. "Infezione" si verifica durante la comunicazione "per strada", come risultato di conoscenze casuali. Alcuni sociologi (Miller, Sellin) ritengono che gli strati sociali inferiori abbiano una maggiore disponibilità a correre rischi, eccitarsi, ecc.

Allo stesso tempo, i gruppi influenti trattano le persone dello strato inferiore come devianti, diffondendo loro istanze isolate del loro comportamento deviante. Ad esempio, nella Russia moderna, "persone di nazionalità caucasica" sono considerate potenziali mercanti, ladri e criminali. Qui puoi menzionare l'influenza della televisione, la fastidiosa dimostrazione di scene di comportamento deviante.

Nebulosa delle formule normative di motivazione che guidano le persone in situazioni difficili è anche la causa del comportamento deviante. Ad esempio, le formule "fai del tuo meglio", "metti gli interessi della società sopra le tue", ecc., Non consentono di motivare adeguatamente adeguatamente le tue azioni in una situazione particolare. conformista attivo cercherà un ambizioso e motivati ​​attività del progetto, passiva - ridurre i suoi sforzi per limitare la propria pace della mente, e un uomo con una concentrazione di motivazione riformista-deviante troverà sempre una scappatoia per giustificare il loro comportamento deviante.

La disuguaglianza sociale è un'altra delle principali cause del comportamento deviante. I bisogni fondamentali delle persone sono abbastanza simili e la capacità di soddisfarli tra i diversi gruppi sociali (ricchi e poveri) è diversa. In tali condizioni, i poveri ottengono il "diritto morale" al comportamento deviante verso i ricchi, espresso in varie forme di espropriazione della proprietà. Questa teoria, in particolare, ha gettato le fondamenta ideologiche della deviazione rivoluzionaria dei bolscevichi contro le classi possidenti: "saccheggiare il bottino", arresti degli abbienti, lavori forzati, esecuzioni, GULAG. In questa deviazione c'è una discrepanza tra obiettivi ingiusti (completa uguaglianza sociale) e mezzi non giusti (violenza totale).

Il conflitto tra le norme della cultura di questo gruppo sociale e della società è anche la causa del comportamento deviante. La sottocultura dello studente o del gruppo dell'esercito, lo strato inferiore, le bande differiscono significativamente tra loro con i loro interessi, obiettivi, valori, da un lato, e i possibili mezzi della loro realizzazione, dall'altro. In caso di collisione in un determinato luogo e in un dato momento, ad esempio a riposo, si verifica un comportamento deviante in relazione alle norme culturali accettate nella società.

L'essenza di classe dello stato, che manifesta apparentemente gli interessi della classe economicamente dominante, è una ragione importante per il comportamento deviante sia dello stato nei confronti delle classi oppresse, sia del secondo nei confronti di esso. Dal punto di vista di questa teoria conflittuale, le leggi pubblicate nello stato proteggono, prima di tutto, non i lavoratori, ma la borghesia. I comunisti giustificarono il loro atteggiamento negativo nei confronti dello stato borghese per la sua natura oppressiva.

Anomia - la causa della deviazione, proposta da E. Durkheim quando si analizzano le cause del suicidio. Rappresenta la svalutazione delle norme culturali di una persona, la sua visione del mondo, la sua mentalità, la sua coscienza come risultato dello sviluppo rivoluzionario della società. Le persone, da un lato, perdono il loro orientamento, e dall'altro lato, seguendo le stesse norme culturali non portano alla realizzazione dei loro bisogni. È successo con le norme sovietiche dopo il crollo della società sovietica. Durante la notte, milioni di sovietici sono diventati russi che vivono nelle "giungle del selvaggio capitalismo", dove "l'uomo è un lupo", dove c'è competizione, spiegata dal darwinismo sociale. In tali condizioni, alcuni (conformisti) si adattano, altri diventano devianti, persino criminali e suicidi.

Una causa importante del comportamento deviante sono sociali (inclusi i guerrieri), i disastri causati dall'uomo e naturali. Essi violano la psiche delle persone, aumentano la disuguaglianza sociale, causano la disorganizzazione delle forze dell'ordine, che diventa la causa obiettiva del comportamento deviante di molte persone. Ad esempio, puoi ricordare le conseguenze del nostro protratto conflitto armato in Cecenia, Chernobyl, i terremoti.

Mondo della psicologia

Menu principale

Comportamento deviante e sue conseguenze per l'uomo

Autore:

Istituto di istruzione superiore:

categoria:

Comportamento deviante e conseguenze per una persona // Formazione e sviluppo: teoria e pratica moderne. Materiali delle XVI letture internazionali in memoria di LS Vygotskij. - 2015.

Il comportamento deviante è un atto, le azioni di una persona che non corrispondono alle norme o standard ufficialmente stabiliti o effettivamente stabiliti in una data società, e dall'altra parte è un fenomeno sociale espresso nelle forme di massa dell'attività umana che non corrispondono alle norme stabilite o effettivamente stabilite in questa società standard. Il controllo sociale è un meccanismo di regolazione sociale, un insieme di strumenti e metodi di influenza sociale, nonché la pratica sociale del loro uso.

Per comportamento deviante (dal latino Deviatio - deviazione) nella sociologia moderna si intende, da un lato, un atto, le azioni di una persona che non soddisfano le norme o gli standard ufficialmente stabiliti o effettivamente stabiliti in una data società, e dall'altra un fenomeno sociale espresso in forme di massa attività umane che non rispettano le norme o gli standard ufficialmente stabiliti o effettivamente stabiliti in una data società.

Per comprendere il comportamento deviante, consideriamo il concetto di norma sociale, inteso come limite, la misura del lecito (ammissibile o obbligatorio) nel comportamento o nelle attività delle persone, garantendo la conservazione del sistema sociale. Le deviazioni dalle norme sociali possono essere:

  • positivo, finalizzato al superamento di norme o standard obsoleti e associato alla creatività sociale, contribuendo a cambiamenti qualitativi nel sistema sociale;
  • negativo - disfunzionale, disorganizzando il sistema sociale e portandolo alla distruzione, portando a comportamenti devianti.

Il comportamento deviante è un tipo di scelta sociale: quando gli obiettivi del comportamento sociale sono incommensurabili con le reali possibilità del loro raggiungimento, gli individui possono usare altri mezzi per raggiungere i loro obiettivi. Ad esempio, alcuni individui, alla ricerca del successo illusorio, della ricchezza o del potere, scelgono mezzi socialmente proibiti, e talvolta illegali, e diventano sia criminali che criminali. Un altro tipo di deviazione dalle norme è la disobbedienza e la protesta aperte, un rifiuto dimostrativo dei valori e degli standard accettati nella società, caratteristici di rivoluzionari, terroristi, estremisti religiosi e altri gruppi simili di persone che stanno combattendo contro la società in cui sono.

In tutti questi casi, la deviazione è il risultato dell'incapacità o della mancanza di volontà degli individui di adattarsi alla società e alle sue esigenze, in altre parole, indica un fallimento completo o relativo della socializzazione.

