Malattie neurologiche nei bambini

La neurologia pediatrica è una branca della medicina che si occupa delle malattie del sistema nervoso dei bambini. Ha avuto origine all'incrocio di 2 discipline: neurologia e pediatria. È anche strettamente correlato alla neurochirurgia e alla psichiatria. La neurologia nei bambini è una delle discipline più difficili della medicina.

Un po 'di storia

Un grande contributo allo sviluppo della neurologia infantile è stato dato da Yakunin Yu.A., Badalyan L.O., Shabalov NP. e, naturalmente, A.Y. Ratner Hanno fatto molto per lo sviluppo di una patologia esattamente perinatale, ad es. su neurologia di neonati.

Inoltre, al fine di migliorare i processi di diagnosi e trattamento dei neurologi pediatrici nel 2015, è stata pubblicata la terza edizione del libro - "Neurologia pediatrica nei neonati e linee guida cliniche", ed. prof. Guzeeva V.I. e co-autori.

Ecco tutti gli ultimi materiali sull'eziologia, definizione e trattamento delle patologie del sistema nervoso nell'infanzia; L'intero algoritmo delle azioni del medico è indicato.

Informazioni particolarmente dettagliate sono fornite sulla patologia del neonato. Molta attenzione viene prestata alla medicina basata sull'evidenza e ai suoi risultati.

Questa raccolta di raccomandazioni è in realtà una guida all'azione, non solo per i neurologi, ma anche per i pediatri, i neurochirurghi, i medici di medicina generale, i corsi superiori delle università mediche, dopo la formazione post-laurea.

Neurologo (nome più moderno della specialità di un neurologo) - è specializzato nello studio, nella prevenzione, nell'individuazione e nel trattamento di malattie con lesioni di tutte le parti del sistema nervoso.

Questo è particolarmente importante nei bambini, perché le patologie neurologiche lasciano un segno di vita nel futuro. Il lavoro del neurologo dei bambini è molto responsabile, perché con le sue decisioni decide l'ulteriore destino del bambino: il suo adattamento sociale, la salute mentale e fisica; e persino la sua malattia nel periodo dell'adulto.

Oggi nella neurologia infantile è stata aperta una nuova sezione di malattie: le malattie metaboliche ereditarie. Ciò avviene a causa di 2.5 mila nosologie in neurologia, il 70% di esse sono ereditarie.

Le visite al neurologo pediatrico dovrebbero essere programmate nel primo mese di vita, ogni 3 mesi per 1 anno di vita. Quindi sono fatti di necessità ogni anno.

L'importanza del riferimento tempestivo a un neurologo pediatrico

La neurologia pediatrica differisce notevolmente da quella negli adulti; il sistema nervoso dei bambini varia in base all'età e non è una copia di un adulto in miniatura. Nei bambini, molte malattie hanno un decorso atipico e sono piuttosto rare.

Il problema principale della neurologia pediatrica è il danno perinatale al sistema nervoso. Il periodo perinatale inizia con 22 settimane di gestazione e termina 7 giorni dopo il parto. In questo periodo cruciale per la madre e il feto, una varietà di fattori può influenzarla.

Il mese scorso prima della nascita e della salute dipende molto da fattori esterni: tossicosi tardiva; nicotina; assunzione di droga; lo stress; infezioni - tutto questo è molto importante per il corpo del futuro bambino, questi sono fattori dannosi. Ad esempio, anche uno stress minore sulla madre durante la gravidanza porta ad un eccesso di calcio nelle ossa del bambino.

Quando il parto si avvicina, le ossa del feto si induriscono; il risultato è un parto doloroso per la madre e difficoltà per il bambino mentre passa attraverso il canale del parto. È anche indiscutibile che oggi il numero di stress nella vita di una persona aumenta in modo esponenziale.

Il lavoro del sistema nervoso può essere disturbato anche nel periodo prenatale. Pertanto, un neurologo esamina un bambino nelle prime settimane di vita e immediatamente dopo la nascita.

Se la nascita della madre era patologica e il bambino era nato in asfissia, era l'imposizione del forcipe e di altre manipolazioni ostetriche, che necessariamente influenzano il sistema nervoso. Molti ricercatori occidentali considerano i generi attuali come non fisiologici.

L'unico neurologo che ha esaminato i neonati durante il periodo di perinatalità nel libro, A.Yu Ratner, ha detto che la neurologia dei neonati. Questa monografia descrive il danno che diventa inevitabile per il bambino durante le manipolazioni ostetriche.

Anche A.Yu. Ratner, tutti neurologi, osteopati e massaggiatori affermano che durante la nascita il posto più vulnerabile nel feto è il collo e il cingolo scapolare. Provano il carico massimo. Ecco il confine del midollo spinale e del cervello.

Ecco le strutture che orientano una persona nello spazio; responsabile dei bioritmi, respirando, fornendo energia al corpo. Vengono deposte più tardi di altre e continuano a maturare nel perinatale fino a 3 anni. Chiamali a bloccare il cervello.

Ecco perché è così importante trattare la patologia del sistema nervoso nel primo anno di vita. Quando ferisci il collo di un bambino, questo manifesterà spasmi muscolari nel collo; il collo sarà annegato nelle spalle.

A questi bambini non piace mentire sullo stomaco - li fa male; è difficile per loro tenere la testa, cade e seppellisce il naso. Questo perché quando si solleva la testa, il collo e le spalle si irrigidiscono.

Tali bambini hanno frequenti disturbi del sonno; la rachite si verifica più spesso. In età avanzata, soffriranno di mal di testa, perché la spasticità dei muscoli in questa zona si manterrà.

I vasi di alimentazione del cervello passano attraverso 1 blocco e questo si rifletterà anche su di esso. Questo dimostra chiaramente quanta importanza è attribuita ai disordini neurologici nei primi 3 anni di vita, con enfasi sul primo anno. Inoltre influisce negativamente sul distacco del posto dei bambini, sulla velocità del travaglio in ogni direzione, sull'anestesia durante il parto. E non dovresti sperare a caso, se il bambino piangesse immediatamente alla nascita, attaccato al petto e subito preso il seno, ecc. Se hai ignorato il neurologo, al minimo un bambino può avere CRA, il bambino rimarrà disabile. È possibile un danno organico.

Anche i bambini con ritardo possono rimanere indietro nella società, abilità di base, essere inadeguati, emotivamente instabili, ecc. Secondo le statistiche, nel 50% dei casi la disabilità di un bambino è dovuta a malattie neurologiche.

Inoltre, il 70% delle diagnosi è correlato alla condizione di una donna incinta a 34-36 settimane e alla salute del bambino durante il periodo neonatale.

Con un iniziale appello a un neurologo pediatrico, metà di questi problemi sono risolti con successo.

Questo è possibile perché è nei primi mesi della vita del neonato che il cervello si sviluppa e matura attivamente, ha più opportunità di adattamento, quindi il trattamento sarà il più tangibile in termini di efficacia. Se il tempo è perso, sarà possibile parlare solo di scarse opportunità di riabilitazione. In altre parole, tutto va bene in orario.

Quando contattare un neurologo è un bisogno urgente?

I primi sintomi di disturbi sono possibili nel primo mese di vita. I sintomi principali che dovrebbero allertare i genitori e che dovrebbero prestare attenzione a quanto segue:

  1. Mentre piange, il mento del bambino sta tremando e le mani tremano; a volte può essere celebrato e da solo.
  2. Il bambino è facilmente eccitato.
  3. Il bambino non dorme bene, ha un sonno poco profondo e si sveglia facilmente dall'influenza di fattori esterni, ad esempio, dal suono di una voce; costantemente cattivo. I genitori di questi bambini non dovrebbero cercare di creare a casa i modi ideali per migliorare il sonno, come tende, oscuramento, completo silenzio, conversazioni sussurrate - questa non è un'opzione. Tutto ciò aggraverà la situazione e la diagnosi tardiva.
  4. Rigurgito abbondante e frequente nei neonati, anche con una piccola quantità di cibo.
  5. La comparsa di crampi in un bambino, anche a basse temperature.
  6. Supportato da un bambino, messo su pile, piega le dita o si alza in punta di piedi, come una ballerina.
  7. Nei bambini più grandi, ci possono essere: frequenti mal di testa, possono essere prolungati.
  8. Svenimento.
  9. Dolore e mal di schiena
  10. Violazioni nell'implementazione di movimenti normali a diversi livelli della colonna vertebrale.
  11. Distrazione, incapacità di attirare l'attenzione, disturbi della memoria.
  12. Apatia, letargia, stanchezza, nessun interesse per l'ambiente.
  13. Non in contatto con i coetanei.
  14. Cattivo sonno.
  15. Attacchi di panico sullo sfondo di un completo benessere.
  16. Nevralgia e segni di danno ai nervi periferici.
  17. Contrazioni spontaneamente diversi muscoli.
  18. Enuresi nei bambini 5-6 anni.
  19. Iperattività.
  20. Ritardo di parola, padronanza della lettera, intelligenza ridotta.

In tutti questi casi, non aspettare un esame programmato, devi immediatamente andare dal medico.

  1. Nei bambini di età inferiore ad un anno, esame ogni 3 mesi; in presenza di violazioni mensili.
  2. Quindi ispezione nel periodo pre-prescolare - 4 - 5 anni.
  3. Nel periodo della scuola primaria - 7 anni;
  4. 13-14 anni - pubertà.

Tutti gli esami profilattici sono necessari per la diagnosi precoce delle patologie al fine di non portarli a una condizione grave. Inoltre, è possibile individuare precocemente l'insufficienza psicomotoria e il sottosviluppo mentale.

Com'è l'esame di un neurologo pediatrico?

Dopo l'esame tradizionale (esame visivo, palpazione, manipolazione per determinare il motore e le aree sensibili), il neurologo chiarisce sempre l'intera lista delle malattie dalla nascita di un bambino; analizza tutti gli aspetti negativi della gravidanza della madre; flusso di lavoro. Malattie raffinate nel 3 ° trimestre di gravidanza.

Misure diagnostiche

Dei metodi diagnostici per i sintomi sospetti si applicano:

  • Ultrasuoni con vasi cerebrali Doppler;
  • esame del fondo;
  • EEG;
  • RM (in casi estremi).

Durante la ricezione deve essere controllato:

  • riflessi visivi;
  • tono muscolare e forza;
  • riflessi condizionati e incondizionati;
  • è determinato dalla sensibilità e dalla sua perdita;
  • coordinamento nello spazio;
  • funzione cognitiva cognitiva.

Ulteriori metodi di ricerca includono la valutazione dell'udito, del tronco cerebrale, dell'apparato linguistico. Poiché molti problemi sono spesso di natura politiologica, il trattamento viene eseguito insieme ad altri specialisti.

Metodi di trattamento

Come trattare le anomalie congenite? Nelle patologie congenite, l'obiettivo principale è fermare il peggioramento della patologia e aiutare ad adattare il bambino. LS non è usato immediatamente.

Per iniziare applicare:

  • terapia manuale;
  • tecnica craniosacrale;
  • rilassamento muscolare;
  • tecnica emozionale;
  • terapia fisica, riflessa e binaurale;
  • massaggi;
  • Esercitare la terapia e altri.

Terapia manuale - ripristina la mobilità e il lavoro della colonna vertebrale. Nei bambini, viene eseguito delicatamente, al rallentatore, rimuovendo tutti gli spasmi dalle zone di tensione.

Tecnica craniosacrale: il suo obiettivo è l'allineamento manuale graduale delle ossa del cranio. Ripristina l'afflusso di sangue al cervello; riduce ICP. La tecnica è utilizzata nei neonati.

Tecniche emozionali - utilizzate per anomalie comportamentali e nevrosi.

Rilassamento muscolare - consiste nel rilassamento delle fibre muscolari. Ciò ha un effetto positivo sul sistema scheletrico, specialmente sulla colonna vertebrale. Anche gli organi interni si rilassano.

Tra i nuovi metodi, si possono notare i programmi di linguaggio informatico, i metodi per migliorare la coordinazione dei movimenti (stimolazione cerebellare).

Come puoi vedere, con un trattamento neurologico, poco è accettabile a casa.

Un neuropatologo non prescrive semplicemente un trattamento e rimanda il bambino a casa, senza pensarlo fino alla successiva visita medica. Controlla sempre il trattamento.

Al fine di stimolare la motilità, lo sviluppo mentale, i genitori possono eseguire con successo semplici esercizi a casa dopo aver consultato un medico per sviluppare e migliorare le capacità motorie:

  1. Versare un po 'di semola di grano saraceno in una ciotola e rigirarla, versarla dal palmo al palmo. Puoi nascondere piccoli oggetti in questa groppa e lasciare che il bambino cerchi di tastarli.
  2. La tazza del bacino in un secchio versa sopra l'acqua calda;
  3. Ai primi passi del bambino, più spesso corriamo verso di lui a piedi nudi. Fagli sentire la superficie della pila; arricchirà le sue sensazioni tattili. Allo stesso tempo, la superficie si alterna strutturalmente - pavimento, moquette, tappetino in gomma, tessuto, ecc.
  4. Impegnarsi con un bambino a modellare l'argilla, dipingere con le pitture per le dita.

Patologie comuni

In questo articolo saranno indicate le patologie neurologiche più comuni nei bambini.