Forme di comportamento deviante

Il comportamento deviante è relativo, perché è misurato solo con le norme culturali di questo gruppo. Ad esempio, i criminali considerano l'estorsione come un normale tipo di guadagno, ma la maggioranza della popolazione considera tale comportamento deviante. Ciò vale anche per alcuni tipi di comportamento sociale: in alcune società sono considerati devianti, in altri non lo sono. In generale, le forme di comportamento deviante di solito includono criminalità criminale, alcolismo, tossicodipendenza, prostituzione, gioco d'azzardo, disturbo mentale, suicidio.

Una delle riconosciute nella sociologia moderna è una tipologia di comportamento deviante, sviluppata da R. Merton in linea con le idee di deviazione come risultato dell'anomalia, vale a dire. il processo di distruzione degli elementi di base della cultura, principalmente nell'aspetto degli standard etici.

La tipologia del comportamento deviante di Merton si basa sulle nozioni di deviazione come un divario tra obiettivi culturali e modi socialmente approvati per raggiungerli. In base a ciò, identifica quattro possibili tipi di deviazione:

  • innovazione, che implica un accordo con gli obiettivi della società e il rifiuto dei metodi generalmente accettati per raggiungerli (gli "innovatori" includono prostitute, ricattatori, creatori di "piramidi finanziarie", grandi scienziati); • il ritualismo associato alla negazione degli obiettivi di una data società e l'assurda esagerazione del valore dei modi per raggiungerli, ad esempio, il burocrate richiede che ogni documento sia accuratamente compilato, ricontrollato, archiviato in quattro copie, ma la cosa principale è dimenticata - l'obiettivo;
  • retretismo (o fuga dalla realtà), che si esprime nell'abbandono sia degli obiettivi socialmente approvati che delle modalità per raggiungerli (ubriaconi, tossicodipendenti, senzatetto, ecc.);
  • una ribellione che nega sia gli obiettivi che i metodi, ma sforzandosi di sostituirli con nuovi (rivoluzionari che si battono per una rottura radicale di tutte le relazioni sociali).

L'unico tipo di comportamento non comportamentale che Merton considera conforme, espresso in accordo con gli obiettivi e i mezzi per raggiungerli. Nella tipologia di Merton, l'attenzione è focalizzata sul fatto che la deviazione non è un prodotto di un atteggiamento assolutamente negativo nei confronti di norme e standard generalmente accettati. Ad esempio, un ladro non rifiuta un obiettivo socialmente approvato - il benessere materiale, può lottare per esso con lo stesso zelo di un giovane, ansioso per la sua carriera di servizio. Il burocrate non rifiuta le regole di lavoro generalmente accettate, ma le esegue anche alla lettera, raggiungendo il punto di assurdità. Allo stesso tempo, sia il ladro che il burocrate sono devianti.

Alcune cause di comportamento deviante non sono sociali, ma biopsichiche. Ad esempio, la tendenza all'alcolismo, alla tossicodipendenza, ai disturbi mentali può essere trasmessa dai genitori ai bambini. Nella sociologia del comportamento deviante ci sono diverse direzioni che spiegano le ragioni del suo verificarsi. Quindi, Merton, usando il concetto di "anomie" (lo stato della società in cui le vecchie norme e valori non corrispondono più a relazioni reali, ma i nuovi non sono ancora stati stabiliti), considera l'incoerenza degli obiettivi proposti dalla società e i mezzi che offre per il loro comportamento deviante. realizzazioni. Nell'ambito della teoria basata sulla teoria del conflitto, si sostiene che i modelli di comportamento sociale sono devianti se si basano sulle norme di un'altra cultura. Ad esempio, un criminale è considerato come portatore di una certa sottocultura, conflitto rispetto al tipo di cultura prevalente in una data società. Un certo numero di moderni sociologi russi ritiene che le fonti di deviazione siano la disuguaglianza sociale nella società, le differenze nelle possibilità di soddisfare i bisogni di diversi gruppi sociali.

Vi sono interrelazioni tra varie forme di comportamento deviante e un fenomeno negativo rinforza l'altro. Ad esempio, l'alcolismo contribuisce a un aumento del teppismo.

L'emarginazione è una delle cause delle deviazioni. Il principale segno dell'emarginazione è la rottura dei legami sociali, e nella versione "classica", i legami economici e sociali sono lacerati prima, e poi quelli spirituali. Come caratteristica caratteristica del comportamento sociale degli emarginati può essere chiamato un declino delle aspettative sociali e dei bisogni sociali. La conseguenza dell'emarginazione è la primitivizzazione dei singoli segmenti della società, che si manifestano nella produzione, nella vita quotidiana, nella vita spirituale.

Un altro gruppo di cause di comportamento deviante è associato alla diffusione di varie patologie sociali, in particolare la crescita di malattie mentali, l'alcolismo, la tossicodipendenza e il deterioramento dello stock genetico della popolazione.

La vaghezza e l'accattonaggio, che sono uno stile di vita speciale (rifiuto di partecipare a lavori socialmente utili, concentrandosi solo sul reddito non guadagnato), si sono recentemente diffusi tra vari tipi di deviazioni sociali. Il pericolo sociale delle deviazioni sociali di questo tipo risiede nel fatto che vagabondi e mendicanti spesso fungono da mediatori nella distribuzione di droghe, commettono furti e altri crimini.

Il comportamento deviante nella società moderna ha alcune peculiarità. Questo comportamento sta diventando sempre più rischioso e razionale. La differenza principale tra i devianti, consapevolmente prendendo rischi, dagli avventurieri è la fiducia nella professionalità, la fede non nel destino e nel caso, ma nella conoscenza e nella scelta informata. Il comportamento di rischio deviante contribuisce all'autorealizzazione, all'autorealizzazione e all'autoaffermazione dell'individuo.

Spesso, il comportamento deviante è associato con l'adduzione, ad es. con il desiderio di evitare il disagio socio-psicologico interno, cambiare il loro stato socio-mentale, caratterizzato da lotte interne, conflitti intrapersonali. Pertanto, il percorso deviante è scelto da coloro che non hanno un'opportunità legale per l'autorealizzazione nelle condizioni della gerarchia sociale stabilita, la cui individualità è soppressa, le aspirazioni personali sono bloccate. Queste persone non possono fare carriera, cambiare il loro status sociale, utilizzando canali legittimi di mobilità sociale, motivo per cui le norme di ordine generalmente accettate sono considerate innaturali e ingiuste.

Se l'uno o l'altro tipo di deviazione diventa stabile, diventa la norma per molte persone, la società è obbligata a rivedere i principi che stimolano il comportamento deviante o riesaminano le norme sociali. Altrimenti, il comportamento considerato deviante potrebbe diventare normale. Alla deviazione distruttiva non è diffusa, è necessario:

  • ampliare l'accesso a modi legittimi per raggiungere il successo e risalire la scala sociale;
  • osservare l'uguaglianza sociale davanti alla legge;
  • migliorare la legislazione, allineandola alle nuove realtà sociali;
  • lottare per l'adeguatezza del crimine e della punizione.

Comportamento deviante e delinquente

Nella vita sociale, come nel traffico stradale reale, le persone spesso si discostano dalle regole che devono seguire.

Il comportamento che non soddisfa i requisiti delle norme sociali è chiamato deviante (o deviante).

Atti illegali, reati e reati sono chiamati comportamenti delinquenziali. Ad esempio, il comportamento delinquente include teppismo, linguaggio volgare in un luogo pubblico, partecipazione a una rissa e altre azioni che violano le norme legali ma non sono ancora un reato grave. Il comportamento delinquenziale è un tipo di deviante.

Deviazioni positive e negative

Le deviazioni (deviazioni), di regola, sono negative. Ad esempio, criminalità, alcolismo, tossicodipendenza, suicidio, prostituzione, terrorismo, ecc. Tuttavia, in alcuni casi, sono possibili anche deviazioni positive, ad esempio, un comportamento fortemente individualizzato, caratteristico del pensiero creativo originale, che può essere valutato dalla società come "eccentricità", deviazione dalla norma, ma allo stesso tempo socialmente utile. Ascetismo, santità, genialità, innovazione - segni di deviazioni positive.

Le deviazioni negative sono divise in due tipi:

  • deviazioni che mirano a causare danni agli altri (una varietà di atti criminali aggressivi, illegali);
  • deviazioni che danneggiano la personalità stessa (alcolismo, suicidio, tossicodipendenza, ecc.).

Cause di comportamento deviante

Le cause del comportamento deviante sono state precedentemente tentate di essere spiegate sulla base delle caratteristiche biologiche dei trasgressori delle norme - caratteristiche fisiche specifiche, anomalie genetiche; sulla base di caratteristiche psicologiche - ritardo mentale, vari problemi mentali. Allo stesso tempo, il meccanismo psicologico di formazione della maggioranza delle deviazioni è stato dichiarato comportamento Addictive (dipendenza - dipendenza perniciosa), quando una persona cerca di sfuggire alle complessità della vita reale, usando alcol, droghe e gioco d'azzardo. Il risultato della dipendenza è la distruzione dell'individuo.

Le interpretazioni biologiche e psicologiche delle cause della deviazione non hanno trovato prove inequivocabili nella scienza. Più affidabili sono le conclusioni delle teorie sociologiche che considerano l'origine della deviazione in un ampio contesto pubblico.

Secondo il concetto di disorientamento proposto dal sociologo francese Emile Durkheim (1858-1917), le crisi sociali sono il terreno fertile per le deviazioni, quando c'è una discrepanza tra le norme accettate e l'esperienza di vita della persona e lo stato di anomia - mancanza di norme.

Il sociologo americano Robert Merton (1910-2003) riteneva che la causa delle deviazioni non fosse l'assenza di norme, ma l'impossibilità di seguirle. Anomie è una lacuna tra obiettivi culturalmente prescritti e la disponibilità di meccanismi socialmente approvati per raggiungerli.

Nella cultura moderna, gli obiettivi principali sono il successo e la ricchezza. Ma la società non fornisce a tutte le persone modi legittimi per raggiungere questi obiettivi. Pertanto, una persona deve scegliere mezzi illegali o abbandonare un obiettivo, sostituendolo con illusioni di benessere (droghe, alcol, ecc.). Un'altra variante del comportamento deviante in una situazione del genere è la ribellione contro la società, la cultura e gli obiettivi e i mezzi stabiliti.

Secondo la teoria della stigmatizzazione (o dell'etichettatura), tutte le persone sono inclini a infrangere le regole, ma coloro che sono "etichettati" con l'etichetta deviata diventano devianti. Ad esempio, un ex criminale può abbandonare il suo passato criminale, ma chi lo circonda lo percepirà come un criminale, eviterà il contatto con lui, rifiuterà di accettare un impiego, ecc. Di conseguenza, gli rimane solo una possibilità: ritornare sulla via criminale. Si noti che nel mondo moderno il comportamento deviante è la caratteristica principale dei giovani come gruppo sociale instabile e più vulnerabile. Nel nostro paese, l'alcolismo giovanile, la tossicodipendenza e il crimine sono particolarmente preoccupanti. Per combattere queste e altre deviazioni, sono necessarie misure di controllo sociale complete.

Le ragioni per la spiegazione del comportamento deviante

La devianza sorge già nel processo di socializzazione primaria di una persona. È associato alla formazione della motivazione, dei ruoli sociali e degli stati di una persona nel passato e nel presente, che si contraddicono a vicenda. Ad esempio, il ruolo dello studente non coincide con il ruolo del bambino.

La struttura motivazionale di una persona è ambivalente, contiene sia motivi positivi (conformi) che negativi (devianti) per l'azione.

I ruoli sociali cambiano continuamente nel corso della vita di una persona, rafforzando le motivazioni conformali o devianti. La ragione di ciò è lo sviluppo della società, i suoi valori e le sue norme. Ciò che era deviante diventa normale (conforme) e viceversa. Ad esempio, il socialismo, la rivoluzione, i bolscevichi, ecc., I motivi e le norme erano devianti per la Russia zarista, e le loro portatrici furono punite con riferimenti e prigione. Dopo la vittoria dei bolscevichi, le precedenti norme devianti erano considerate normali. Il collasso della società sovietica trasformò di nuovo le sue norme e i suoi valori in deviati, che fu la ragione del nuovo comportamento deviante della gente nella Russia post-sovietica.

Per spiegare il comportamento deviante offrono diverse versioni. Alla fine del XIX secolo sorse la teoria del dott. Lambroso in merito ai prerequisiti genetici del comportamento deviante. "Tipo criminale", secondo lui, è il risultato del degrado delle persone nelle prime fasi dello sviluppo. Segni esterni di una persona deviante: mandibola sporgente, diminuzione della sensibilità al dolore, ecc. Nel nostro tempo, le cause biologiche del comportamento deviante includono anomalie dei cromosomi sessuali o cromosomi aggiuntivi.

Le cause psicologiche di deviazione sono chiamate "demenza", "degenerative", "psicopatia", ecc. Ad esempio, Freud ha scoperto un tipo di persona con un innato desiderio mentale di distruzione. La deviazione sessuale è presumibilmente associata a una profonda paura della castrazione, ecc.

Anche l'infezione con le "cattive" norme della cultura spirituale dei rappresentanti degli strati centrali e superiori degli strati inferiori è considerata la causa del comportamento deviante. "Infezione" si verifica durante la comunicazione "per strada", come risultato di conoscenze casuali. Alcuni sociologi (Miller, Sellin) ritengono che gli strati sociali inferiori abbiano una maggiore disponibilità a correre rischi, brividi ecc.

Allo stesso tempo, i gruppi influenti trattano le persone dello strato inferiore come devianti, diffondendo loro istanze isolate del loro comportamento deviante. Ad esempio, nella Russia moderna, "persone di nazionalità caucasica" sono considerate potenziali mercanti, ladri e criminali. Qui puoi menzionare l'influenza della televisione, la fastidiosa dimostrazione di scene di comportamento deviante.

Nebulosa delle formule normative di motivazione che guidano le persone in situazioni difficili è anche la causa del comportamento deviante. Ad esempio, le formule "fai del tuo meglio", "metti gli interessi della società sopra i tuoi", ecc. non permettere di motivare adeguatamente adeguatamente le loro azioni in una situazione particolare. Un conformista attivo cercherà ambiziosi motivi e piani d'azione, uno passivo ridurrà i suoi sforzi ai limiti della propria tranquillità mentale, e una persona con una motivazione deviante conformazionale troverà sempre una scappatoia per giustificare il suo comportamento deviante.