  1. Disfunzione cerebrale o altro disturbo da deficit di attenzione e iperattività - prima manifestato da una ridotta concentrazione di attenzione, quindi il bambino diventa irritabile, facilmente eccitabile. I muscoli sono ipotonici, a causa dei quali vi è un imbarazzo di movimenti, il lavoro del sistema muscoloscheletrico nel suo complesso viene interrotto. La postura è rotta, il piede piatto si sviluppa, appare l'incontinenza urinaria. I bambini non possono assimilare il curriculum scolastico, hanno sintomi vegetativi: aumento della frequenza cardiaca, vertigini, mal di testa.
  2. Inoltre, la patologia perinatale comprende lesioni alla nascita, ipossia fetale, emorragia intracranica. Al primo esame, ci può essere salute completa, e la manifestazione di patologie si manifesterà in pochi mesi.
  3. L'encefalopatia ipossico-ischemica è una conseguenza dell'ipossia fetale. Il cervello soffre completamente: la corteccia e la subcorteccia. Se non trattato, questo si tradurrà in una diminuzione dell'intelligenza, paralisi, sindrome convulsiva, paralisi cerebrale. Le violazioni in una fase iniziale sono bene mostrate su ELETTROENCEFALOGRAMMA.
  4. Il trauma della nascita è un concetto ampio che include la violazione dell'integrità dei tessuti del feto durante il travaglio. Tra questi vi sono le lesioni del midollo spinale, la paralisi del nervo facciale. La paralisi del nervo facciale dà sintomi: gonfiore, omissione e rigidità della bocca; palpebre ben chiuse; la piega naso-labiale è assente. Il trattamento può portare completamente al recupero. Una lesione del midollo spinale durante il parto può verificarsi con la presentazione podalica del feto, a causa dell'uso di manipolazioni ostetriche. In tali condizioni, la sovversione delle vertebre, il pizzicore e lo spasmo dell'arteria vertebrale, l'emorragia nelle membrane del midollo spinale sono facilmente osservabili. Con lesioni del midollo spinale, lividi e schiacciamenti sono particolarmente comuni. Allo stesso tempo, i disturbi neurologici si manifestano come paralisi, disturbi pelvici e disturbi della minzione. I segni di lesione sono determinati dal livello del segmento. In queste malattie, per il trattamento di tali disturbi, il collo e la testa di un bambino sono immobilizzati. L'edema e il dolore della droga vengono rimossi con i farmaci, ripristinano il funzionamento delle strutture cerebrali danneggiate.
  5. Emorragie intracraniche - hanno ipossia, alterazione della coagulazione del sangue, infezioni durante la gravidanza della madre; prematurità. In tutti loro, lo stato della parete del cervello è disturbato e la patologia del parto diventa il punto di partenza. Il trattamento consiste nell'osservare un regime delicato e protettivo (esclusione di qualsiasi sostanza irritante - luce, suono, fasce solo gentili); trattamento farmacologico. Se l'emorragia progredisce, la chirurgia è anche possibile sotto forma di rimozione del sangue con aspirazione con controllo a ultrasuoni.
  6. Lesione cerebrale traumatica: il concetto di TBI include contusione e commozione cerebrale. In un bambino, questo si manifesta come una sindrome astenica; spesso è accompagnato da vegetodistoniya: aumento della pressione sanguigna, cambiamenti nel ritmo cardiaco; funzionamento disturbato del centro di termoregolazione.
  7. Microcefalia. Caratterizzato da una marcata diminuzione delle dimensioni del cranio e, di conseguenza, del cervello. L'inferiorità mentale sarà osservata. Il discorso, la motilità è rotta.
  8. Idrocefalo. Un altro nome è l'idropisia cerebrale. Quando aumenta drammaticamente la cavità dei ventricoli del cervello a causa dell'aumentata secrezione di CSF, che si accumula nelle cavità cerebrali. I sintomi dell'idrocefalo si formano ancora all'interno dell'utero. Il cranio si deforma di conseguenza, la fronte diventa eccessivamente convessa, la trama delle vene sul cranio e sulle tempie viene espressa. Le molle sono notevolmente allargate, gli occhi rotolano verso l'alto sotto l'arco della fronte. Spesso, la patologia nei bambini più grandi è un risultato tardivo per non averli riconosciuti nei primi mesi di vita.

I pediatri hanno sempre bisogno della conoscenza della neurologia, perché con molte malattie infantili in parallelo il sistema nervoso soffre. La pratica dimostra che molto spesso la formazione professionale dei medici in neurologia è insufficiente, quindi errori e casi avanzati sono comuni nelle malattie semplici diagnosticate. Questo richiede un'attenzione speciale.

Dr. Komarovsky sui problemi neurologici nei bambini

Il medico, la cui visita infonde paura nella maggior parte dei genitori russi, è un neurologo. Mamme e papà hanno paura che questo particolare specialista troverà sicuramente qualche anormalità neurologica nella loro amata prole. E queste paure non sono così infondate - secondo le statistiche, il 90% dei bambini nel nostro paese ha una o un'altra diagnosi neurologica. Se questa diagnosi è sempre affidabile e se i problemi neurologici sono veri, il famoso pediatra Yevgeny Komarovsky dice ai genitori.

Caratteristiche del sistema nervoso dei bambini

Il sistema nervoso del neonato subisce i cambiamenti più significativi nel processo di crescita. I bambini nascono con un sistema nervoso immaturo, e lei deve ancora formarsi, crescere più forte. I cambiamenti più intensi si verificano nel periodo neonatale e nel primo anno di vita, e quindi è facile per qualsiasi neurologo trovare uno o più sintomi neurologici in un bambino a 2 mesi o 6 mesi.

Nel periodo di formazione delle funzioni del sistema nervoso, non tutto procede agevolmente, dice Yevgeny Komarovsky, da qui l'incomprensibile pianto per motivi non chiari, spasmi e tic, singhiozzo e rigurgito, che portano tanta esperienza ai genitori e cibo ricco per le attività dei medici.

Se le madri comprendono la gravità dei processi che si verificano con il bambino, le domande, le paure e i dubbi diventeranno molto meno.

Il cervello del neonato rispetto al corpo è piuttosto grande, mentre il bambino cresce, le proporzioni cambiano, la struttura del cervello diventa più complessa, appaiono dei solchi addizionali.

I cambiamenti più attivi si verificano nel periodo dalla nascita ai 5 mesi.

Il midollo spinale e la spina dorsale delle briciole crescono in modo non uniforme, e la loro crescita è compensata nel suo ritmo solo per 5-6 anni. Il tasso di trasmissione degli impulsi nervosi nel sistema nervoso di un bambino è diverso da quello di un adulto e, in accordo con quello di sua madre e di suo padre, arriverà solo a 6-8 anni.

Alcuni dei riflessi che il neonato ha, spariscono col tempo e entro l'anno non hanno più traccia, vengono sostituiti da riflessi permanenti. Gli organi di senso nei neonati funzionano dai primi minuti dopo la nascita, ma non allo stesso modo degli adulti. Ad esempio, il bambino inizia a vedere chiaramente a circa 1,5-2 mesi e può sentire bene il terzo giorno dopo la nascita.

Malattie nervose nei bambini

Le malattie nervose nei bambini hanno origine in tenera età. Le ragioni sono molto diverse, e le conseguenze possono portare in età avanzata gravi problemi di salute. Pertanto, è importante tempestivo, non appena il bambino ha il minimo disturbo nella parola, nei movimenti, nelle espressioni facciali, contattare un medico. Le malattie neurologiche nei bambini, di norma, dipendono direttamente dall'atmosfera circostante: rapporti con genitori, coetanei ed educatori. È necessario monitorare lo stato emotivo del bambino, sottoporsi a regolari esami medici con lui, poiché le malattie del sistema nervoso nei bambini sono più facili da trattare nella fase iniziale. Questa è una zona separata della medicina: la neurologia dei bambini.

Le malattie nervose nei bambini hanno origine in tenera età. Le ragioni sono molto diverse, e le conseguenze possono portare in età avanzata gravi problemi di salute. Pertanto, è importante tempestivo, non appena il bambino ha il minimo disturbo nella parola, nei movimenti, nelle espressioni facciali, contattare un medico. Le malattie neurologiche nei bambini, di norma, dipendono direttamente dall'atmosfera circostante: rapporti con genitori, coetanei ed educatori. È necessario monitorare lo stato emotivo del bambino, sottoporsi a regolari esami medici con lui, poiché le malattie del sistema nervoso nei bambini sono più facili da trattare nella fase iniziale. Questa è una zona separata della medicina: la neurologia dei bambini.

Cause e conseguenze

Tra le cause delle malattie nervose nei bambini, ci sono due gruppi.