La disuguaglianza sociale è un'altra delle principali cause del comportamento deviante. I bisogni fondamentali delle persone sono abbastanza simili e la capacità di soddisfarli tra i diversi gruppi sociali (ricchi e poveri) è diversa. In tali condizioni, i poveri ottengono il "diritto morale" al comportamento deviante verso i ricchi, espresso in varie forme di espropriazione della proprietà. Questa teoria, in particolare, ha gettato le fondamenta ideologiche della deviazione rivoluzionaria dei bolscevichi contro le classi possidenti: "saccheggiare il bottino", arresti degli abbienti, lavori forzati, esecuzioni, GULAG. In questa deviazione c'è una discrepanza tra obiettivi ingiusti (piena eguaglianza sociale) e mezzi ingiusti (violenza totale).

Il conflitto tra le norme della cultura di questo gruppo sociale e della società è anche la causa del comportamento deviante. La sottocultura dello studente o del gruppo dell'esercito, lo strato inferiore, le bande differiscono significativamente tra loro con i loro interessi, obiettivi, valori, da un lato, e i possibili mezzi della loro realizzazione, dall'altro. In caso di collisione in un determinato luogo e in un dato momento, ad esempio a riposo, si verifica un comportamento deviante in relazione alle norme culturali accettate nella società.

L'essenza di classe dello stato, che manifesta apparentemente gli interessi della classe economicamente dominante, è una ragione importante per il comportamento deviante sia dello stato nei confronti delle classi oppresse, sia del secondo nei confronti di esso. Dal punto di vista di questa teoria conflittuale, le leggi statali proteggono, prima di tutto, non i lavoratori, ma la borghesia. I comunisti giustificarono il loro atteggiamento negativo nei confronti dello stato borghese per la sua natura oppressiva.

Anomia - la causa della deviazione, proposta da E. Durkheim quando si analizzano le cause del suicidio. Rappresenta la svalutazione delle norme culturali di una persona, la sua visione del mondo, la sua mentalità, la sua coscienza come risultato dello sviluppo rivoluzionario della società. Le persone, da un lato, perdono il loro orientamento, e dall'altro lato, seguendo le stesse norme culturali non portano alla realizzazione dei loro bisogni. È successo con le norme sovietiche dopo il crollo della società sovietica. Durante la notte, milioni di sovietici sono diventati russi che vivono nelle "giungle del selvaggio capitalismo", dove "l'uomo è un lupo", dove c'è competizione, spiegata dal darwinismo sociale. In tali condizioni, alcuni (conformisti) si adattano, altri diventano devianti, persino criminali e suicidi.

Una causa importante del comportamento deviante sono i disastri sociali (inclusi la guerra), causati dall'uomo e naturali. Essi violano la psiche delle persone, aumentano la disuguaglianza sociale, causano la disorganizzazione delle forze dell'ordine, che diventa la causa obiettiva del comportamento deviante di molte persone. Ad esempio, puoi ricordare le conseguenze del nostro protratto conflitto armato in Cecenia, Chernobyl, i terremoti.

Forme di comportamento deviante.

Il comportamento deviante è relativo, perché è misurato solo con le norme culturali di questo gruppo. Ad esempio, i criminali considerano l'estorsione come un normale tipo di guadagno, ma la maggioranza della popolazione considera tale comportamento deviante. Ciò vale anche per alcuni tipi di comportamento sociale: in alcune società sono considerati devianti, in altri non lo sono. In generale, le forme di comportamento deviante di solito includono criminalità criminale, alcolismo, tossicodipendenza, prostituzione, gioco d'azzardo, disturbo mentale, suicidio.

Una delle riconosciute nella sociologia moderna è una tipologia di comportamento deviante, sviluppata da R. Merton in linea con le idee di deviazione come risultato dell'anomalia, vale a dire. il processo di distruzione degli elementi di base della cultura, principalmente nell'aspetto degli standard etici.

La tipologia del comportamento deviante di Merton si basa sulle nozioni di deviazione come un divario tra obiettivi culturali e modi socialmente approvati per raggiungerli. In base a ciò, identifica quattro possibili tipi di deviazione:

§ l'innovazione, che implica l'accordo con gli obiettivi della società e il rifiuto dei metodi generalmente accettati per raggiungerli (gli "innovatori" includono prostitute, ricattatori, creatori di "piramidi finanziarie", grandi scienziati);

§ il ritualismo associato alla negazione degli obiettivi di una determinata società e l'assurda esagerazione del valore dei modi per raggiungerli, ad esempio, il burocrate richiede che ogni documento sia accuratamente compilato, ricontrollato, archiviato in quattro copie, ma la cosa principale è dimenticata: l'obiettivo;

§ retretismo (o fuga dalla realtà), espresso nell'abbandono sia degli obiettivi socialmente approvati che delle modalità per raggiungerli (ubriaconi, tossicodipendenti, senzatetto, ecc.);

§ una ribellione che nega sia gli obiettivi che i metodi, ma cerca di sostituirli con nuovi (rivoluzionari che lottano per una rottura radicale di tutte le relazioni sociali).

L'unico tipo di comportamento non comportamentale che Merton considera conforme, espresso in accordo con gli obiettivi e i mezzi per raggiungerli. Nella tipologia di Merton, l'attenzione è focalizzata sul fatto che la deviazione non è un prodotto di un atteggiamento assolutamente negativo nei confronti di norme e standard generalmente accettati. Ad esempio, un ladro non rifiuta un obiettivo socialmente approvato - il benessere materiale: può sforzarsi con lo stesso zelo di un giovane, preoccupato per la sua carriera di servizio. Il burocrate non rifiuta le regole di lavoro generalmente accettate, ma le esegue anche alla lettera, raggiungendo il punto di assurdità. Allo stesso tempo, sia il ladro che il burocrate sono devianti.

Alcune cause di comportamento deviante non sono sociali, ma biopsichiche. Ad esempio, la tendenza all'alcolismo, alla tossicodipendenza, ai disturbi mentali può essere trasmessa dai genitori ai bambini. Nella sociologia del comportamento deviante ci sono diverse direzioni che spiegano le ragioni del suo verificarsi. Quindi, Merton, usando il concetto di "anomie" (lo stato della società in cui le vecchie norme e valori non corrispondono più a relazioni reali, ma i nuovi non sono ancora stati stabiliti), considera l'incoerenza degli obiettivi proposti dalla società e i mezzi che offre per il loro comportamento deviante. realizzazioni. Nell'ambito della teoria basata sulla teoria del conflitto, si sostiene che i modelli di comportamento sociale sono devianti se si basano sulle norme di un'altra cultura. Ad esempio, un criminale è considerato come portatore di una certa sottocultura, conflitto rispetto al tipo di cultura prevalente in una data società. Un certo numero di moderni sociologi russi ritiene che le fonti di deviazione siano la disuguaglianza sociale nella società, le differenze nelle possibilità di soddisfare i bisogni di diversi gruppi sociali.