  1. Fattori esterni Questo è ciò che il bambino affronta nella sua vita quotidiana:
    • relazioni familiari;
    • comunicazione con colleghi;
    • atmosfera nella scuola materna, scuola, club;
    • situazione ecologica.
  2. Fattori interni Questi includono i processi mentali, ciò che influenza il bambino:
    • stress, depressione, depressione;
    • predisposizione genetica;
    • temperamento: eccessiva emotività;
    • malattie del cervello, organi interni, lesioni, infezioni, bassa immunità.

sintomi

Le malattie del sistema nervoso nei bambini potrebbero non manifestarsi immediatamente. Si presentano sotto l'influenza di diversi fattori. Le ragioni sono sovrapposte l'una all'altra e di conseguenza si manifestano. Le conseguenze sono già nell'età adulta. Le malattie infantili del sistema nervoso si trasformano in gravi nevrosi, che è molto più difficile da curare. Ad esempio, tutti i tipi di violazioni nel lavoro dell'apparato psicomotorio.

I sintomi delle violazioni sono espressi in modi diversi. Possono manifestarsi in spasmi periodici del bambino, sbattere le palpebre, scrollare le spalle. Tali tagli influenzano i muscoli delle gambe, delle braccia, del viso. I sintomi caratteristici che caratterizzano le malattie neurologiche nei bambini sono azioni ripetitive: toccando, camminando da una parte all'altra, spostando il soggetto. I sintomi includono vari schiocchi, tosse e fiuto.

I principali sintomi indicativi di malattie nervose nei bambini includono:

  1. svenimento,
  2. insonnia,
  3. enuresi,
  4. scarso appetito
  5. teak,
  6. l'ipocondria,
  7. mal di testa.

Tipi di malattie

Le malattie neurologiche dei bambini sono suddivise in diversi tipi. Differiscono a seconda di cosa ha causato il disturbo nel corpo.

  • Malattie infettive del sistema nervoso nei bambini:
    • meningite (infiammazione del rivestimento del cervello);
    • encefalite (una malattia del cervello causata da virus);
    • poliomielite (infezione acuta che porta a deperimento muscolare).
  • Malattie parassitarie del sistema nervoso nei bambini:
    • alveococcosi, che si verifica quando i bambini usano acqua stagnante e bacche non lavate dalla foresta;
    • elmintiasi, che appare a causa dei vermi e delle loro larve parassite che vivono nel corpo del bambino;
    • la necatoriasi e l'anchilostoma sono attivati ​​dall'uso di frutta e verdura che non vengono lavati.
  • Malattie neuromuscolari del sistema nervoso nei bambini:
    • La distrofia;
    • amiotrofia muscolare spinale;
    • paralisi.
  • Malattie ereditarie del sistema nervoso nei bambini:
    • artrogriposi plurima congenita, caratterizzata da limitazione della mobilità, deformità articolari;
    • mitonia congenita, manifestata nella rigidità muscolare, nella loro ipertrofia;
    • trauma alla nascita, manifestato in nervi pizzicati, danni alle strutture cerebrali.
  • Malattie degenerative del sistema nervoso nei bambini:
    • Morbo di Parkinson;
    • Morbo di Alzheimer;
    • Gallervorden - Malattia di Spatz.

Diagnosi e trattamento

Le malattie neurologiche nei bambini sono diagnosticate in più fasi. Prima di tutto, il medico conduce un'indagine sul bambino e sui suoi genitori, registrando non solo i dati sullo stato di salute del bambino, ma anche su come è andata la gravidanza e su quale sia lo stile di vita del paziente. Tutto ciò ti consente di fare un quadro completo delle violazioni e scegliere un trattamento efficace.

Le malattie nervose nei bambini del sistema nervoso centrale e periferico possono essere curate solo da specialisti qualificati. L'auto-medicazione è pericolosa. Dopo l'esame, il neurologo pediatrico fa un piano di trattamento selezionato individualmente, che include l'uso di droghe e il passaggio delle procedure mediche. Se necessario, viene nominato un dispensario, dove viene eseguita la riabilitazione medica dei bambini. I metodi di trattamento dipendono dall'età del paziente.

Le malattie neurologiche dei bambini possono non rilevarsi in alcun modo, quindi vale la pena sottoporsi regolarmente a esami con specialisti. I bambini con meno di un anno vengono diagnosticati con patologie come encefalopatia perinatale, aumento della pressione intracranica, ipertensione muscolare e ipotensione. Per l'età prescolare, i problemi associati all'adattamento nella società sono tipici. Il bambino può sviluppare paure, depressione e ipo-irritabilità. Affrontare tutte le deviazioni aiuterà il medico. Le malattie infantili del sistema nervoso negli adolescenti si manifestano nel disturbo da deficit di attenzione e iperattività, nell'epilessia e in altri disturbi derivanti da problemi di apprendimento e comunicazione con gli altri.

prevenzione

"Neurologia" nei bambini è prevenibile. Per ridurre il rischio di violazioni, è necessario osservare le seguenti regole:

  1. dieta equilibrata,
  2. corretta routine quotidiana
  3. essere all'aria aperta
  4. esercizio ragionevole

È possibile scegliere un neurologo per bambini per la consultazione o il trattamento sul nostro sito Web o chiamare l'help desk (il servizio è gratuito).

Neurologia nei bambini al di sotto di un anno: cause, sintomi

Problemi di sonno, riduzione del tono muscolare e pianto frequente a volte indicano un disturbo nel sistema nervoso. La neurologia più veloce e la sua causa saranno identificate, maggiori saranno le possibilità di un rapido recupero e di un corretto sviluppo.

Neurologia di bambini meno di un anno - le ragioni

I disturbi neurologici nei bambini sono associati a danni al cervello e al midollo spinale, al cervelletto e ai nervi periferici. Il funzionamento anormale del sistema nervoso può essere congenito quando la gravidanza è accompagnata da complicazioni o il bambino è nato con difetti genetici stabiliti all'inizio dello sviluppo embrionale. I disturbi acquisiti dopo la nascita si osservano con nutrizione insufficiente, dopo lesioni e una grave manifestazione di allergie.

Le cause più comuni di paralisi cerebrale sono associate al periodo prenatale, si tratta di parto prematuro e difficile, infezioni fetali, problemi genetici. L'epilessia non è raramente il risultato di lesioni, infezioni, formazione di tumori e danni cerebrali. Un'altra causa dell'epilessia sono i disturbi sistemici, come l'ipoglikimia o iperglicemia, la sindrome uremica, l'avvelenamento chimico e il risultato di un aumento della temperatura corporea superiore a 39 gradi.

Gli esperti stanno ancora cercando la risposta alla domanda sul perché gli stessi fattori agiscono in modo diverso sui diversi bambini - alcuni bambini nascono sani, mentre altri hanno patologie di vari gradi di gravità. Ciò è probabilmente dovuto alle peculiarità del piccolo organismo e alla sua sensibilità.

I sintomi della neurologia nei bambini di età inferiore ad un anno non sono sempre motivo di preoccupazione. Se tali segni come il pianto e l'insonnia di natura temporanea, allora questa è una variante della norma - briciole moderne, spesso reagendo con capricciosità al cambiamento del tempo o ad una quantità eccessiva di impressioni. Il tremore (le penne che agitano) passa dopo il terzo mese di vita, in neonati prematuri dopo 4-5 mesi. La dimensione della molla e la sua chiusura possono leggermente deviare dalla norma, a condizione che la crescita della testa sia corretta e non ci siano altre complicazioni nello sviluppo.

Svegliarsi in un sogno non è sempre una patologia, è normale per qualsiasi età, se non vengono osservati durante l'intero periodo di sonno. Flinching durante la minzione non è un motivo per visitare un medico nel primo anno del bambino. L'aumento del tono muscolare (ipertonia) nei neonati diventa normale nel 5 ° mese di vita (il periodo massimo consentito).

Quando andare dal dottore

Una visita programmata a un neurologo è obbligatoria nel primo, terzo, sesto e dodicesimo mese. Durante l'esame, uno specialista può presentare reclami e porre domande. Un neurologo esaminerà il bambino per la presenza di disturbi e darà consigli sul trattamento e cercherà di trovare le cause che hanno causato la malattia (se presente). La consultazione è necessaria il prima possibile quando si osservano i seguenti sintomi:

  • Durante il pianto, il bambino getta indietro la testa.
  • I riflessi congeniti non svaniscono sei mesi dopo la nascita.
  • Il bambino non risponde alla luce intensa o al rumore dei sonagli.
  • Non regge la testa dopo i primi trenta giorni di vita.
  • Liberamente libera la saliva dopo aver mangiato.
  • Ci sono difficoltà nell'alimentazione, il bambino non può ingoiare cibo.
  • Aumento dell'ansia, nessun bisogno di dormire.
  • Il bambino non tiene il sonaglio 30 giorni dopo la consegna.
  • Perdere coscienza, ci sono convulsioni o "disconnessioni" temporanee di coscienza (ascessi).
  • Cade nella testa della fontanella.
  • Spesso piangendo, ci sono difficoltà nell'addormentarsi.
  • Non imitare il discorso degli adulti dopo il terzo mese di vita.
  • Non piace sdraiato a pancia in giù (un tipico segno di bambini con disturbi neurologici).
  • Non piangere, il comportamento è passivo, il sonno richiede più di 20 ore al giorno.
  • Difficile da cambiare a causa della forte tensione muscolare.
  • Il bambino inarca costantemente il corpo o inclina la testa di lato.

Se la neurologia nei bambini al di sotto di un anno di età non è trattata in modo contrario alle raccomandazioni del medico o non è stata notata, a un'età più avanzata, questo porterà a ritardo del linguaggio, incapacità a concentrarsi, imparare e controllare il comportamento. Il risultato più "innocuo" è il mal di testa e l'instabilità emotiva.

reinserimento

Nell'individuare i disturbi dello sviluppo, il neurologo dirige ulteriori esami e consultazioni con altri specialisti, come un otorinolaringoiatra e un oculista, al fine di scoprire le ragioni e trovare il giusto trattamento. I metodi terapeutici variano a seconda della diagnosi, di solito prescritto un ciclo di massaggi e l'assunzione di farmaci che ripristinano il funzionamento del sistema nervoso. È importante iniziare il percorso di restauro dell'udito e della vista il prima possibile, preferibilmente prima della prima metà dell'anno. Dopo il primo anno, il trattamento non dà più risultati così positivi, e la neurologia progredisce più rapidamente, portando alla disabilità. Nei casi gravi di disturbi delle funzioni nervose e mentali, il trattamento mira a migliorare lo stato attuale.

È estremamente importante durante il trattamento osservare la corretta alimentazione del bambino, se la madre sta allattando, è necessario scegliere solo prodotti naturali, evitando cibi pronti con l'aggiunta di aromi artificiali e esaltatori di sapidità. Inoltre durante l'allattamento al seno, è possibile utilizzare ulteriori fonti di minerali e vitamine (integratori alimentari). Gli integratori di omega 3 hanno un effetto positivo sullo sviluppo del cervello e sul sistema nervoso.

Oltre a una dieta sana, la neurologia nei bambini al di sotto di un anno richiede la stimolazione dello sviluppo in vari modi - ad esempio, leggendo fiabe e passeggiate all'aria aperta, incoraggiando l'attività fisica. Questi semplici passaggi hanno un effetto positivo sulle capacità mentali e aiutano il corpo a far fronte a tutti i disturbi e le cause del loro aspetto.

Le principali opzioni per la patologia neurologica dei bambini del primo anno di vita

Per identificare le malattie del sistema nervoso, manifestate da uno specifico ritardo dello sviluppo psicomotorio, è importante valutare il ritardo dello sviluppo associato dei segni neurologici e psicopatologici. L'età immatura del sistema nervoso di un bambino del primo anno di vita determina la frammentazione e l'indifferenziazione dei segni osservati in lui. Il corpo, in particolare un neonato e un neonato, risponde a vari pericoli con un numero limitato di reazioni tipiche, la cui natura dipende principalmente dalla fase di età dello sviluppo neuropsichico. Di seguito sono elencate le principali opzioni, che riflettono principalmente il tipo di risposta neuro-psicologica nel primo anno di vita.

Esame generale del neonato - cosa prestare attenzione ai genitori

Considerando l'alta frequenza della patologia perinatale del sistema nervoso e le possibili difficoltà nell'ottenere un'assistenza specializzata qualificata, l'urgente necessità per i genitori di ottenere rilevanti informazioni scientifiche popolari sembra fuor di dubbio.

Cosa possiamo vedere da soli? - Esame generale del neonato
Il bambino respira normalmente ritmicamente, esegue movimenti automatici degli arti in un volume sufficiente e simmetricamente. La minima limitazione del movimento delle braccia o delle gambe dovrebbe essere la base per uno studio mirato - ci sono dei disturbi del movimento? La natura e il volume del bambino che piange è importante. Molto può suggerire la postura del neonato. In alcuni casi, il bambino è pigro, inattivo, a volte - letteralmente diffuso. In altri casi, al contrario, il tono degli arti è uniformemente elevato: quando si fa fasce, la particolare rigidità degli arti attira immediatamente l'attenzione. È molto importante non mancare durante l'ispezione di piccoli cretini convulsi.

Molto dà l'ispezione della testa del neonato. Un tumore generico è tipico della maggior parte dei neonati. Più grande è la dimensione di questo tumore, più difficile è la nascita di un bambino, e tale bambino deve essere oggetto di un esame particolarmente attento. In alcuni bambini, lividi sul viso, sul collo e sul corpo a seguito di traumatico lavoro attirano l'attenzione - in questi casi, i sintomi neurologici sono più spesso rilevati.
Le deformità alla testa (la cosiddetta "configurazione") indicano quasi sempre un trauma alla nascita del cranio, e tra questi bambini i sintomi craniocerebrali sono molto più comuni, il che è abbastanza comprensibile e facilmente spiegabile.
Nella pratica quotidiana, il cefaloematoma viene a volte sottostimato, di solito solo perché è "comune" e "fuori dal cranio". In effetti, stiamo parlando di un ematoma subperiostale, a volte di dimensioni abbastanza significative. Succede frequentemente, ma questo non può servire come argomento "contro" - questo è un trauma, ed è importante per la diagnosi nemmeno del cefalogramma stesso, ma ciò che testimonia - a livello di un tale ematoma nelle aree del cervello, esistono indubbiamente regioni di microcircolazione. che, indipendentemente dall'età del paziente, indicano una contusione del cervello. Uno degli indicatori importanti delle difficoltà con il parto è una caratteristica come trovare le ossa del cranio l'una sull'altra. Questa piccola dislocazione di solito non provoca danni ai tessuti sottostanti del cervello, ma indubbiamente indica che il cranio del feto è passato attraverso il canale del parto, vivendo una grande resistenza - in questi casi, sono spesso rilevati segni di danni al sistema nervoso.