Il comportamento deviante è diviso in due gruppi:

1. Comportamento che si discosta dalla norma della salute mentale, ad es. la presenza di una psicopatologia esplicita o nascosta in una persona, questo gruppo è costituito da individui: astenici, schizoidi, epileptoyda e persone con carattere accentuato.

2. Comportamento che devia dalle norme morali della comunità umana e si manifesta in diverse forme di patologia sociale: ubriachezza, tossicodipendenza, prostituzione, ecc. Questo comportamento è espresso sotto forma di condotta scorretta o crimine.

I soggetti principali del comportamento deviante comprendono persone che soffrono di certe forme di patologia mentale e inclini su queste basi a comportamenti immorali, tentativi di autolesionismo e suicidi.

Pertanto, i disturbi mentali si manifestano in due forme:

Caratteri accentuati, ad es. varianti estreme della norma. Le persone con tratti caratteriali "pesanti" pronunciati sono spesso clienti di servizi di medicina sociale e di contrasto.

I disturbi mentali sotto forma di accentuazioni si verificano nei giovani per diversi motivi:

1. Spesso i disturbi mentali sono causati dal fatto che la società pone eccessive richieste al giovane. Se le esperienze negative dolorose si sovrappongono a anomalie congenite nel carattere, si forma un complesso di inferiorità, e sorge una necessità per i compensatori artificiali - alcol, droghe, comportamento aggressivo.

Soprattutto provoca l'apparizione di un'accentuazione o patologia precedentemente nascosta, periodo puberale, vale a dire. pubertà.

2. Le difficoltà influenzano l'età di transizione, cioè il passaggio alla vita "adulta", è accompagnato da una ristrutturazione della psiche. Tali processi importanti come: il pensiero, le sensazioni, la percezione sono riorganizzati, il mondo delle illusioni, i sentimenti cambiano, le caratteristiche del temperamento, le capacità, le inclinazioni sono pienamente manifestate.

3. Ristrutturazione "I-concept". "I-concept" è un sistema stabile e unico delle idee di un individuo su se stesso, sulla base del quale costruisce le sue relazioni con l'ambiente e con se stesso.

Vi sono interrelazioni tra varie forme di comportamento deviante e un fenomeno negativo rinforza l'altro. Ad esempio, l'alcolismo contribuisce a un aumento del teppismo.

Un altro gruppo di cause di comportamento deviante è associato alla diffusione di varie patologie sociali, in particolare la crescita di malattie mentali, l'alcolismo, la tossicodipendenza e il deterioramento dello stock genetico della popolazione.

La vaghezza e l'accattonaggio, che sono uno stile di vita speciale (rifiuto di partecipare a lavori socialmente utili, concentrandosi solo sul reddito non guadagnato), si sono recentemente diffusi tra vari tipi di deviazioni sociali. Il pericolo sociale delle deviazioni sociali di questo tipo risiede nel fatto che vagabondi e mendicanti spesso fungono da mediatori nella distribuzione di droghe, commettono furti e altri crimini.

Il comportamento deviante nella società moderna ha alcune peculiarità. Questo comportamento sta diventando sempre più rischioso e razionale. La differenza principale tra i devianti, consapevolmente prendendo rischi, dagli avventurieri è la fiducia nella professionalità, la fede non nel destino e nel caso, ma nella conoscenza e nella scelta informata. Il comportamento di rischio deviante contribuisce all'autorealizzazione, all'autorealizzazione e all'autoaffermazione dell'individuo.

Spesso, il comportamento deviante è associato alla dipendenza, ad es. con il desiderio di evitare il disagio socio-psicologico interno, cambiare il loro stato socio-mentale, caratterizzato da lotte interne, conflitti intrapersonali. Pertanto, il percorso deviante è scelto principalmente da coloro che non hanno un'opportunità legale per l'autorealizzazione nelle condizioni della gerarchia sociale stabilita, la cui individualità è soppressa, le aspirazioni personali sono bloccate. Queste persone non possono fare carriera, cambiare il loro status sociale, utilizzando canali legittimi di mobilità sociale, motivo per cui le norme di ordine generalmente accettate sono considerate innaturali e ingiuste.

Se l'uno o l'altro tipo di deviazione diventa stabile, diventa la norma per molte persone, la società è obbligata a rivedere i principi che stimolano il comportamento deviante o riesaminano le norme sociali. Altrimenti, il comportamento considerato deviante potrebbe diventare normale. Alla deviazione distruttiva non è diffusa, è necessario:

§ ampliare l'accesso a modi legittimi per raggiungere il successo e risalire la scala sociale;

§ osservare l'uguaglianza sociale davanti alla legge;

§ migliorare la legislazione, allineandola alle nuove realtà sociali;

§ lottare per l'adeguatezza del crimine e della punizione.

Le ragioni del comportamento deviante sono state precedentemente tentate di essere spiegate sulla base delle caratteristiche biologiche dei violatori delle norme - caratteristiche fisiche specifiche, deviazioni genetiche; sulla base di caratteristiche psicologiche - ritardo mentale, vari problemi mentali. Allo stesso tempo, il meccanismo psicologico per la formazione della maggioranza delle deviazioni è stato dichiarato un comportamento di dipendenza (la dipendenza è una dipendenza perniciosa), quando una persona cerca di sfuggire alle complessità della vita reale, usando alcol, droghe e gioco d'azzardo. Il risultato della dipendenza è la distruzione dell'individuo.

Le interpretazioni biologiche e psicologiche delle cause della deviazione non hanno trovato prove inequivocabili nella scienza. Più affidabili sono le conclusioni delle teorie sociologiche che considerano l'origine della deviazione in un ampio contesto pubblico.

Secondo il concetto di disorientamento proposto dal sociologo francese Emile Durkheim (1858-1917), le crisi sociali sono il terreno fertile per le deviazioni, quando c'è una discrepanza tra le norme accettate e l'esperienza di vita della persona e lo stato di anomia - mancanza di norme.

Il sociologo americano Robert Merton (1910-2003) riteneva che la causa delle deviazioni non fosse l'assenza di norme, ma l'impossibilità di seguirle. Anomie è il divario tra obiettivi stabiliti culturalmente e la disponibilità di mezzi socialmente approvati per raggiungerli.

Nella cultura moderna, gli obiettivi principali sono il successo e la ricchezza. Ma la società non fornisce a tutte le persone i mezzi legali per raggiungere questi obiettivi. Pertanto, una persona deve scegliere mezzi illegali o abbandonare un obiettivo, sostituendolo con illusioni di benessere (droghe, alcol, ecc.). Un'altra variante del comportamento deviante in una situazione del genere è la ribellione contro la società, la cultura e gli obiettivi e i mezzi stabiliti.

Secondo la teoria della stigmatizzazione (o dell'etichettatura), tutte le persone sono inclini a infrangere le regole, ma coloro che sono "etichettati" con l'etichetta deviata diventano devianti. Ad esempio, un ex criminale può abbandonare il suo passato criminale, ma chi lo circonda lo percepirà come un criminale, eviterà il contatto con lui, rifiuterà di accettare un impiego, ecc. Di conseguenza, gli rimane solo una possibilità: ritornare sulla via criminale.