Un ruolo importante nella valutazione della condizione di un bambino è giocato dalla condizione delle fontanelle: lo stress, rigonfiamento delle fontanelle è un sintomo molto terribile di un aumento della pressione intracranica. Le dimensioni della testa del neonato dicono molto al dottore: i segni di idrocefalo, se si trovano dai primi giorni di vita, di solito indicano la patologia intrauterina del cervello, mentre lo sviluppo graduale di idrocefalo può spesso essere una conseguenza del danno cerebrale generico.

Qui si dovrebbe notare la frequenza catastrofica della diagnosi irragionevolmente estesa della "sindrome ipertensiva-idrocefalica", che in molti ospedali e policlinici è collocata su e senza causa. La cosa più terribile è che, in questi casi, la terapia massiva ea lungo termine con diacarb inizia immediatamente, non solo ingiustificata, ma estenuando il bambino.

In alcuni neonati, la testa ha una dimensione più piccola del normale, e inoltre, la parte cerebrale del cranio è più piccola del viso - a volte, questo indica patologia intrauterina e genetica (microcefalia) e, purtroppo, ha gravi conseguenze. Recentemente, sono stati trovati sempre più bambini con chiusura molto rapida della fontanella, con il tasso di crescita della testa in tali neonati chiaramente in ritardo rispetto alla norma.

Abbastanza spesso c'è un segno di "collo corto", e di solito è molto dimostrativo e sorprendente. Sembra che il collo del bambino sia molto corto (anche se non ci sono difetti anatomici), la testa sembra essere posizionata direttamente sulle spalle. Con l'età, il grado di queste manifestazioni diminuisce gradualmente. In questi bambini, l'espressione di pieghe trasversali sul collo con pianto testardo nella zona di queste pieghe attira l'attenzione. Si può presumere che il sintomo del collo corto derivi dal sovradimensionamento del collo nel processo di lavoro pesante e dalla sua successiva contrazione riflessa secondo il "fenomeno della fisarmonica". Più tardi, questi bambini hanno un altro segno molto importante: una forte tensione protettiva dei muscoli cervico-occipitale.

La valutazione dello stato della parete addominale è molto importante. È noto che in molti neonati il ​​ventre è flaccido, appiattito e in questi casi non si può escludere una violazione delle capacità contrattili dei muscoli addominali a seguito di lesioni alla nascita del midollo spinale toracico. Ciò è particolarmente dimostrativo con una localizzazione prevalentemente unilaterale della lesione - la metà "debole" della parete addominale si gonfia leggermente, l'ombelico viene spostato con un grido. Con lesioni bilaterali, è più difficile giudicarlo. Il seguente test è utile: se un neonato ha un debole grido, con la pressione della mano del medico sul ventre del bambino, la voce diventa molto più forte.

Anche il priapismo, un'erezione spontanea del pene in un neonato, dovrebbe essere considerato sfavorevole. I pediatri spesso incontrano questo sintomo, ma non sanno come interpretarlo. Allo stesso tempo, nella neurologia dell'adulto, questo sintomo è ben noto e indica una significativa patologia spinale.

Abbiamo cercato di considerare alcune possibilità di un esame generale del neonato per cercare segni che permettessero di sospettare l'una o l'altra patologia neurologica.
Ciascuno dei suddetti segni non può essere considerato come prova, ma nel complesso, acquisiscono un grande significato diagnostico. In ogni caso, solo un medico specializzato in neurologia perinatale può risolvere i tuoi dubbi.

Depressione cerebrale perinatale (ipossia nervosa)

Piccolo motore e attività mentale del bambino, che è sempre inferiore alle sue capacità motorie e intellettuali; soglia alta e lungo periodo di ritardo di comparsa di tutte le reazioni riflesse e arbitrarie. La depressione è spesso combinata con bassa tensione muscolare e riflessi, rallentamento del passaggio dei processi nervosi, letargia emotiva, bassa motivazione e scarsa forza di volontà.

L'ipoeccitabilità può essere espressa in vari gradi e manifestarsi sporadicamente o tenacemente. La comparsa episodica della sindrome è caratteristica delle malattie somatiche, in particolare la patologia del tratto gastrointestinale, accompagnata da ipotrofia. A volte le manifestazioni lievi ma persistenti della sindrome possono essere dovute a un tipo di attività nervosa più elevata. La prevalenza della depressione cerebrale nei primi mesi di vita è osservata con prematurità, in bambini sottoposti a fame di ossigeno, danno alla nascita intracranico. La depressione grave e persistente è spesso accompagnata da un ritardo nello sviluppo psicomotorio, che acquisisce alcune caratteristiche.

Il ritardo nello sviluppo psicomotorio nella sindrome ipodinamica è caratterizzato da una lenta formazione di tutti i riflessi condizionati. Nel periodo neonatale e nei primi mesi di vita, questo si manifesta in un ritardo nello sviluppo del riflesso condizionato al momento dell'alimentazione; l'ulteriore sviluppo di tutti i riflessi condizionati dell'alimento viene ritardato (riflesso alla posizione di alimentazione, tipo di seno o bottiglia con latte, ecc.), lo sviluppo del cibo e quindi reazioni locali e sensoriali visive e uditive e sensibili sono ritardate. Il ritardo nello sviluppo dei riflessi combinati del motore a catena è particolarmente caratteristico, il che più chiaramente inizia a manifestarsi dalla seconda metà dell'anno della vita! Tale bambino all'età di 6-8 anni: il mese non batte la mano su una coperta o un giocattolo, non bussa all'oggetto sull'oggetto, non ri-espelle l'oggetto entro la fine dell'anno, non pone l'oggetto nell'oggetto. Questo si manifesta anche nelle reazioni vocali: il bambino ripete raramente suoni, sillabe, cioè, eseguendo singoli movimenti e pronunciando suoni individuali, non cerca di ripeterli. Come risultato del ritardo nella formazione dei riflessi condizionati sulla combinazione di una parola con un oggetto o un'azione, sia in una situazione specifica che in una non specifica, la comprensione iniziale della parola e la sottomissione alla parola verbale: i comandi per questi bambini si verificano in un secondo momento. Allo stesso tempo, si forma il ritardo di funzioni come l'attività manipolativa soggettiva, il gattonare, il chiacchierare, la comprensione del discorso, il proprio linguaggio.

Nel caso della variante di ipovitability, la formazione di reazioni emotive positive è annotata in una data successiva. Questo si manifesta sia nella comunicazione con un adulto che nel comportamento spontaneo del bambino. Nel periodo neonatale, quando si tratta di un adulto, questi bambini di solito mancano di attenzione orale, all'età di 2 mesi la reazione di animazione gioiosa alla vista di un adulto e una voce tenera non è pronunciata o debolmente espressa. Spesso, invece di imitare un bambino, si può solo vedere la reazione di concentrazione. Un sorriso appare dopo 8-9 settimane, poiché la sua presenza richiede un complesso di stimoli, tra cui propriocettivi, la loro ripetizione; il periodo latente della comparsa di un sorriso in risposta a un irritante è allungato.

Nello stato di veglia, il bambino rimane pigro, passivo, le reazioni orientative si verificano principalmente su stimoli forti. La reazione alla novità è fiacca e nella maggior parte dei casi ha il carattere di stupore passivo, quando un bambino con gli occhi spalancati rimane immobile alla vista di un nuovo oggetto, senza fare tentativi attivi per avvicinarlo, per afferrarlo. Più lungo è il periodo di assenza di vigilanza attiva e comportamento esplorativo-orientativo, più pronunciato è il ritardo nello sviluppo psicomotorio.

Il complesso di rivitalizzazione è una delle principali manifestazioni delle forme attive di comportamento emotivo in un bambino durante i primi mesi di vita - con ipoeccitabilità assente o si manifesta in una forma rudimentale: una debole reazione mimica senza lucentezza oculare e reazioni vocali o l'assenza di una componente motoria, distinte manifestazioni vegetative. Anche le reazioni emotive negative attive sono scarsamente definite e non hanno quasi alcun effetto sul comportamento generale del bambino.

Le caratteristiche della sfera emotiva determinano il sottosviluppo secondario dell'espressività intonazionale delle reazioni vocali, nonché le specificità della formazione delle funzioni sensoriali. Così, nella fase della seconda età, un bambino ipovo-eccitabile di solito cattura e traccia bene l'oggetto, ma il movimento dei bulbi oculari dopo l'oggetto in movimento non inizia immediatamente, ma dopo un certo periodo di latenza, come tipico di un neonato: gli occhi sembrano costantemente raggiungere il movimento vedi soggetto. Queste reazioni visive sono impermanenti e spesso sono necessarie speciali condizioni ottimali per il loro verificarsi: le condizioni di un certo bambino, la forza sufficiente e la durata dello stimolo, ecc. Nella seconda età, queste reazioni più chiaramente e spesso non si verificano nella posizione arretrata, ma nella verticale posizione sulle mani di un adulto. Una caratteristica speciale della percezione visiva durante l'ipoeccitabilità in questa fase di età è anche il fatto che il bambino considera a malapena spontaneamente gli oggetti circostanti, non ha una ricerca attiva di una sostanza irritante. Un bambino ipoeccitato di solito volta la testa e gli occhi a una fonte invisibile di suono dopo ripetute ripetizioni e un lungo periodo di latenza; la percezione uditiva, oltre che visiva, di solito non acquisisce un carattere dominante.

Lo sviluppo psicomotorio ritardato nella sindrome da ipoeccitabilità è caratterizzato da uno squilibrio dello sviluppo, che si manifesta in tutte le forme di comportamento sensomotorio. Quindi, con uno sviluppo sufficiente, le reazioni emotive ai bambini "propri" e "alieni" sono differenziate dalla gioia attiva nel comunicare con i conoscenti, nella protesta nel comunicare con persone non familiari, cioè nelle fasi di età rimane insufficiente l'attività comunicativa. Insieme allo sviluppo tempestivo delle singole funzioni sensoriali, vi è un ritardo nella formazione delle connessioni intersensoriali, specialmente nel sistema di analizzatore tattile-cinestetico, quindi i bambini ipo-eccitabili cominciano più tardi a esaminare e succhiare le mani, sentire giocattoli e la coordinazione visivo-motoria viene ritardata. La mancanza di un comportamento di ricerca attivo si riflette nella sproporzionalità dello sviluppo della percezione visiva. Pertanto, con uno sviluppo sufficiente nel bambino di una percezione visiva differenziata, la natura automatica del monitoraggio del soggetto può essere mantenuta.

In una valutazione quantitativa dinamica dello sviluppo dell'età, un bambino con una sindrome di ipoeccitabilità perde 7-9 punti in periodi diversi, e la massima perdita si osserva all'età di 4-5 mesi, quando normalmente le prime connessioni intersensoriali e le forme attive di comportamento dovrebbero essere attivamente formate.

Iper-irritabilità cerebrale perinatale

Ansia motivata, instabilità emotiva, disturbi del sonno, aumento dei riflessi congeniti, aumento dell'eccitabilità riflessa, tendenza a movimenti patologici spesso in combinazione con una soglia ridotta di prontezza convulsa. L'iper irritabilità nella relazione causale non è molto specifica e può essere osservata nei bambini con patologia perinatale, alcune fermentopatie ereditarie e altri disturbi metabolici, nervosismo infantile congenito e disfunzione cerebrale minima. Non ci può essere un ritardo pronunciato nello sviluppo psicomotorio in questi bambini, ma su un attento esame, di solito è possibile notare alcune piccole deviazioni.

Per i disturbi dello sviluppo psicomotorio nella sindrome da ipereccitabilità, vi è un ritardo nella formazione dell'attenzione volontaria, delle reazioni motorie e mentali differenziate, che conferiscono allo sviluppo psicomotorio una sorta di disuguaglianza. In tali bambini, entro la fine del primo anno di vita, l'interesse cognitivo nel loro ambiente è solitamente ben espresso, forme attive di comunicazione e, allo stesso tempo, con forti emozioni, può verificarsi un complesso generale di rivitalizzazione con risposte motorie diffuse.

Tutte le reazioni motorie, sensoriali ed emotive agli stimoli esterni in un bambino ipereccitabile si verificano rapidamente, dopo un breve periodo di latenza, e altrettanto rapidamente si estinguono. Avendo padroneggiato queste o altre abilità motorie, i bambini si muovono continuamente, cambiano posizione, si stirano costantemente su alcuni oggetti e li catturano. Allo stesso tempo, attività di ricerca manipolativa, giochi imitativi e gesti sono debolmente espressi in essi. Di solito, i bambini mostrano un vivo interesse per ciò che li circonda, ma una maggiore labilità emotiva spesso rende difficile il contatto con gli altri. Molti di loro hanno una prolungata reazione di paura alla comunicazione con adulti non familiari con reazioni di protesta attiva. Tipicamente, l'ipervibilità della sindrome è combinata con un aumento dell'esaurimento mentale. Quando si valuta lo sviluppo dell'età di un bambino ipereccitabile, di solito si riferisce non al gruppo di ritardo, ma al "gruppo di rischio" se l'ipereccitabilità non è combinata con altri disturbi neurologici.

Regolazione dello squilibrio postpartum della pressione intracranica

La pressione intracranica aumentata e instabile nei bambini piccoli è spesso combinata con manifestazioni idrocefaliche, che sono caratterizzate dall'espansione di alcuni spazi intracerebrali a seguito dell'accumulo di quantità eccessive di liquido cerebrospinale. L'aumento della pressione intracranica nei neonati e nei neonati può essere transitoria o permanente, idrocefalo - compensata o sottocompensata, che, insieme alle caratteristiche anatomiche e fisiologiche della prima età, porta a una vasta gamma di manifestazioni cliniche.

Nella maggior parte dei casi con la sindrome ipertensione-idrocefalica si verifica un aumento delle dimensioni della testa, che è determinata dalla misurazione dinamica della sua circonferenza e dal confronto con la dinamica della crescita e del peso corporeo. Un aumento anormale della circonferenza della testa, superiore a quello normale di più di 2 deviazioni sigma, è considerato patologico. Man mano che la circonferenza della testa aumenta, si rivela una sproporzione tra il cervello e il cranio facciale. L'allargamento del cranio può essere asimmetrico a causa di un processo patologico unilaterale o di un difetto nell'assistenza all'infanzia.

L'aumento della pressione intracranica nei neonati è anche accompagnato da una divergenza di suture craniche, che può essere determinata dalla palpazione e dall'esame a raggi X. La divergenza delle cuciture si verifica rapidamente con idrocefalo progressivo e più lentamente, quando la pressione intracranica è elevata o stabilizzata. Quando la percussione del cranio nota il suono del "vaso rotto".