Si noti che nel mondo moderno il comportamento deviante è la caratteristica principale dei giovani come gruppo sociale instabile e più vulnerabile. Nel nostro paese, l'alcolismo giovanile, la tossicodipendenza e il crimine sono particolarmente preoccupanti. Per combattere queste e altre deviazioni, sono necessarie misure di controllo sociale complete.

La devianza sorge già nel processo di socializzazione primaria di una persona. È associato alla formazione della motivazione, dei ruoli sociali e degli stati di una persona nel passato e nel presente, che si contraddicono a vicenda. Ad esempio, il ruolo dello studente non coincide con il ruolo del bambino. La struttura motivazionale di una persona è ambivalente, contiene sia motivi positivi (conformi) che negativi (devianti) per l'azione.

I ruoli sociali cambiano continuamente nel corso della vita di una persona, rafforzando le motivazioni conformali o devianti. La ragione di ciò è lo sviluppo della società, i suoi valori e le sue norme. Ciò che era deviante diventa normale (conforme) e viceversa. Ad esempio, il socialismo, la rivoluzione, i bolscevichi, ecc., I motivi e le norme erano devianti per la Russia zarista, e le loro portatrici furono punite con riferimenti e prigione. Dopo la vittoria dei bolscevichi, le precedenti norme devianti erano considerate normali. Il collasso della società sovietica trasformò di nuovo le sue norme e i suoi valori in deviati, che fu la ragione del nuovo comportamento deviante della gente nella Russia post-sovietica.

Per spiegare il comportamento deviante offrono diverse versioni. Alla fine del XIX secolo sorse la teoria del dott. Lambroso in merito ai prerequisiti genetici del comportamento deviante. "Tipo criminale", secondo lui, è il risultato del degrado delle persone nelle prime fasi dello sviluppo. Segni esterni di una persona deviante: mandibola sporgente, ridotta sensibilità al dolore, ecc. Nel nostro tempo, le cause biologiche di comportamento deviante includono anomalie dei cromosomi sessuali o cromosomi aggiuntivi.

Le cause psicologiche di deviazione sono chiamate "demenza", "degenerazione", "psicopatia", ecc. Ad esempio, Freud ha scoperto un tipo di persona con inclinazione mentale congenita alla distruzione. La deviazione sessuale è presumibilmente associata a una profonda paura della castrazione, ecc.

Anche l'infezione con le "cattive" norme della cultura spirituale dei rappresentanti degli strati centrali e superiori degli strati inferiori è considerata la causa del comportamento deviante. "Infezione" si verifica durante la comunicazione "per strada", come risultato di conoscenze casuali. Alcuni sociologi (Miller, Sellin) ritengono che gli strati sociali inferiori abbiano una maggiore disponibilità a correre rischi, eccitarsi, ecc.

Allo stesso tempo, i gruppi influenti trattano le persone dello strato inferiore come devianti, diffondendo loro istanze isolate del loro comportamento deviante. Ad esempio, nella Russia moderna, "persone di nazionalità caucasica" sono considerate potenziali mercanti, ladri e criminali. Qui puoi menzionare l'influenza della televisione, la fastidiosa dimostrazione di scene di comportamento deviante.

Il comportamento deviante di una persona può essere descritto come un sistema di azioni che contraddice le norme accettate nella società e si manifestano sotto forma di squilibrio dei processi mentali, non adattabilità, violazione del processo di autorealizzazione o sotto forma di deviazione dal controllo morale ed estetico sul proprio comportamento.

Il comportamento deviante può avere una varietà di strutture e caratteristiche dinamiche, forma come un fenomeno isolato o come un fenomeno dell'ordine di gruppo, combinare diverse forme cliniche o una singola, essere stabile o instabile, avere un focus diverso e un significato sociale.

Deviazioni individuali (isolate) includono tutte le forme cliniche e tipi di comportamento deviante, in cui non ha il carattere di dipendenza dal comportamento degli altri. La violazione di norme legali, etiche o estetiche si verifica in questo caso senza contatto con micro-modelli sociali di comportamento. Spesso, un individuo cerca coscientemente di scegliere una deviazione isolata, volendo essere radicalmente diversi dall'ambiente o confrontarsi con "con tutti e tutto" potrebbe non prestare attenzione alla presenza o all'assenza di comportamenti devianti nel circolo ristretto, cioè ignorare la realtà senza "inventare" un nuovo originale deviazione. Deviazioni individuali particolarmente luminose si verificano in tipi psicopatologici e patogenetici di comportamento deviante. Esiste un solo tipo di comportamento deviante psicopatologico di gruppo noto come indotto - formato dai meccanismi di suggerimento diretto o indiretto all'individuo di norme comportamentali e modelli di comprensione della realtà, prodotto da una persona autorevole in uno stato mentale doloroso. Un esempio classico è il comportamento delirante indotto dai parenti stretti dei malati di mente.

Deviazioni isolate includono forme comunicative di comportamento deviante (comportamenti autistici e narcisistici, iperattività), comportamento autoaggressivo sotto forma di tentativi suicidi (sebbene siano possibili anche forme di gruppo dei cosiddetti suicidi rituali), disturbi alimentari (anoressia o bulimia), anomalie del comportamento e dello sviluppo sessuale, hobbies psicopatologici innervabili ("intossicazione filosofica", prijatnichestvo e querulismo, varietà di mania - cleptomania, dromomania, ecc.), abuso trattamento di sostanze che causano cambiamenti nell'attività mentale (dipendenza da droghe e alcol).

Deviazioni di gruppo osservate più spesso. La loro caratteristica distintiva è l'obbligatorietà di forme simili di comportamento deviante nel cerchio interno, idoli e persone autorevoli nel gruppo di riferimento. La stragrande maggioranza delle varianti di comportamento deviante legate all'età (specialmente adolescenziali) sono correlate al gruppo. Ad esempio, le caratteristiche caratterologiche e patologiche degli adolescenti sono di natura collettiva. I gruppi di pari, l'emancipazione, l'imitazione, l'opposizione, così come le forme cliniche di comportamento deviante come il fanatismo sportivo, musicale o religioso, il collezionismo e la "paranoia della salute", di regola, non si formano in isolamento, ma in un gruppo. Spesso tali deviazioni non possono esistere al di fuori del gruppo o della squadra e vengono corrette dall'isolamento di una persona.

Le varietà di comportamento deviante del gruppo si basano sul principio della pressione di gruppo e della tolleranza a questa pressione, che non è osservata in deviazioni isolate (individuali). Un adolescente, in base a specifiche caratteristiche individuali dell'età, tende prima a prendere le distanze dagli adulti e a scegliere consapevolmente il gruppo di riferimento. In futuro, il gruppo stesso, in virtù delle sue leggi di gruppo interne, mira a punire i suoi membri che si discostano dalla linea generale, dal momento che possono creare ostacoli sulla via del movimento a livello di gruppo. Quindi, c'è la formazione del comportamento deviante di gruppo, in cui la completa accettazione degli atteggiamenti di gruppo è combinata con la soppressione dei propri dubbi sulla correttezza e la normatività del proprio comportamento.