Un altro segno di un aumento della pressione intracranica è gonfio e un aumento di una fontan grande. Nella sindrome idrocefalica grave, possono essere aperte fontanelle piccole e laterali. Va tuttavia tenuto presente che un cambiamento nelle suture craniche e nelle fontanelle viene rilevato solo a un certo stadio di sviluppo del processo patologico, pertanto la loro assenza durante un singolo esame non può essere considerata una prova contro la presenza di sindrome idrocefalica ipertensione.

Con un aumento della pressione intracranica nei neonati e nei neonati, la rete venosa del cuoio capelluto si espande e la pelle sulle tempie diventa più sottile.

I sintomi neurologici nella sindrome ipertensiva-idrocefalica dipendono sia dalla gravità della sindrome e dalla sua progressione, sia da quei cambiamenti nel cervello che l'hanno provocata. Il comportamento dei bambini cambia prima. Diventano facilmente eccitabili, irritabili, il pianto è aspro, penetrante, il sonno è superficiale, i bambini spesso si svegliano. Un tale complesso di sintomi è più caratteristico della prevalenza della sindrome ipertensiva. Nella sindrome idrocefalica, al contrario, i bambini sono per lo più sonnolenti. Diminuzione dell'appetito, rigurgito, vomito porta ad una diminuzione del peso corporeo. Il danno al nervo cranico si manifesta con il sintomo del "sole al tramonto", lo strabismo convergente, il nistagmo orizzontale.

Il tono muscolare varia a seconda della gravità dell'ipertensione endocranica e del decorso della malattia. Nei primi mesi di vita, con un aumento della pressione intracranica, specialmente se è accompagnata da iperespressione eccessiva e il volume craniale non è aumentato, il tono muscolare è spesso elevato, i riflessi tendinei sono alti, con un'area espansa, a volte si osservano cloni dei piedi. Nella sindrome idrocefalica con ipertensione intracranica moderata, viene inizialmente osservata l'ipotensione muscolare. Se l'idrocefalo progredisce, in futuro si può notare l'aumento del tono muscolare, prima nelle gambe. Ciò è dovuto allo stiramento delle fibre piramidali della regione parasagittale aumentando i ventricoli del cervello.

Nei neonati e nei neonati con sindrome ipertensiva-idrocefalica, il tremore della mano è spesso espresso. Può essere frequente, su piccola scala o raro, su larga scala come l'ebraismo. Le crisi sono osservate molto meno frequentemente, di solito si verificano con un rapido aumento dell'ipertensione endocranica.

Le variazioni del fondo nei bambini piccoli non si sviluppano necessariamente a causa della possibilità di aumentare il volume del cranio a causa della divergenza delle suture craniche. Tuttavia, in alcuni casi è possibile rilevare l'espansione delle vene, la sfocatura dei bordi del capezzolo del nervo ottico, e in seguito, con la progressione dell'idrocefalo, il suo gonfiore e atrofia.

La determinazione della pressione del liquido cerebrospinale durante la puntura lombare, che normalmente è di 50-100 mm di acqua nei neonati, è importante per la diagnosi della sindrome ipertensiva. Art., Nel petto: 60-150 mm di acqua. Art. Nella sindrome ipertensiva, il sangue liquido cerebrospinale nei neonati può aumentare fino a 200-3Q mm di acqua. Art. e sopra. La composizione del liquido cerebrospinale nella sindrome ipertensiva-idrocefalica dipende dalle caratteristiche del processo patologico a seguito del quale è sorto, dalla natura del decorso della sindrome e dallo stadio del suo sviluppo. Spesso si vede la normale composizione del liquido cerebrospinale, ma può essere la dissociazione proteina-cellula o cellula-proteina.

Oltre ai dati clinici, oftalmologici e liquorologici per la diagnosi della sindrome ipertensiva-idrocefalica, sono importanti la transilluminazione del collo, l'eco-EEG, la craniografia, la tomografia computerizzata.

Il metodo di transilluminazione è sicuro, può essere eseguito ripetutamente e in regime ambulatoriale. Il principio del metodo è la propagazione dei raggi luminosi in uno spazio pieno di liquido. Nei neonati normali, un anello luminescente tra 0,5 e 3 cm di larghezza appare intorno al tubo con una fonte di luce, a seconda della densità delle ossa del cranio. La luminescenza più intensa si osserva nelle aree frontali (fino a 3 cm), la più piccola nella regione occipitale (0,5-1 cm). L'aumento dei confini della luminescenza si verifica quando lo spazio subaracnoideo si espande a 0,5 cm. La trasmissione del tessuto intracerebrale o dei ventricoli è possibile solo quando lo spessore del tessuto cerebrale è inferiore a 1 cm.

I bambini con idrocefalo esterno e interno rivelano un bagliore simmetrico. La luminescenza asimmetrica si verifica quando l'espansione unilaterale del ventricolo e dello spazio suoarachnoide.

Su echoEG con idrocefalo, viene registrato un aumento del numero di segnali di eco riflessi, indice ventricolare (normale 1,9) e ampiezze di pulsazioni eco. Nel caso di un'espansione asimmetrica del sistema ventricolare, il m-ec è polarizzato nella direzione opposta al ventricolo ingrandito.

Nei neonati con un leggero aumento della pressione intracranica senza divergenza delle suture craniche, la craniografia non fornisce informazioni sufficienti per la diagnosi. Allo stesso tempo, è il craniogramma che può fornire una prova oggettiva di una maggiore pressione intracranica. Con la progressione dell'idrocefalo sui craniogrammi, dopo 2-3 settimane, si osserva una divergenza delle suture craniche, spesso coronarie e a forma di freccia. L'espansione asimmetrica delle suture craniche indica la localizzazione della lesione. Il diradamento delle ossa del calvario e le indentazioni digitali pronunciate nei bambini del primo anno di vita indicano la prescrizione relativa del processo che porta alla limitazione dello spazio intracranico.

La tomografia computerizzata è un metodo sicuro e indolore per l'esame a raggi X del cranio e delle strutture cerebrali, il carico di radiazioni al quale il minimo (0,3 carico quando si riceve una radiografia regolare del cranio). Per i bambini piccoli, il valore di questi benefici è molto alto. Inoltre, può essere fatto su base ambulatoriale. La tomografia computerizzata dà un'idea chiara della dimensione dei ventricoli del cervello in idrocefalo, così come la presenza e la localizzazione delle lesioni.

La profondità e la natura dello sviluppo psicomotorio ritardato nell'idrocefalo e nella sindrome ipertensiva variano ampiamente, a seconda dei cambiamenti primari nel sistema nervoso che hanno causato l'idrocefalo e della causa secondaria dell'aumento dell'ipertensione. Se i cambiamenti distruttivi nel cervello che hanno causato l'idrocefalo sono stati pronunciati, anche nel caso di compensazione per l'idrocefalo con misure conservative o chirurgiche, lo sviluppo del bambino è significativamente ritardato. Allo stesso tempo, l'adesione e la progressione della sindrome ipertensione-idrocefalica in qualsiasi patologia rende il ritardo dello sviluppo ancora più pronunciato e peculiare, nonostante la compensazione del processo primario. Infine, con una compensazione efficace tempestiva sia del processo primario che dell'idrocefalo, un leggero ritardo nello sviluppo, spesso parziale, viene rapidamente eliminato.

Inoltre, Sulla Depressione