La pressione del gruppo sull'individuo è in grado di esercitare sia il gruppo di riferimento che la famiglia. La pressione del gruppo e la formazione di comportamenti devianti possono verificarsi nel quadro di gruppi professionali e basati su ideologie, nonché in "gruppi di interesse". Quindi, un professionista, confessionale, "hobby" o qualsiasi altra comunità di persone è in grado di chiedere pubblicamente o tacitamente al suo membro di rispettare standard che possano effettivamente indossare sfumature di comportamento deviante. Le norme dei motociclisti dettano la necessità di scegliere una motocicletta con il suono più potente e forte del motore e dimostrano in modo sconvolgente la sua sonorità nel periodo in cui l'uomo medio mira al silenzio. Da un seguace di ogni movimento religioso è richiesto a voce alta molte ore di fila in preghiera in forma di un grido di rivolgersi alla divinità. Le prostitute, in accordo con il "codice d'onore", sono proibite per avere un orgasmo "al lavoro".

Le varietà familiari di deviazioni di gruppo mostrano modelli di comportamento devianti per l'intera famiglia o parte dei suoi membri associati al processo di pressione del gruppo. Queste possono essere influenze dirette dei genitori su un bambino (ad esempio, coinvolgendolo nelle attività di una setta totalitaria o di un gruppo sanitario) o trasmissione indiretta di tradizioni devianti (ad esempio abuso di alcool o passioni sopravvalutate, abitudini alimentari). Effetti possibili e inversi di un bambino con comportamento deviante sui genitori (la formazione del tipo patogenetico di comportamento deviante sotto forma di eccessiva attività sociale o di altro tipo nelle madri i cui figli soffrono, ad esempio, la tossicodipendenza). Le deviazioni familiari sono uno stereotipo comportamentale che viene costantemente sostenuto e promosso dal gruppo (famiglia). Spesso le famiglie con forme devianti di comportamento di gruppo si uniscono sulla base di queste deviazioni e formano nuovi gruppi - i metasemi. Le cosiddette "famiglie svedesi" sono conosciute, il cui momento unificante è la priorità nella scelta delle interazioni sessuali di gruppo. Comuni religiosi, che richiedono ai loro membri di rinunciare alle loro precedenti famiglie e formare una nuova comunità spirituale, attribuendo a se stesse più funzioni familiari. Spesso le persone con comportamenti devianti costruiscono le loro famiglie sulla base di somiglianze tra interessi e comportamenti devianti.

Le forme di comportamento devianti possono essere temporanee e permanenti, stabili e instabili. Le deviazioni temporali sono caratterizzate da una breve durata dell'esistenza di comportamenti devianti, spesso associati alla pressione di gruppo e all'impossibilità di stare fuori dal gruppo. Quindi, un adolescente può mostrare un comportamento deviante solo durante il periodo di permanenza in un campo di vacanza con compagni, essere aggressivo solo in un gruppo. Oppure un moderato bevitore può abusare di bevande alcoliche sotto la pressione psicologica dei compagni di viaggio o compagni di lavoro durante un viaggio di lavoro. Deviazioni permanenti includono tali forme di comportamento deviante che hanno una tendenza all'esistenza a lungo termine e poca dipendenza da influenze esterne. Costituiscono la maggior parte dei comportamenti devianti. Le deviazioni stabili sono caratterizzate da monofenomenologia, cioè solo una singola forma di comportamento deviante prevale nel comportamento umano. Con deviazione instabile, c'è una tendenza a frequenti cambiamenti nelle manifestazioni cliniche di deviazione. Ad esempio, una persona può alternare le deviazioni sotto forma di abuso di sostanze e disturbi alimentari. Deviant T., 50 anni, dopo essersi ripreso dall'alcolismo, divenne per prima cosa un sostenitore di uno degli insegnamenti sulla vita sana con un modello di comportamento deviante corrispondente, e poi si interessò al gioco d'azzardo e perse una grande quantità di denaro sulle macchine da gioco, stabilendo un appartamento per loro. Nella struttura del suo personaggio e della sua personalità si formò una cornice per incastrare varie deviazioni su di lui.

Si distinguono varietà spontanee e pianificate, strutturate (organizzate) e non strutturate (scarsamente organizzate) di comportamento deviante. Le deviazioni elementali tendono ad essere formazioni rapide, caotiche e non pianificate. Nascono sotto l'influenza di circostanze esterne e sono caratterizzati da una natura temporanea. In questo caso, il comportamento deviante non è pianificato in modo specifico, ma non è escluso dal programma comportamentale. La confluenza delle circostanze e lo stato emotivo dell'individuo sono decisivi nella comparsa di comportamenti inappropriati. Il momento provocatorio può essere l'azione degli altri. Le azioni aggressive e auto-aggressive sono spesso commesse spontaneamente in caso di comportamenti devianti e patogeni di comportamento deviante. Le deviazioni pianificate hanno il carattere di regolamentazione, assegnazione e delineazione rigorosa. Una persona si prepara in anticipo per la loro implementazione, spesso sperimentando una "eccitazione pre-lancio", un'attesa gioiosa e nello stesso tempo irrequieta di questo tipo di attività. Le deviazioni previste comprendono, ad esempio, il gioco d'azzardo e il consumo di alcol. Quando si può notare la presenza del periodo preparatorio, durante il quale il Deviant con lussuria si aspetta l'opportunità di impegnarsi in un gioco d'azzardo o l'emergere di un "gruppo di persone affini". All'interno delle deviazioni di gruppo, sono possibili vari gradi della loro coesione attorno a una forma di comportamento deviante. Il settarismo implica coesione e strutturazione, e una piccola organizzazione è caratteristica di un gruppo di filatelici. La deviazione strutturata (organizzata) è una forma di gruppo di comportamento deviante, all'interno della quale i ruoli di tutti i suoi partecipanti sono chiaramente definiti. Per una varietà non strutturata (scarsamente organizzata) di comportamenti devianti di gruppo, c'è una mancanza di relazioni gerarchiche e una regolamentazione delle azioni.

Le forme di comportamento devianti nella struttura possono anche essere espansive e non espansive, altruiste ed egoistiche. Le deviazioni espansive, al contrario di quelle non espansive, sono caratterizzate da un'invasione della vita e delle attività delle persone intorno a loro, spesso dalla tendenza a ignorare i loro interessi e persino a violare le loro libertà (ad esempio, comportamenti aggressivi o ipercomunicativi, anomalie sessuali). Con deviazioni non espansive, un individuo con il suo comportamento non può formalmente toccare gli interessi degli altri (ad esempio, disturbi alimentari e autismo). Le deviazioni non espansive sono autodistruttive per la personalità del deviante quando un'attività inadeguata e inefficace porta al degrado personale o al blocco della crescita personale.

La stragrande maggioranza delle forme di comportamento deviante può essere definita egoisticamente orientata. Le deviazioni egoistiche differiscono nel concentrarsi sull'ottenere soddisfazione o guadagno personale. L'abuso di alcol, sostanze narcotiche, deviazioni sessuali e perversioni sono permeati dal desiderio e dal desiderio dell'individuo di ottenere nuove sensazioni, di "accontentare se stesso", di provare gioia. Le deviazioni altruistiche, al contrario, sono mirate agli interessi di altre persone, spesso combinate con una tendenza al sacrificio di sé e all'autodecisione. Gli obiettivi altruistici possono perseguire un comportamento suicidario, se una persona si suicida per amore dei propri cari, una divinità che viene adorata o "per il bene di tutta l'umanità".

Tramite il parametro di consapevolezza e criticità può essere identificata la deviazione consapevole e inconscia. Le deviazioni consapevoli sono comportamenti devianti che una persona è consapevole di deviare dalla norma e in relazione alla quale può provare emozioni negative e il desiderio di correggerle. La criticità è spesso come un'onda. Le deviazioni inconsce, di regola, si verificano nel quadro del tipo psicopatologico di comportamento deviante basato su disturbi mentali. Sono caratterizzati dalla completa coesione della forma di comportamento deviante con la personalità del deviante, dalla sua convinzione che il comportamento è adeguato rispetto alle azioni degli altri e al loro atteggiamento nei suoi confronti, così come la mancanza di desiderio di cambiare qualcosa nel suo comportamento.

Usando la "teoria delle etichette" di G. Becker, si propone di distinguere due tipi di deviazioni che differiscono nei meccanismi di formazione (McCaghy): primario e secondario. Le deviazioni primarie sono qualsiasi forma di comportamento offensivo. Le deviazioni secondarie derivano dall'adesione volontaria o involontaria del deviante all'etichetta a lui attribuita, giustificano le loro aspettative e cercano di confermare la validità delle loro opinioni e convinzioni riguardo al loro comportamento deviante.

La base per valutare il comportamento deviante di una persona è l'analisi delle sue interazioni con la realtà, poiché il principio principale della norma di adattabilità è basato sull'adattamento (adattabilità) in relazione a qualcosa e qualcuno, cioè all'ambiente reale dell'individuo. Le interazioni tra l'individuo e la realtà possono essere rappresentate in sei modi.

Quando si confronta con la realtà, l'individuo sta attivamente cercando di distruggere la realtà che odiava, di cambiarla secondo i propri atteggiamenti e valori. È convinto che tutti i problemi che affronta sono determinati dai fattori della realtà, e l'unico modo per raggiungere i suoi obiettivi è lottare con la realtà, cercare di rifare la realtà per se stesso o massimizzare i benefici di un comportamento che viola le norme della società. Allo stesso tempo, la risposta dal lato della realtà in relazione a tale individuo diventa anche opposizione, esilio o tentativo di cambiare l'individuo, per adattarlo alle esigenze della realtà. Il confronto della realtà avviene nel comportamento criminale e delinquenziale.

Il doloroso confronto della realtà è dovuto a segni di patologia mentale e disturbi psicopatologici, in cui il mondo intorno a noi è percepito come ostile a causa della distorsione soggettiva della sua percezione e comprensione. I sintomi della malattia mentale violano la capacità di valutare adeguatamente i motivi delle azioni degli altri e, di conseguenza, l'interazione efficace con l'ambiente diventa difficile. Se, confrontando la realtà, una persona sana sceglie consapevolmente il modo di affrontare la realtà, allora in caso di una dolorosa opposizione in una persona malata di mente, questa modalità di interazione è l'unica e necessaria.

Il modo di interagire con la realtà nella forma di evitare la realtà viene scelto consapevolmente o inconsciamente da persone che considerano la realtà in modo negativo e opposto, ritenendosi incapaci di adattarsi ad essa. Possono anche essere guidati dalla riluttanza ad adattarsi alla realtà, "non meritevole di adattarsi ad essa" a causa dell'imperfezione, del conservatorismo, dell'uniformità, della soppressione dei valori esistenziali o dell'attività francamente antiumana.

Ignorare la realtà si manifesta con l'autonomia della vita e dell'attività umana, quando non prende in considerazione i requisiti e le norme della realtà, esistenti nel suo mondo strettamente professionale. In questo caso, non c'è collisione, nessuna opposizione, nessuna fuga dalla realtà. Le parti esistono come da sole. Una tale variante di interazione con la realtà è piuttosto rara e si trova solo in un piccolo numero di persone talentuose e dotate di iper-abilità in qualsiasi area.

La persona armoniosa sceglie l'adattamento alla realtà. Tuttavia, è impossibile escludere definitivamente da un certo numero di individui armoniosi persone che usano, ad esempio, un modo per evitare la realtà. Ciò è dovuto al fatto che la realtà, così come un individuo, può essere disarmonica. Ad esempio, l'adattamento volontario alle condizioni di un regime autoritario, la divisione dei suoi valori e la scelta di un comportamento appropriato non possono essere considerati come armoniosi.

I sociologi danno anche un'altra definizione: il comportamento deviante è una forma di disorganizzazione del comportamento di un individuo in un gruppo o categoria di persone in una società, rivelando una discrepanza rispetto alle attuali aspettative, requisiti morali e legali della società. Le deviazioni negative dalle norme sociali a livello individuale si manifestano principalmente in crimini e altri reati, in atti immorali. A livello di piccoli gruppi sociali, queste deviazioni si manifestano in deformazioni, disturbi nei normali rapporti di persone (discordia, scandali, ecc.). Nelle attività delle organizzazioni statali e pubbliche tali deviazioni si manifestano nella burocrazia, nella burocrazia, nella corruzione e in altri fenomeni dolorosi.

Le manifestazioni del comportamento deviante sono tanto diverse quanto le norme sociali sono diverse. Le conseguenze di queste deviazioni non sono meno varie. La loro caratteristica comune è il danno, il danno alla società, il gruppo sociale, le altre persone e una persona che consente le deviazioni negative.

Le deviazioni sociali sono particolarmente pericolose come fenomeno di massa.

Crimini e altri reati, alcolismo, tossicodipendenza, fanatismo religioso, intolleranza razziale, terrorismo - questi e altri processi negativi simili nello sviluppo della società portano danni incalcolabili all'umanità. Il loro pericolo può essere visto sull'esempio della dipendenza.

La tossicodipendenza è un potente fattore di disorganizzazione sociale, un male sociale distruttivo, una minaccia estremamente grave per il funzionamento dell'organismo sociale. La tossicodipendenza si riferisce al consumo di droga senza la raccomandazione di un medico. La medicina considera la tossicodipendenza come una malattia caratterizzata da un'irresistibile attrazione per gli stupefacenti, la necessità di un aumento delle dosi assunte e anche una condizione dolorosa in caso di deprivazione della droga. La conseguenza della tossicodipendenza è la distruzione della salute fisica e mentale, il degrado dell'individuo, la sociologia considera la tossicodipendenza una sorta di comportamento deviante provocato da una dipendenza patologica dalle droghe ed espresso in atti amoral e criminali. La tossicodipendenza distrugge le capacità di attività e la comunicazione accumulate dalla cultura umana, disabilita i meccanismi di interazione tra le persone. Le sue conseguenze sono la distruzione delle relazioni interpersonali, la disintegrazione della famiglia, la perdita delle qualità professionali, la disoccupazione, il parassitismo, la caduta dalle norme generalmente accettate. Il pericolo della tossicodipendenza è ovvio e riconosciuto in tutto il mondo, anche in Russia.

Inoltre, Sulla Depressione